Wanda Nara: “Icardi-PSG opzione peggiore per me”/ “Lo volevano le italiane ma…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Wanda Nara si presenta così a Parigi: “Icardi-PSG opzione peggiore per me”

wanda nara walter sabatini
Wanda Nara a Tiki Taka

Prima intervista della moglie e agente di Mauro Icardi, Wanda Nara, da quando l’ex attaccante dell’Inter si è trasferito presso il Paris Saint Germain. La bionda imprenditrice ha parlato ai microfoni di Morfi Telefe, trasmissione argentina condotta dalla sorella Zaira, e il biglietto da visita ai tifosi del PSG non è stato proprio dei migliori: “Tra le opzioni che avevamo, il Psg era la peggiore per me perché devo fare avanti e indietro con i ragazzi, che vanno a scuola in Italia”. Il centravanti della nazionale albiceleste è stato al centro di numerosi rumors per tutto il mercato estivo, e ad un certo punto sembrava plausibile la sua permanenza in Serie A, in un top club come Juventus, Roma e Napoli: “C’erano molte squadre italiane importanti che lo volevano – ha confermato Wanda – e sarebbe stato più comodo, però ho pensato a lui”.

WANDA NARA: “ICARDI-PSG OPZIONE PEGGIORE PER ME”

Fra le opzioni sul tavolo anche quella firmata Boca Juniors, dove tra l’altro si è recentemente trasferito l’ex capitano della Roma, Daniele De Rossi, un’idea che sembrerebbe essere una sorta di chiodo fisso per la signora Icardi: “Mi piacerebbe che un giorno Mauro giocasse lì – spiega – immagino cosa si può sentire scendendo in campo in uno stadio così, pur essendo del River non mi opporrei. Però non c’è stata nessuna proposta seria dal Boca”. Un accenno anche alla polemica nata dopo che sono emerse online alcune foto di Maxi Lopez, ex di Wanda Nara, in compagnia dell’asso del PSG, Neymar: “Hanno caricato la foto lo stesso giorno in cui Mauro si è unito alla squadra. È una foto vintage, non è attuale. Voglio pensare che sia stata una coincidenza, perché tutti i giocatori sanno tutto“. Infine un accenno all’eventuale ipotesi di rappresentare altri calciatori, che però la showgirl argentina liquida così: “Non posso, perché gestire Mauro richiede impegno. Mi hanno proposto altri giocatori, i mariti delle amiche. Chi mi conosce sa che non lo faccio per interesse, ma per l’amore che ho per Mauro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA