Walter Chiari, omaggio a La sai l’Ultima/ Iva Zanicchi: “Ne ho una venerazione”

- Fabiola Iuliano

Walter Chiari, attore comico morto nel 1991, verrà omaggiato nel primo appuntamento de La Sai l’Ultima – Digital Edition. Il ricordo di chi lo ha amato.

walter chiari canzonissima 1968
Walter Chiari (Canzonissima, 1968)

omaggio a Walter Chiari

La Sai L’Ultima – Digital Edition rende omaggio a Walter Chiari, uno dei maestri della comicità tutta all’italiana. Attore, comico e conduttore televisivo, Chiari è stato uno dei personaggi di punta della commedia assieme ad Alberto Sordi, Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi; negli anni divenne però famoso anche per le sue vicende sentimentali. Finì infatti sui rotocalchi di gossip per i suoi chiacchierati flirt con Elsa Martinelli, Mina, Delia Scala, Lucia Bosè e l’attrice statunitense Ava Gardner, vicende che negli anni a venire contribuirono ad alimentare la sua fama di dongiovanni. La sua popolarità ebbe invece una battuta d’arresto nel 1970, quando venne arrestato con l’accusa di spaccio e consumo di cocaina. Per la prima accusa fu prosciolto, per la seconda condannato con la condizionale. Riprese in mano la sua carriera partecipando a diversi spettacoli in Rai, ma un nuovo macigno, nel 1985, si abbatté sulla sua vita professionale: fu infatti accusato dal pentito Giovanni Melluso (il camorrista che ha accusato Enzo Tortora) di aver trattato l’acquisto di grandi quantità di stupefacenti. Prosciolto in istruttoria, venne riabilitato nel mondo dello spettacolo solo nel 1986 riprendendo in mano la sua vita professionale. Morì improvvisamente nel dicembre del 1991 a causa di un infarto.

Valeria Fabrizi: “Aveva molta solitudine”

La Sai L’Ultima – Digital Edition lo ricorda con uno speciale tutto dedicato alla sua comicità, ma il mondo dello spettacolo non ha mai dimenticato Walter Chiari. Nel corso degli anni sono in diversi gli artisti che hanno riportato a galla il suo genio, a cominciare dall’amica Valeria Fabrizi, che gli è rimasta accanto negli anni più bui della sua vita. “Negli ultimi anni aveva dei momenti di autodistruzione”, ha spiegato l’attrice in un’intervista concessa a Domenica In. “Era stato completamente dimenticato e ci stava malissimo. Viveva nel disordine, con un coniglio bianco. L’ho detto a mio marito e, pensa, ha voluto che venisse a vivere con noi. Gli abbiamo dato la mansarda, è stato lì fino alla fine. Aveva molto solitudine”. Come lei anche Iva Zanicchi, che in un’intervista concessa La Verità rivela ciò che Walter Chiari ha lasciato nel suo cuore: “Ne ho una venerazione – spiega la cantante – Se a teatro so far sorridere e ridere le persone, con quel senso del ritmo, lo devo a lui. Ci ho lavorato sei mesi”.

Iva Zanicchi: “Sua madre mi aveva messa in guardia”

Iva Zanicchi ripercorre, in un’intervista concessa a Massimo Castelli per La Verità, un divertente aneddoto sulla sua amicizia con Walter Chiari. “Una sera viene da me e fa: ‘Iva, sai, io con tutte quelle che lavorano con me ci vado a letto. Anche per simpatia, perché poi si lavora meglio Quindi ecco, dobbiamo fare l’amore’. E io: ‘Ma Walter, che cacchio dici?'”. L’avance, però, non ha colto di sorpresa la cantante, che era stata messa al corrente sul suo carattere da dongiovanni con largo anticipo: “Sua mamma, con cui avevo anche un rapporto d’amicizia, mi aveva messa in guardia: “Senta cara – rivela la Zanicchi – mi permetta, non ci vada a letto col mio Walter. Lui è birichino. Ma sa, l’ amicizia è più importante”. E a quanto pare il suo ‘no’ non offese Walter Chiari, che riuscì a tirare fuori quello straordinario lato comico che l’ha sempre accompagnato: “Rispose: ‘Vabbè, però non andare a dire in giro che non te l’ho chiesto eh!'”, ricorda la Zanicchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA