Vincenzo Fasano è morto/ Deputato Forza Italia aveva 70 anni ed era malato da tempo

- Alessandro Nidi

Vincenzo “Enzo” Fasano, deputato di Forza Italia, è morto nella giornata di domenica 23 gennaio 2022: il cordoglio di Tajani, Gasparri e Sibilia

Vincenzo Fasano 640x300
Vincenzo Fasano (foto: Twitter)

Vincenzo Fasano, o più semplicemente “Enzo”, come tutti lo chiamavano, è morto all’età di 70 anni dopo una lunga lotta contro una malattia incurabile. L’annuncio della scomparsa del deputato di Forza Italia, eletto alla Camera nel collegio plurinominale Campania 2-03 nel 2018, è giunto via social per bocca di Antonio Tajani, coordinatore nazionale di FI, il quale ha scritto poche, ma sentite parole di commiato: “Addio Enzo! Se ne è andato l’amico e compagno di tante battaglie”.

Il mondo della politica si trova così a vivere ore di profondo lutto proprio in corrispondenza delle votazioni legate alla nomina del nuovo presidente della Repubblica, operazione che include dunque 1.008 grandi elettori e non più 1.009, in quanto nel novero era compreso lo stesso Fasano, il quale ricopriva anche l’incarico di componente della Commissione attività produttive, commercio e turismo.

VINCENZO FASANO È MORTO: L’ADDIO DI MAURIZIO GASPARRI E DI COSIMO SIBILIA

La morte di Vincenzo Fasano ha lasciato attonito il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, che ha dichiarato di avere perso un amico fraterno: “Enzo era un uomo leale e onesto, dedito ad una politica fatta di incontro e di presenza, di pazienza e di amicizia, è stato sempre al mio fianco in ogni momento e in ogni scelta. Impegnato negli enti locali di Salerno, è stato nel 1995 assessore alla Regione Campania e dal 2001 è stato eletto quattro volte in Parlamento. Attualmente deputato, per due legislature è stato eletto al Senato”.

Gli ha fatto eco il coordinatore regionale di Coraggio Italia, l’onorevole Cosimo Sibilia: “La scomparsa dell’amico di sempre Enzo Fasano mi lascia sgomento e profondamente costernato. Con lui se ne va un uomo buono e un politico sempre coerentemente schierato dalla parte dei più deboli e a difesa delle comunità che ha rappresentato. Con Enzo ho percorso un cammino lungo circa 30 anni prima alla Regione e poi nel Parlamento, traendo sempre insegnamento dal suo operato. Lascia in me e in tutte le persone che hanno avuto modo di conoscerlo un vuoto incolmabile. Esprimo con affetto vicinanza alla sua famiglia”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA