Vladimir Luxuria/ “Ho perso un amico per la meningite, l’urlo della madre…”

- Hedda Hopper

Vladimir Luxuria si racconta a I Lunatici “Ho perso un amico per la meningite, sentire l’urlo della madre è stato devastante”, ecco le novità tra lotte alla droga e passato travagliato

vladimir luxuria 1
Vladimir Luxuria

Vladimir Luxuria è tornata sulla cresta dell’onda dopo quello che è successo lunedì sera a Live Non è la d’Urso con l’attacco frontale di Vittorio Sgarbi. Il critico non le ha mandate di certo a dire all’opinionista che commossa e ferita ha ascoltato una serie di accuse e di offese come forse non le succedeva da tempo, almeno non in tv. Il suo passato è stato travagliato e difficile ma alla fine, quando si è ritrovata ad un bivio, ha preso la decisione più giusta per la sua felicità nonostante tutto quello che questo ha comportato. Lei stessa lo racconta ai microfoni de I Lunatici parlando del passato come di qualcosa di importante: “Sono nata due volte. La prima, a Foggia, il 24 giugno del 1965. Poi sono rinata intorno ai quindici anni, quando davanti a un bivio ho scelto di non mentire a me stessa e agli altri, ma di espormi, di fare dei cambiamenti, di tirare fuori quello che sentivo dentro. Ho preferito percorrere questa strada, tortuosa, in salita, rispetto a quello dell’ipocrisia. Ma penso di aver scelto la strada giusta”.

LA DECISIONE CHE HA CAMBIATO LA VITA DI VLADIMIR LUXURIA

Vladimir Luxuria non riesce a dimenticare il momento in cui ha rinunciato ad una falsa felicità per abbracciare il suo vero io senza essere più costretta a mentire a se stessa e agli altri.: “C’era una tale mancanza di modelli di riferimento che alla fine ho deciso io di diventarlo. Non si parlava di certe cose, era un argomento tabù. Sembrava che quelle come me dovessero essere per forza sfigate, border line. Pensare che sarei diventata una parlamentare, anche se per poco, sembrava un film di fantascienza. Il rapporto con i miei genitori? Non hanno mai smesso di amarmi, anche se abbiamo avuto dei litigi“. Nella sua travagliata vita di certo anche i sentimenti e l’amore non sono stati facili ma al momento sembra che tutto sia in equilibrio e che sia riuscita a trovare l’amore. Lei stessa ospite della trasmissione radio ha rivelato di aver conosciuto qualcuno e di volerlo comunque tutelare lasciandolo fuori dal mondo del gossip e della televisione: “E’ giusto rispettare anche l’altra persona. Non è detto che se tu sei un personaggio pubblico la persona che ti vuole bene, che stai frequentando e che stai conoscendo, debba diventare anch’essa nota. Tengo protetta per questo la mia sfera sentimentale“.

VLADIMIR LUXURIA TRA LA LOTTA ALLA DROGA E UN DOLOROSO MOMENTO

Vladimir Luxuria comunque continua a lottare per i valori e i diritti in cui crede e se l’amore non è oggetto di discussione o pettegolezzo, sicuramente lo è il suo lavoro soprattutto la sua battaglia contro la droga nel quartiere del Pigneto dove vive: “Oggi la droga la trovi dappertutto, lì il problema non era solo legato allo spaccio che vedevi in qualsiasi ora del giorno. Nascevano delle contese anche tra diverse organizzazioni, era diventato pericoloso, vedevi questi che spaccavano le bottiglie e si scannavano anche in mezzo alla strada. Io scesi da casa e li affrontai. Alcuni mi minacciarono di morte, altri mi chiesero di inserirli nel mondo della televisione. Oggi la situazione è più tranquilla“. Ma se questo è un momento di normale routine in una lotta serrata contro la droga e la criminalità, a I Lunatici Vladimir Luxuria ha avuto modo di raccontare anche un passaggio doloroso che riguarda un suo caro amico: “Il momento più difficile fu quando persi un amico carissimo. Eravamo partiti per una vacanza insieme. Lui ha avuto una meningite fulminante, eravamo all’estero, ho dovuto gestire tutto tra ospedale, corse. E soprattutto ho dovuto informare i genitori. Sentire l’urlo di una madre quando devi comunicarle che suo figlio è grave in ospedale è una cosa che non si dimentica. E’ stato traumatico“. Siamo sicuri che il suo passato sia stato molto doloroso ma l’ha resa quello che è oggi e lei ne è felice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA