Video/ Roma Shakhtar (3-0) gol e highlights. Fonseca, trionfo da ex (Europa League)

- Fabio Belli

Video Roma Shakhtar (risultato 3-0) gol e highlights. Fonseca, trionfo da ex: i gol di Pellegrini, El Shaarawy e Mancini stendono gli ucraini.

Fonseca Roma
Paulo Fonseca, allenatore della Roma (LaPresse)

La Roma mette una seria ipoteca sulla qualificazione ai quarti di finale di Europa League, travolgendo con un eloquente 3-0 lo Shakhtar Donetsk nell’andata degli ottavi allo stadio Olimpico, come ammiriamo nel video Roma Shakhtar. La Roma parte a spron battuto, con un colpo di testa di Kumbulla salvato dal portiere avversario praticamente sulla linea di porta e una deviazione di Villar vicina al gol. Ritmi comunque abbastanza bassi in apertura di primo tempo, come anticipato da Fonseca Roma attenta a non esporsi al contropiede dello Shakhtar. Al 23′ comunque i giallorossi riescono a passare in vantaggio: colpisce Lorenzo Pellegrini, che buca proprio la difesa alta degli ucraini su suggerimento di Pedro e non lascia scampo a Trubin. Poi al 27′ Pau Lopez evita il pareggio immediato degli ucraini, opponendosi a una rasoiata di Junior Moraes. La Roma continua a sfruttare bene gli spazi lasciati dallo Shakhtar e al 31′ Mkhitaryan gioca d’anticipo, cercando il tocco sotto scavalcando Trubin ma non inquadrando la porta di poco. Tegola per Fonseca al 35′: è proprio l’armeno a lamentare un problema fisico e ad essere costretto al cambio, sostituito da Borja Mayoral. Al 36′ giallorossi di nuovo vicini al raddoppio con Kumbulla che manca la porta da posizione ravvicinata. Dopo 2′ nel secondo tempo è reattivo Pau Lopez nel distendersi su una conclusione di Teté, che al 5′ viene chiuso in angolo dopo un’interessante iniziativa. Al 10′ e al 13′ vengono rispettivamente ammoniti Kumbulla e Alan Patrick, quindi al 16′ tra i giallorossi El Shaarawy prende il posto di Pedro. E’ proprio El Shaarawy al 18′ a sprecare un ottimo assist di Pellegrini, graziando Trubin da due passi, mentre al 22′ sale in cattedra di nuovo Pau Lopez, che salva il vantaggio giallorosso su deviazione ravvicinata di Junior Moraes. La Roma però trova il modo di dilagare: al 28′ raddoppia El Shaarawy, che non sbaglia davanti a Trubin dopo aver infilato Dodo e Vitao. Quindi al 32′ su azione da calcio d’angolo classico inserimento di Gianluca Mancini che segna un gol che vale per la Roma l’ipoteca sulla qualificazione ai quarti di finale. CLICCA QUI PER IL VIDEO ROMA SHAKHTAR DONETSK

VIDEO ROMA SHAKHTAR DONETSK: LE DICHIARAZIONI DEI TECNICI

Paulo Fonseca invita la Roma a non abbassare la guardia in vista del ritorno, nonostante l’ampio vantaggio: “Penso che difensivamente abbiamo fatto una partita molto organizzata. Abbiamo capitato che piace avere lo spazio a loro e lo abbiamo chiuso, poi abbiamo scelto il momento giusto per pressare e abbassarci. Loro sono pericolosissimi in contropiede, ma in difesa abbiamo fatto bene. Per quanto riguarda le condizioni di Mkhitaryan dobbiamo vedere domani, ma penso che sarà difficile per lui essere pronto per la prossima partita. Abbiamo preparato bene la partita. Sappiamo che loro sono forti con esperienza nelle coppe europee. Non è ancora chiusa, ma era importante vincere così senza prendere gol. Dobbiamo prepararci per non subire sorprese. Smalling era in panchina. Abbiamo solo gestito il giocatore. Non possiamo dimenticare che è stato fermo tanto tempo“. Per Luis Castro c’è qualche lamentela nella pesante sconfitta dello Shakhtar: “Secondo me sono stati tutti decisivi i momenti della partita. Al 73′ abbiamo preso il secondo gol. Dopo la seconda rete loro la partita è cambiata, ma c’era un fallo sull’azione che porta alla rete di El Shaarawy. Il maggior rimpianto per noi è non aver finalizzato le occasioni più importanti avute, potevamo evitare di prendere tutti quei gol. Il risultato è ingiusto la gara è stata equilibrata, loro difendevano con 5 difensori, dovevamo cercare maggiormente l’ampiezza. Nel primo tempo non abbiamo fatto bene, ma anche la Roma non ha costruito molte palle gol“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA