GEOGHEGAN HART E’ VINCITORE GIRO D’ITALIA 2020/ Albo d’oro, battuto Hindley a Milano

- Michela Colombo

Vincitore Giro d’Italia 2020 è Tao Geoghegan Hart: il britannico vince l’edizione 103^ della corsa rosa: un altro britannico dopo Froome nell’albo d’oro.

giro italia trofeo senza fine lapresse 640x300
Vincitore Giro d'Italia 2020 e albo d'oro (LaPresse)

E’ Tao Geoghegan Hart il vincitore del Giro d’Italia 2020! Il ciclista britannico della Inoes Grenadiers nella cronometro finale di Milano, sia pure per pochissimi secondi è riuscito in extremis a strappare la maglia rosa dalle spalle di Hindley (che in classifica registrata lo stesso tempo dell’inglese) e dunque a trovare il trionfo finale: il suo nome verrà ora segnato nell’albo d’oro della corsa rosa e dunque inciso anche sul Trofeo senza Fine. E’ grandissima festa per il ciclista 1995, alla sua seconda esperienza nella corsa rosa (nel 2019 si ritirò alla 13^ tappa): per lui questa 103^ edizione si conclude infatti con ben due successi di tappa (15^ e 19^ frazione) e pure il trionfo finale, alle spalle di Hinldey, avversario veramente insidioso, che pure avrebbe meritato oggi di salire sul primo gradino del podio con l’iconica maglia rosa. Ma il cronometro sul traguardo di Milano ha emesso il suo verdetto e dunque sarà il nome del ciclista britannico ora a venir inciso sul Trofeo senza fine, con grande soddisfazione dei fan britannici, che memori del successo di Chris Froome nel 2018 ora festeggiano un nuovo beniamino. (agg Michela Colombo)

CHI VINCERA’ IL GIRO D’ITALIA 2020?

Chi sarà oggi il vincitore del Giro d’Italia 2020 e dunque chi a Milano metterà il suo nome nell’Albo d’oro della corsa rosa? L’attesa in vista del gran finale a Milano, dove è prevista oggi pomeriggio la linea del traguardo della 21^ e ultima tappa di questa magnifica edizione 2020 è spasmodica, considerato che raramente il pronostico era risultato così incerto alla vigilia della premiazione. La classifica generale della corsa, che dona al suo leader l’iconica maglia rosa , è infatti quanto mai aperta in vista della cronometro individuale finale: in testa troviamo infatti due ciclisti ad ex equo, ovvero Jai Hindley e Tao Geoghegan Hart, che vantano il medesimo crono di 85:22:07. Il fatto è praticamente senza precedenti, e fare pronostici alla vigilia del via è praticamente impossibile: nessuno dei due è vero cronoman (benchè l’inglese abbia fatto meglio a Palermo e Valdobbiadone), ma oggi più che le abilità del singolo, conteranno l’atteggiamento mentale e chiaramente le energie rimaste nelle gambe dopo tre settimane veramente durissime. Di fatto chi dei due farà a meglio nella prova contro il tempo, sarà il nuovo vincitore del Giro d’Italia e vedrà il proprio nome inciso lungo l’iconico Trofeo senza Fine.

VINCITORE GIRO D’ITALIA 2020 E ALBO D’ORO: I NOMI NEL TROFEO SENZA FINE

Nella trepidante attesa di conoscere il vincitore del Giro d’Italia 2020, atteso oggi sulla linea finale del traguardo della 21^ tappa di Milano, vogliamo andare a approfondire un po’ anche l’albo d’oro dell’iconica corsa italiana, che chiuderà oggi la sua 103^ edizione. Si parte dunque da Luigi Ganna che vinse la prima edizione del 1909 fino a Richar Carapaz che invece trionfò solo un anno fa, davanti a Vincenzo Nibali e Primoz Roglic: nel mezzo tanti protagonisti della storia del ciclismo e pure tanti record. Dobbiamo infatti ricordare che finora sono in tre a contendersi il record di vittorie del Giro d’Italia: Alfredo Binda (dal 1925 al 1933), Fausto Coppi (dal 1940 al 1953) e Eddy Merckx (dal 1968 al 1974) infatti detengono il ricordo 5 edizioni vinte a testa. Per quanto riguarda le vittorie di tappa invece il miglior è senza dubbio Mario Cipollini, che nell’edizione 2003 superò il record 41 vittorie, prima appartenuto a Alfredo Binda. Se poi diamo un occhio agli italiani nell’albo d’oro della manifestazione, dobbiamo tornare indietro al 2016 per l’ultimo vincitore del Giro d’Italia italiano: fu un eccezionale Vincenzo Nibali a trionfare, davanti a Chaves e Valverde. Ma ora è tempo di tornare al presente: chi sarà il vincitore del Giro d’Italia 2020?

© RIPRODUZIONE RISERVATA