VIRGINIA SABA/ Fidanzata Di Maio su Instagram:”Merito condizioni di vita migliori”

- Dario D'Angelo

Virginia Saba, fidanzata Luigi Di Maio: il messaggio “criptico” su Instagram. Il ringraziamento alle persone e ai giornalisti “per bene” e la stoccata agli “infelici e incapaci”.

luigi di maio virginia saba
Luigi Di Maio e Virginia Saba

In uno dei giorni più delicati dalla nascita del MoVimento 5 Stelle, chiamato ad esprimersi su Rousseau sulla possibilità di formare un governo con il Pd che ha stressato parecchio anche i rapporti tra Beppe Grillo e Luigi Di Maio, è la fidanzata di quest’ultimo, Virginia Saba, a pubblicare su Instagram un post che sarà soggetto nelle prossime ore a diverse interpretazioni. La giornalista si rivolge alla “gente per bene che resiste”, parlando di “gente che non urla sui social” e che ogni giorno lavora “seriamente e tra mille difficoltà” provando “a costruire un futuro”. Una categoria di persone nella quale Virginia Saba annovera anche coloro che “conoscono il valore di una parola, di un gesto, della fatica, dei sacrifici”. La fidanzata di Luigi Di Maio si rivolge a loro, a quelli che “aspettano condizioni di vita migliori da tempo, e se le meritano”. Poi aggiunge:”E le merito anche io, a dire il vero, perché di facile non ho mai avuto nulla e non mi sono mai potuta permettere di perdere tempo, tanto meno di far prevalere i miei umori sulla logica delle cose”.

VIRGINIA SABA:”GRAZIE AI COLLEGHI CHE SCRIVONO CON COSCIENZA”

E’ un messaggio per certi versi criptico quello di Virginia Saba, che continua il suo post su Instagram citando anche i suoi “colleghi per bene”, ovvero “quelli che quando raccontano fatti e persone lasciano fuori i propri fastidi e squilibri interiori, e svolgono il proprio lavoro in maniera responsabile. Sono ancora troppe le persone infelici e incapaci che rimproverano l’altro di ciò che li rende scontenti, ma ci sono strumenti meravigliosi per coprire le proprie mancanze”. La Saba cita a proposito l’opera di “De consolatione philosophiae” dello scrittore latino Severino Boezio (“Tutti dovrebbero conoscerlo a memoria”, dice) ma poi torna a rivolgersi al suo mondo:”Vi sono grata, cari colleghi per bene, perché mi fate venire ancora voglia di fare questo mestiere e di credere nelle persone. Ho avuto una buona scuola, dei colleghi meravigliosi, che non urlano, che scrivono con coscienza, ai quali voglio bene, che saluto con stima, e che seguo sempre”. Poi la chiosa:”Continuo a studiare ciaooooo e grazie per i messaggi che mi avete mandato in questi giorni”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA