Wilma Faissol, moglie Francesco Facchinetti in codice rosso/ Cos’è successo, come sta

- Silvana Palazzo

Wilma Faissol, ricoverata in ospedale in codice rosso la moglie di Francesco Facchinetti: cos’è successo e come sta dopo l’incidente a cavallo la modella brasiliana

wilma helena faissol incidente cavallo 640x300
Wilma Helena Faissol, incidente per la moglie di Francesco Facchinetti

Notte in ospedale per Wilma Helena Faissol, ricoverata ieri in codice rosso. La modella brasiliana, moglie di Francesco Facchinetti, è stata vittima di una caduta da cavallo, durante la quale ha perso il cap (casco per equitazione, ndr). Lo zoccolo dell’animale gli è passato sopra la testa, quindi la 39enne ha riportato un taglio dietro alla nuca e uno sul mento. Per questo Francesco Facchinetti e sua moglie Wilma Helena Faissol sono corsi in ospedale. Per fortuna si è tutto risolto per il meglio: commozione cerebrale e qualche punto di sutura per la donna.

Ma Francesco Facchinetti su Instagram ha spiegato che non è stato semplice per sua moglie ricevere subito le cure dei sanitari. «Wilma è stata parcheggiata al pronto soccorso di Desio. Aveva mal di testa e nausea, un sospetto trauma cranico, ma i medici ci hanno detto che prima di una tac ci sarebbero volute 6 ore. A quel punto mi sono consultato con i miei medici di fiducia. E, vista l’assurdità della situazione, ho deciso di riportarla a casa», ha raccontato Francesco Facchinetti.

FRANCESCO FACCHINETTI “POTEVA ANDARE PEGGIO”

La situazione però non è migliorata a casa, anzi. Wilma Helena Faissol si è sentita nuovamente male. Quindi, la coppia in serata è tornata in ospedale, al pronto soccorso di Cantù, dove stavolta la modella ha ricevuto tutte le cure del caso. «Mia moglie è stata ricoverata in codice rosso, gli hanno fatto tutti gli esami neurologici, tac compresa e fortunatamente oggi è potuta tornare a casa», ha aggiunto Francesco Facchinetti sui social, dove ha pubblicato una foto di lui e sua moglie che si tengono per mano. «I miei medici hanno detto che doveva essere immediatamente visitata alla testa (Tac, etc). Non ho voluto litigare, anche se ero molto inca**ato». Ma oggi, che è il compleanno di Wilma, le ha voluto dedicare un’altra storia carica di sollievo: «Poteva andare molto peggio, quando un cavallo di 600 chili ti passa sopra la testa e tu perdi il casco ti può andare veramente male».







© RIPRODUZIONE RISERVATA