Video/ Siviglia Roma (2-0): highlights e gol. Giallorossi umiliati dagli andalusi

- Stefano Belli

Video Siviglia Roma (risultato finale 2-0): highlights e gol della partita valevole per gli ottavi di Europa League. Reguilon ed En-Nesyri condannano i giallorossi all’eliminazione.

Siviglia gol
I giocatori del Siviglia (Foto LaPresse)

Il video con gli highlights e i gol di Siviglia Roma 2-0 ci mostra l’uscita di scena dei giallorossi dall’Europa League, gli uomini di Paulo Fonseca di fatto non hanno opposto la minima resistenza agli andalusi che già nel primo tempo mettono la qualificazione in cassaforte con Reguilon ed En-Nesyri e nel corso della partita colpiscono due traverse con Koundé (a cui viene pure annullato il 3 a 0 nella ripresa) e Banega che su punizione fa letteralmente tremare la porta di Pau Lopez. Serata disastrosa per l’estremo difensore spagnolo che sul primo gol si fa bucare i guantoni dal tiro non irresistibile del numero 23, e nessuno è stato in grado di arginarne la corsa. Semplicemente imbarazzante il liscio di Ibanez che spiana la strada a Ocampos, per l’argentino che in passato ha vestito le maglie di Genoa, Milan e Marsiglia è stato un gioco da ragazzi involarsi sulla corsia di destra e confezionare un assist chirurgico per En Nesyri che ha dovuto solo appoggiare il pallone in rete. Non pervenuta in fase offensiva la squadra capitolina che in novanta minuti non ha prodotto quasi nulla dalle parti di Bounou, gli unici a provarci sono stati Dzeko e Mkhitaryan, non a caso gli unici in campo ad avere un po’ di pedigree internazionale. Tutti gli altri non meritano assolutamente la sufficienza, a cominciare da Zaniolo della cui presenza sul terreno di gioco forse non se ne è accorta neppure la madre. Meglio stendere un velo pietoso sui vari Spinazzola, Cristante, Diawara, Pellegrini e soprattutto Mancini che a tempo scaduto, in preda alla frustrazione, rifila una bruttissima gomitata a De Jong. L’arbitro Kuipers in un primo momento lo grazia subito e si limita ad ammonirlo, ma ai tempi del VAR questi gesti non possono passare inosservati e così il direttore di gara cambia il colore del cartellino che da giallo diventa rosso. Un’uscita di scena indegna per la Roma – il tutto a poche ore dal passaggio di consegne tra James Pallotta e Dan Friedkin, nuovo patron della società – che forse non ci ha mai creduto sul serio alla possibilità di arrivare in fondo. E così la Lazio può dormire sonni tranquilli, da questo momento nessuno può più portarle via la Champions League.

VIDEO SIVIGLIA ROMA, LE DICHIARAZIONI

Edin Dzeko non nasconde l’amarezza per la pessima figura dei suoi compagni: “Cosa mi ha deluso di più? Tutto, non siamo mai stati in partita, ci hanno sovrastato su tutti i punti di vista: velocità, tecnica, approccio della gara. Sconfitta meritata, loro con due passaggi arrivavano sempre in porta, noi giocando da dietro non ci siamo mai avvicinati all’area di rigore. Ci dobbiamo fare qualche domanda in più, ci manca sempre il salto di qualità”. Lorenzo Pellegrini prova a mantenere la lucidità nel commentare un verdetto severo ma giusto: “Non so cosa ci sia mancato, di certo il Siviglia ha fatto una grande partita e noi no, giustamente gli andalusi hanno passato il turno. C’è tanta delusione e tanta rabbia, almeno da parte mia. In questo momento è meglio riflettere e non parlare per non dire di cui pentirsi un secondo più tardi. Non riesco ancora a respirare benissimo con la mascherina ma questo non è importante, ci tenevamo molto a questa Europa League che poteva regalarci grandi soddisfazioni”. Paulo Fonseca lancia una frecciatina al nuovo presidente Dan Friedkin facendo capire che la squadra ha bisogno di rinforzi: “Anch’io sono deluso per come sono andate le cose, abbiamo meritato di perdere, il Siviglia è più forte di noi in questo momento, ha giocato molto meglio. Possiamo solo accettare la superiorità degli avversari, ce l’abbiamo messa tutta ma non siamo riusciti a tenere testa agli andalusi. Il principale responsabile di questa sconfitta sono io, ma se devo essere sincero rifarei le stesse scelte. Non penso sia un problema di testa o di preparazione, le ultime gare di campionato le abbiamo vinte quasi tutte, semplicemente loro erano più forti”. Ha parlato anche il tecnico del Siviglia, Julen Lopetegui: “Credo che abbiamo giocato contro una grande squadra composta da campioni, secondo me hanno un ottimo allenatore. Ma penso che abbiamo meritato di vincere e passare il turno, abbiamo fornito un’ottima prestazione giocando bene per tutti i novanta minuti, creando tante occasioni e senza mai andare in sofferenza. Vincere l’Europa League? Lo spero, ci sono tante altre avversarie che possono darci fastidio, pensiamo solo a recuperare le energie in vista della prossima partita”.

CLICCA QUI PER IL VIDEO SIVIGLIA ROMA, HIGHLIGHTS E GOL

© RIPRODUZIONE RISERVATA