VINCITORI OSCAR 2022: CHI SONO?/ Nomination: il trionfo de I segni del cuore – Coda!

- Mirko Bompiani

Chi sono i Vincitori Oscar 2022, film candidati e premi: grande attesa per conoscere chi vincerà il riconoscimento al miglior film. Tutti i candidati

coda segni del cuore oscar  640x300

CHI SONO I VINCITORI OSCAR 2022

La Notte degli Oscar 2022 si è appena conclusa. Il premio Miglior Film è stato vinto da “I segni del cuore – CODA“. Jane Campion per Il Potere del Cane ha invece vinto il premio Miglior Regista. A Troy Kutsor la statuetta di Miglior Attore non protagonista per CODA. Ariana DeBose migliore attrice non protagonista. Sono invece sei le statuette per Dune: effetti speciali, fotografia, montaggio, sonoro, colonna sonora e scenografie. Miglior trucco e acconciatura per Gli occhi di Tammy Faye. Pellicola premiata anche grazie a Jessica Chastain, Miglior Attrice Protagonista. Brilla (più o meno) anche le stella di Will Smith, Miglior Attore protagonista per Una famiglia vincente – King Richard. Encanto è il miglior film d’animazione, Drive My Car il miglior film internazionale. Restano dunque all’asciutto Enrico Casarosa (Luca) e Paolo Sorrentino (È stata la mano di Dio). Italia senza premi perché anche Massimo Cantini Parrini (Cyrano), sconfitto nella categoria dei costumisti da Jennye Beaven (Cruella) (agg. di F.D. Zaza).

MIGLIOR CANZONE VINTA DA BILLIE EILISH

Prosegue la Notte degli Oscar 2022. La Miglior Sceneggiatura è stata assegnata a Belfast, preferito rispetto a Don’t Look Up, Una famiglia vincente – King Richard, Licorice Pizza, La persona peggiore del mondo. Segue quindi la Miglior Sceneggiatura non originale. Questo premio viene vinto invece da I Segni del cuore – Coda. Superati i competitors Drive My Car, Dune, La figlia oscura, Il potere del cane. Ritorna un premio per Dune. Si tratta della Miglior Colonna Sonora Originale: superati Don’t Look Up, Encanto, Madres parallelas e Il potere del cane. La pellicola di Denis Villeneuve vince pure il Miglior Montaggio superando Don’t Look Up, Una famiglia vincente – King Richard, Il potere del cane e Tick, Tick… Boom. Il premio Miglior Documentario è stato invece vinto da Summer of Soul. In nomination c’erano anche Ascension, Attica, Flee e Writing with Fire. Il premio Miglior Canzone Originale è stato vinto da Billie Eilish con “NO Time To Die” – No Time To Die. Superati “Be Alive” – King Richard, “Dos Oruguitas” – Encanto e “Down to Joy” – Belfast.

BEFFA SORRENTINO, VINCE DRIVE MY CAR

E’ stato assegnato il premio per il Migliore Film d’animazione. Se lo aggiudica Encanto, vincitore su Flee, Luca, I Mitchell contro le macchine, Raya e l’ultimo drago. Rimanendo in tema ecco anche il vincitore del premio Miglior cortometraggio d’animazione: si tratta di The Windshield Wiper. Superata la concorrenza di Affairs of the art, Bestia, Boxballet, Robin Robin. Troy Kotsur invece ha vinto il premio Migliore Attore non protagonista per I Segni del cuore – Coda. Si tratta del secondo attore sordo della storia a vincere l’Oscar. Superati nella categoria Ciaran Hinds per Belfast, Jesse Plemons per Il potere del cane, J.K. Simmons per Being the Ricardos, Kodi Smit-McPhee per Il potere del cane. Il premio di Miglior Film Internazionale è stato vinto dal giapponese Drive My Car. Niente statuetta quindi per “E’ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino. Tra le nomination c’erano anche Flee, Lunana: a Yak in the Classroom e La persona peggiore del mondo. Vince invece il Premio Miglior Cortometraggio The Long Goodbye: superati gli altri in nomination Ala Kachuu – Take and Run, The Dress, On My Mind, Please Hold. Il premio Migliori Costumi se lo aggiudica invece Cruella. Superata la concorrenza di Cyrano, Dune, La fiera delle illusioni – Nightmare Alley, West Side Story (agg. di F.D. Zaza).

DUNE SI PRENDE TUTTI I PREMI TECNICI

Dune protagonista della Notte degli Oscar 2022. A livello tecnico il capolavoro di Denis Villeneuve sta facendo incetta di premi. Il Miglior Sonoro è stato vinto superando la concorrenza di Belfast, No Time To Die, Il potere del cane e West Side Story. Un’altra statuetta conquistata, stavolta già preannunciata, è quella per la Miglior Fotografia. Nel mazzo delle nomination figuravano anche Nightmare Alley, Il potere del cane, The Tragedy of Macbeth e West Side Story. La pellicola sci-fi si aggiudica pure il premio Migliori Effetti visivi, avendo la meglio su Free Guy, No Time to Die, Shang Chi e la leggenda dei dieci anelli, Spider-Man: No Way Home. E’ stato assegnato anche il premio per la Miglior Attrice non protagonista. La scelta è ricaduta su Ariana DeBose, artista nel cast di “West Side Story” di Steven Spielberg. L’ex stella di Broadway è dichiaratamente “queer” ed ha anche lontanissime origini italiane. Per quanto riguarda invece il Miglior cortometraggio-documentario vince The Queen of Basketball: battuti Audible, Lead Me Home, Three Songs for Benazir, When We Were Bullies (agg. di F.D. Zaza).

I 10 FILM CANDIDATI AL PREMIO PRINCIPALE

E’ iniziata la cerimonia ufficiale degli Oscar 2022. Tra poco scopriremo quale sarà il film vincitore. Sono ben 10 i film candidati ai Premi Oscar di quest’anno, nella categoria principale: Belfast, I Segni del cuore – Coda, Don’t Look Up, Drive My Car, Dune, Una famiglia vincente – King Richard, Licorice Pizza, La fiera delle illusioni – Nightmare Alley, Il potere del cane e West Side Story. Tra loro, il film che hanno ottenuto il maggior numero di candidature nelle varie categorie è Il potere del cane con 12 nomination, seguito a breve distanza da Dune con 10. Al terzo posto troviamo Belfast e West Side Story, entrambi con 7 candidature, e, in quarta posizione Una famiglia vincente – King Richard, candidato in 6 categorie. Particolarmente attenzione ovviamente alla categoria “Film Internazionale”, dove l’Italia è rappresentata da “E’ stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino (agg. di F.D. Zaza).

PRONOSTICI RIBALTATI?

Tra poco scopriremo i vincitori Oscar 2022: appuntamento alle 2.00 ora italiana per scoprire l’elenco dei film premiati in questa 94esima edizione dell’evento legato al mondo del cinema. I bookmakers hanno le idee abbastanza chiare su chi vincerà: i pronostici sono netti in quasi tutte le categorie, ma non mancano i testa a testa. Senza dimenticare le classiche sorprese che hanno sempre contraddistinto la notte degli Oscar.

Il principale enigma è legato al vincitore Oscar al miglior film: “The Power of the Dog” deve fare i conti con “Coda”, ma occhio anche alle possibili sorprese “Belfast” e “Licorice Pizza”. Tra i vincitori quasi sicuri agli Oscar 2022 troviamo Jane Campion per la miglior regia e “Encanto” per il miglior film d’animazione, oltre a “Dune” per la miglior fotografia e “Summer of Soul” per il miglior documentario. Occhio alle possibili sorprese per quanto riguarda attori e attrici: tra i protagonisti, Will Smith e Jessica Chastain sembrano certi del successo, ma occhio alle candidature di Cumberbatch e Kristen Stewart. Clicca qui per scoprire tutte le nomination.

VINCITORI OSCAR 2022: TORNA IL CONFRONTO STREAMING/SALA

Il dibattito sulla contrapposizione sala/piattaforme va avanti da anni, ma c’è un dato inoppugnabile: i player streaming sono pronti a fare la voce grossa tra i vincitori Oscar 2022. Seppur senza dominare completamente le nomination, gli streamers hanno ribadito la loro centralità nella settima arte contemporanea e i numeri non lasciano spazio a dubbi. Netflix ha raccolto 27 candidature, grazie soprattutto all’apporto di “The Power of the Dog” e “Don’t Look Up”, mentre Apple (6 candidature) ha collezionato la prima nomination all’Oscar al miglior film con “Coda”. Piccola battuta d’arresto, invece, per Amazon Studios con appena 4 nomination. Infine, nessuna sorpresa per la Disney con 23 candidature in totale.

Una presenza degna di nota, dunque, anche se i film con distribuzione tradizionale continuano a dominare le categorie principali. Ma il punto più rilevante è senza dubbio l’apertura totale e consolidata dell’Academy ai player streaming dopo anni di dispute e malumori. Se è vero che la pandemia ha accelerato un processo di assestamento del direct-to-streaming, le piattaforme rappresentano sempre di più un mezzo fondamentale per la produzione di film d’autore o anche solo di “media” grandezza. Da Cuaron a Sorrentino, passando per Scorsese e Jane Campione: tanti registi hanno deciso di affidarsi a Netflix o Amazon e questo non può non essere tenuto in considerazione. Il cinema evolve, la sala resta centrale ma guai a sottovalutare le possibilità offerte dallo streaming.





© RIPRODUZIONE RISERVATA