Vladimir Luxuria/ “Ho conosciuto la violenza: presi calci e pugni” (Verissimo)

- Davide Giancristofaro Alberti

Vladimir Luxuria è un’artista a 360 gradi e un ex deputata: nata come Wladimiro Guadagno, ha lottato fin da subito in difesa dei diritti LGBT

Vladimir Luxuria
Vladimir Luxuria

Il racconto di Vladimir Luxuria prosegue a Verissimo per le donne. “Ho conosciuto le botte e la violenza vera. Ho preso calci, sputi, pugni, ci sono state anche occasioni in cui ho temuto che mi potessero ammazzare soprattutto quando erano in gruppo perché il branco si sente forte” – racconta la Luxuria che però ha deciso di reagire a queste violenze. “Ad un certo punto ho deciso di reagire, quello è stato il mio primo vero gesto politico: reagire davanti alla violenza. E’ importante non stare zitta, se  lo sei loro vincono e l’odio vince, mentre deve vincere l’amore”. Poi la Luxuria cambia vita e si trasferisce a Roma dove comincia le sue prime battaglie. Sulla madre: “non ha mai smesso di volermi bene. Non sono stata ferma, anche io ho fatto dei passi per avvicinarmi a lei”. Poi la Luxuria parla della sua esperienza in Parlamento: “ho avuto una grande opportunità nel 2016, ho lavorato, sono sempre stata presente, ho cercato sempre il dialogo con tutti anche con l’opposizione”. Sul finale poi la Luxuria “ancora oggi esistono e lo fanno sui social, ma sono degli sfigati. Nascondersi dietro la tastiere? Mi sento molto più uomo io di queste persone”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Vladimir Luxuria: “ho vinto i bulli e combattuto per diventare me stessa”

C’è anche il racconto di Vladimir Luxuria nella puntata Verissimo per le donne interamente dedicata alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne. “Giocavo con la televisione, avevo una scatola di scarpe ci avevo fatto un foro e con il mio amico Sergio giocavamo a fare la tv. Già da piccolo interpretavo i ruoli femminili, mi piaceva giocare con le bambole, mi sarebbe piaciuto travestirmi da spagnola” – Luxuria ricorda così la sua infanzia e confessa – “per me era una cosa naturale, mi veniva spontaneo. Sentivo un’anima femminile e reprimevo quesa cosa, ci è voluto molto tempo per prendere la decisione più importante della mia vita: combattere per diventare me stessa”. Una scoperta che ha spinto la ex parlamentare a intraprendere un percorso importante di cambiamento come ha raccontato a Verissimo: “decidere che avrei sofferto, avrei fatto soffrire anche gli altri, ma che era la decisione più giusta”. Un momento di commozione per Vladimir che dice: “mi sembra impossibile essere qui davanti a milioni di persone a sentire la mia storia, la storia di tante mie amiche coetanee che si sono suicidiate o perché sono diventate tossicodipendenti. Noi abbiamo dovuto combattere questo mostra, questo serial killer: la solitudine. Oggi incontro tante persone che mi fanno complimenti che sono dalla nostra parte, persona che capiscono che questo non è un capriccio, ma la nostra identità”. Poi la confessione sulle violenze subite: “io so cosa significa sentirsi accerchiati, andare a fare ginnastica tornare nello spogliatoio e trovare la pipì nelle scarpe, ma la mia rivincita più grande è che quei bulli lì ho sconfitti due volti: ho proseguito gli studi con la mia laurea con 110 e lodi e la seconda che oggi questi bulli se ritorno nella mia città sai cosa mi chiedono? Di farmi un selfie con loro”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Vladimir Luxuria: cinema, tv, politica e attivismo: una carriera a 360°

Vladimir Luxuria sarà ospite quest’oggi della trasmissione Verissimo, su Canale 5. Attivista, scrittrice, personaggio televisivo, attrice ed ex politica italiana, la “Vladi” nazionale ha bisogno di ben poche presentazioni, ma per quei pochi di voi che non la conoscessero ecco una sua breve presentazione. Nata a Foggia il 24 giugno del 1965 (55 anni compiuti quindi la scorsa estate), Vladimir Luxuria è nata come Wladimiro Guadagno. L’amore per l’arte e per la musica lo manifesta fin da giovanissima, dapprima organizzando feste presso il Dirty Dixy Club, quindi esibendosi in alcuni spettacoli dal vivo agli inizi degli anni ’80 presso la Taverna del Gufo. A 20 anni esatti, era il 1985, si trasferisce a Roma dove si iscrive all’università la Sapienza, laureandosi in Lingue e Letterature straniere con 110 e lode e una tesi sullo scrittore Joseph Conrad. Negli stessi anni inizia il suo attivismo in difesa dei diritti LGBT (che poi porterà avanti sempre nel corso della vita), e lo fa anche attraverso la promozione di alcuni eventi come il famoso Muccassassina, una delle serate più note negli anni ’90 presso la capitale.

VLADIMIR LUXURIA: DAL CINEMA ALLA TV FINO ALLA POLITICA

E sempre in quegli anni, e sempre a Roma, Vladimir Luxuria inizia la carriera nel mondo dello spettacolo e del cinema, esibendosi al Piper (era il 1989) con un suo brano, e poi ottenendo la prima parte in un film, era il 1991, precisamente in Cena alle nove diretto da Paolo Breccia. Nel 1997 recita invece in Come mi vuoi al fianco di Monica Bellucci, per poi entrare anche in teatro dove reciterà in diversi spettacoli fra cui il musical Emozioni con la partecipazione di Sabrina Salerno e Ambra Angiolini. Alla fine degli anni ’90, vista anche la sua crescente popolarità, diviene un personaggio televisivo molto noto, dapprima come ospite fisso del Maurizio Costanzo Show quindi in Markette su La7, poi L’Isola dei Famosi come concorrente, il Grande Fatello come opinionista, e un’altra serie pressochè infinita di show. Vladimir Luxuria è stata anche una politica, venendo eletta con Rifondazione Comunista nel 2006, e deputata del Governo Prodi durante la XV legislatura. E’ stata la prima transgender a venir eletta al parlamento europeo. Oggi Vladimir, dopo essersi ritirata dalla politica, la si vede spesso e volentieri in tv ospite di Live non è la D’Urso e Storie Italiane, e nel contempo, sta portando avanti i suoi spettacoli nei teatri d’Italia; recentemente è anche uscita con il singolo “Tuo amante” con La Luna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA