Video/ Shakhtar Inter (0-0) highlights: traverse di Barella e Lukaku

- Umberto Tessier

Video Shakhtar Inter (risultato finale 0-0) highlights del match di Champions League. Traverse di Barella e Lukaku

L’Inter si ferma alla traversa in casa dello Shakhtar Donetsk in un match che lascia tanti rimpianti alla compagine guidata da Antonio Conte. Andiamo a rivivere tutte le emozioni del match di Champions League. Salomon appoggia per Dentinho che trova Maycon, la potenza del passaggio è dosata male, buon inizio degli ucraini. Prima discesa di Hakimi, cross per Young, respinge l difesa ucraina. Lukaku e Vidal fraseggiano ma non trovano lo spunto vincente. Dentinho si ferma per un problema muscolare, pronto il primo cambio. Resta fuori il calciatore in attesa del probabile cambio. Entra Taison per Dentinho, padroni di casa costretti al cambio. Perde un calciatore importante lo Shakhtar, siamo arrivati intanto al quindicesimo minuto, la gara viaggia sul filo dell’equilibrio. Ottimo spunto di Lukaku che sfiora il gol. Barella! Lukaku serve a rimorchio il centrocampista che centra una clamorosa traversa! Grande stacco di testa di Lukaku che per un soffio non trova la porta, Inter che sta prendendo in mano il match. Lautaro Martinez entra in area, bravo Bondar a chiuderlo. Prova la conclusione Maycon facile preda di Handanovic. Lautaro Martinez imbuca per Young, l’esterno prova il cross con D’Ambrosio che non ci arriva per un soffio. Tete si mette in proprio ma trova l’ottima chiusura di Young. Bastoni si becca il giallo dopo la trattenuta su Tete. Marlon calcia la punizione che trova l’uscita di Handanovic con i pugni. Dodo da fuori area prova la conclusione su calcio d’angolo, Handanovic vede la sfera e blocca. Lukaku serve D’Ambrosio, Dodo chiude in maniera provvidenziale. Pochi minuti alla fine della prima frazione, l’Inter avrebbe meritato il vantaggio per quello che si è visto sul rettangolo verde. Brozovic in profondità per Lautaro Martinez, Bondar ferma l’azione. Grandissima punizione battuta da Lukaku che sbatte contro la traversa! Trublin nell’occasione ha toccato la sfera, siamo a due legni per i nerazzurri. Scatta Solomon, arriva Hakimi che lo chiude tempestivamente. La prima frazione termina sullo zero a zero.

SECONDO TEMPO

Brozovic prova ad imbeccare per Hakimi, servizio troppo lungo. De Vrij prova a servire Lautaro Martinez, Dodo chiude in maniera tempestiva. Vidal prova a servire Hakimi, misura del passaggio errata. Inter che controlla la gara alla ricerca dello spunto giusto. I padroni di casa stanno puntando tutto sul contropiede. Brozovic conclude dalla lunga distanza, respinge Turbin sui piedi di Lautaro Martinez che si divora il vantaggio. Vidal ci prova di testa su corner, la palla non inquadra lo specchio. Hakimi sta alzano il ritmo affondando di continuo sulla fascia di competenza. Vidal ferma Dodo con le cattive, giallo per il cileno. Lancio in profondità per Taison, Handanovic esce in maniera tempestiva ed allontana. Bondar ferma con un fallo Lukaku, l’Inter chiede il rigore. Dieci minuti alla fine, entrano Eriksen e Darmian. Young per Eriksen, chiuso il danese. Young sbaglia un retropassaggio servendo Tete, bravo De Vrij a chiudere. Infortunio muscolare per Young. Al suo posto c’è Pinamonti. Lukaku prova a servire Hakimi che non ci arriva per un soffio.Termina il match, Inter che recrimina per le due traverse colpite da Barella e Lukaku, grande rammarico per la compagine nerazzurra in casa dello Shakhtar Donetsk.

LE DICHIARAZIONI

Antonio Conte analizza il match dei suoi nel post gara. Queste le dichiarazioni raccolte dal portale tuttomercatoweb: “Sicuramente c’è un anno di lavoro dietro. Questa è una squadra che ha acquisito conoscenze, ha preso coraggio anche perché ha iniziato a difendere andando in avanti, di portare una pressione in qualsiasi zona del campo cercando di non lasciare la palla libera all’avversario. In altre situazioni vieni in casa dello Shakhtar ti metti dietro, ti difendi, cerchi di farli sbilanciare per colpirli in contropiede. Oggi è successo l’opposto ed è un cambiamento. Non posso non essere soddisfatto, abbiamo concesso poco ed è la seconda partita che finisce senza prendere reti e senza parate di Handanovic. Al tempo stesso dispiace perché le occasioni le abbiamo avute e queste gare comunque devi cercare di vincerle. Ai ragazzi però c’è da rimproverare poco, non dimentichiamo che questa è la quarta partita in dieci giorni. Non per trovare giustificazioni, ma abbiamo iniziato questo ciclo con sei persone con il virus e due infortuni. Nonostante questo stiamo tenendo botta a testimonianza della capacità dei ragazzi e del buon lavoro che fa lo staff”.

IL TABELLINO

SHAKTHAR DONETSK (4-2-3-1): Trubin; Dodo, Khocholava (17′ st Matvijenko), Bondar, Korniienko; Marcos Antonio, Maycon; Tete, Marlos (43′ st Alan Patrick), Solomon; Dentinho (15′ pt Taison). A disposizione: Shevchenko, Pyatov, Stepanenko, Vakula, Marquinhos, Vitao, Bolbat, V’Yunnik, Sudakov. Allenatore: Castro

INTER (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio (35′ st Darmian), De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal (34′ st Eriksen), Young (40′ st Pinamonti); Lukaku, Lautaro (27′ st Perisic). A disposizione: Padelli, Stankovic, Kolarov, Ranocchia, Moretti, Nainggolan, Vezzoni, Bonfanti. Allenatore: Conte

ARBITRO: Kabakov (Bulgaria)

MARCATORI:

NOTE: Ammoniti: Bastoni, Vidal (I). Recupero: 2′ pt, 3′ st.

VIDEO SHAKHTAR INTER, GLI HIGHLIGHTS



© RIPRODUZIONE RISERVATA