VIDEO/ Liverpool-Chelsea (7-6 dcr): la gioia di Sadio Mané per la Supercoppa Europea

- Stefano Belli

Video Liverpool-Chelsea (risultato finale 7-6 dcr): gol e highlights della Supercoppa UEFA 2019 vinta dai Reds di Jurgen Klopp. Fatale per i Blues l’errore dal dischetto di Tammy Abraham.

Klopp Liverpool Champions
Risultati Champions League 3^ giornata (Foto LaPresse)

La vittoria nella Supercoppa Europea 2019 consente al Liverpool di festeggiare un nuovo successo dopo la Champions League, anche se il successo contro il Chelsea è stato sofferto ed è arrivato solo dopo i calci di rigore. Il mattatore della partita è stato senza dubbio l’attaccante del Liverpool Sadio Mané, autore di una doppietta, che dopo il triplice fischio e l’assegnazione della Supercoppa ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Siamo molto orgogliosi, è stata una partita complicata” ha affermato Mané. Il senegalese non ha nascosto che dal punto di vista tecnico non sia stato un grande Liverpool, ma ha comunque rivendicato i meriti dei Reds: “Non la migliore prestazione da parte nostra ma non si può sempre giocare bene. A volte l’aspetto mentale gioca un ruolo molto più importante di quello fisico e noi siamo stati un grande gruppo, siamo stati uniti per vincere”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) VIDEO LIVERPOOL CHELSEA, HIGHLIGHTS

VIDEO LIVERPOOL CHELSEA: LA PARTITA

I rigori danno, i rigori tolgono: il Liverpool, che a inizio mese aveva perso il Community Shield contro il Manchester City, vince la Supercoppa europea contro il Chelsea alla stessa maniera, dopo i tiri dal dischetto. Diamo un’occhiata al video con i gol e gli highlights di Liverpool-Chelsea 7-6 dcr che è durata oltre 120 minuti, ma non sono bastati per decretare la vincitrice della 44^ edizione del trofeo che mette di fronte i campioni uscenti della Champions e dell’Europa League. La lotteria dei rigori, ancora una volta, si rivela in tutta la sua crudeltà: in questo caso, il capro espiatorio porta il nome di Tammy Abraham, giovane attaccante di origini nigeriane, che ha sbagliato l’ultimo penalty, quello decisivo, visto che i Reds erano stati impeccabili con Firmino, Fabinho, Origi, Alexander-Arnold e Salah. L’unico errore si è rivelato quindi fatale per la squadra di Lampard, della quale si temeva il contraccolpo psicologico dopo il pesante KO di domenica scorsa in casa del Manchester United. Invece i Blues hanno dimostrato che quest’anno possono dare filo da torcere a chiunque, e non a caso nella prima frazione di gioco si erano meritatamente portati in vantaggio con Olivier Giroud dopo aver sfiorato il gol nei minuti precedenti con la traversa scheggiata da Pedro. I campioni d’Europa in carica deludono le aspettative nella prima frazione di gioco, così nella ripresa Klopp si rivolge all’artiglieria pesante con gli innesti di Firmino e Wijnaldum. Il centravanti brasiliano, assieme a Mané (autore di una doppietta), confezionerà i due gol che consentiranno al Liverpool di ribaltare momentaneamente la situazione prima di essere nuovamente raggiunti dagli avversari con Jorginho che trasforma un penalty assegnato dall’arbitro Stephanie Frappart per il fallo commesso da Adrian ai danni di Abraham. Adrian, che non doveva nemmeno giocare ma ha trovato improvvisamente una maglia da titolare dopo l’infortunio patito da Alisson venerdì scorso nella gara contro il Norwich, si riscatta così con gli interessi e diventa l’eroe della serata. Il Chelsea si deve accontentare dell’onore delle armi, per la banda Klopp questo è il secondo titolo, i tifosi sperano che non sia l’ultimo ma soltanto uno dei tanti che il Liverpool può ancora vincere tra campionato, eventuale bis in Champions, FA Cup, coppa di lega e mondiale per club. Tantissima carne al fuoco, occhio però alle indigestioni.

VIDEO LIVERPOOL-CHELSEA 7-6 DCR, LE DICHIARAZIONI

Con una solidissima prestazione in difesa, Andrew Robertson ha parlato a nome di tutti i giocatori del Liverpool: “È stata una partita lunghissima, non finiva mai, entrambe le squadre volevano vincere, alla fine l’abbiamo spuntata ai rigori. Venivamo dalla bruciante sconfitta al Community Shield, stavolta siamo stati noi a gioire, questo è il calcio, un giorno tocca a te, un giorno a un altro. Ora dobbiamo cercare di essere competitivi su più fronti, quest’anno possiamo vincere altri cinque titoli, ci aspetta una stagione durissima ma noi ci faremo trovare pronti e non smetteremo mai di lottare prima che l’arbitro fischi tre volte”. Jurgen Klopp ha concesso qualche dichiarazione al volo prima di ritirare il premio riservato ai vincitori: “Dovremo abituarci a queste scene, il nostro ciclo è appena cominciato e non vediamo l’ora di alzare al cielo altri trofei. È stata comunque una notte difficile, venivamo da una partita molto complicata come il Community Shield e questa non è stata da meno. Il calcio è questo, quando lotti per traguardi così ambiziosi nessuno ti regala niente e tutti ti mettono i bastoni tra le ruote, basta guardare Kepa che ha preso di tutto e di più. In generale oggi probabilmente meritavamo di vincere sia noi che loro ma le regole del gioco dicono che ci deve essere per forza una squadra che festeggia e un’altra che piange, bisogna accettarle per quelle che sono”. Il commento di Frank Lampard, allenatore del Chelsea: “Sono orgoglioso della prestazione dei miei ragazzi, avevamo solo bisogno di un pizzico in più di fortuna, abbiamo controllato il match per gran parte del tempo. Non è bello vedere gli avversari esultare e i tuoi giocatori piangere negli spogliatoi, ma non ho davvero nulla da rimproverare a loro, posso solo fargli i complimenti per la personalità con cui sono scesi in campo e per il coraggio che hanno dimostrato nell’affrontare a viso aperto i campioni d’Europa in carica”.

VIDEO LIVERPOOL CHELSEA, HIGHLIGHTS

© RIPRODUZIONE RISERVATA