“William tradisce Kate”/ Lo scandalo choc diventa virale: “A lei non interessa, basta che non si innamori”

- Anna Montesano

“William tradisce Kate”: il gossip choc che sta facendo il giro del mondo racconta di scappatelle del principe e di particolari pratiche sessuali

Il principe William e la consorte Kate Middleton
Il principe William e la consorte Kate Middleton

“William tradisce Kate”: il gossip choc che sta facendo il giro del mondo

Una nuova tegola si abbatte sulla famiglia reale britannica e in particolare su William e Kate. Un gossip dai tratti di un vero e proprio scandalo di corte sta facendo il giro del web. Il tutto è partito da un post pubblicato sull’account Deuxmoi, spesso al centro di grossi pettegolezzi, poi cancellato ma non prima che in tanti lo salvassero, rendendolo virale in tutto il mondo. In questo non solo si annuncia che William tradisce Kate, ma che a lei starebbe bene purchè lui non si innamori e soddisfi soltanto i suoi piaceri sessuali.

“Questo gossip è così piccante che quasi sono troppo scosso per condividerlo con voi (ma lo farò lo stesso).” inizia così il post di Deuxmoi. Poi lancia la bomba che, pur non facendo nomi, appare chiara: “La relazione extraconiugale di questo reale britannico è un segreto ormai noto a Londra e nell’ambiente dell’aristocrazia inglese ed è argomento di conversazione ai party e nelle redazioni.”

William e Kate, tradimenti e particolari pratiche sessuali: i dettagli del post-scandalo

Ma non è tutto perché il post continua lanciando indiscrezioni molto intime: “A una recente festa dei media mi hanno detto che la vera ragione dell’affair è l’amore del reale per il pegging, [una particolare pratica sessuale] che la moglie sarebbe troppo all’antica per compiere. Alla moglie non interessa e infatti preferisce che suo marito soddisfi i suoi bisogni sessuali altrove, purché le cose non vadano sul sentimentale, come accaduto con l’ultima donna”.

Un gossip molto pesante a cui non c’è stata al momento replica dalla corte britannica. Va comunque notata la presenza di un disclaimer sulla pagina di “DeuxMoi” che avverte: “Le dichiarazioni rese su questo account non sono state confermate. Questo account non sostiene che le informazioni pubblicate siano basate sui fatti”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA