WhatsApp Gold e video Martinelli/ Bufala su virus che hackera cellulare in 10 secondi

- Silvana Palazzo

WhatsApp Gold e video Martinelli, torna dalla Spagna la bufala del virus che hackera il cellulare in 10 secondi e poi lo “distrugge”. Attenzione alle notizie che circolano sui social…

whatsapp_pixabay
Pixabay

Tante sono le bufale che stanno circolando durante l’emergenza Coronavirus, ma ce ne sono alcune che semplicemente tornano. È il caso della fake news su “WhatsApp Gold” e l’ormai celebre video Martinelli. Per la precisione è da tre anni che circola, ma nelle ultime ore sono cresciute le segnalazioni da parte di chi ha ricevuto uno strano messaggio. E infatti la catena è di nuovo in circolazione. La bufala WhatsApp Gold e del video Martinelli si presenta come un avviso: vuole metterci in guardia a proposito di un virus in circolazione che è ricollegabile proprio al nome del video. Si è cercato di limitare la diffusione di questo testo che crea solo inutili allarmismi, ma la viralità del messaggio è forte e infatti torna periodicamente. La catena, dunque, invita gli utenti a fare attenzione riguardo la possibile attivazione di una nuova variante della famosa app di messaggistica, WhatsApp Gold appunto. Ma dopo averla aperta attraverso un link allegato, si arriverebbe al video Martinelli.

WHATSAPP GOLD E VIDEO MARTINELLI: BUFALA DALLA SPAGNA

Secondo la bufala su “WhatsApp Gold”, una volta che si procede col download si subisce un vero e proprio attacco hacker con cui si crea un processo irreversibile. Secondo questa catena di S. Antonio, una volta scaricata la versione Premium dell’app di messaggistica sci si ritrova sullo smartphone il video Martinelli che altro non farebbe che distruggere il telefonino, rubando tutti i dati in esso presenti e rendendolo poi inutilizzabile. Ovviamente è tutto falso e a vari livelli: i tecnici che si occupano dello sviluppo di WhatsApp non hanno neppure mai pensato ad una versione “Gold”. E non è neppure mai stato in distribuzione il fantomatico video Martinelli. Questa bufala, che arriva dalla Spagna, si è diffusa anche in altri Paesi europei. Così come avviene all’estero in questi giorni, vi invitiamo sempre a fare attenzione ai link che circolano su WhatsApp, sugli altri social e più in generale in Rete, ma anche alle notizie che circolano visto che sta crescendo il numero delle fake news negli ultimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA