YOU DREAM WE BELIEVE/ Midori vince il contest per le startup di Illumia e Wylap

- La Redazione

Si è chiusa oggi la terza edizione del contest “You dream, we believe”, dedicata alle startup che operano nel settore dell’Energia

YDWB WINNER 2020 CS2020 640x300

Si è chiusa oggi la terza edizione del contest “You dream, we believe“, dedicata alle startup che operano nel settore dell’Energia. Ideatori del progetto Illumia, giovane azienda indipendente nella vendita di energia elettrica e gas e Wylab, incubatore di idee e startup. Obiettivo principale del contest quello di offrire la possibilità a progetti d’avanguardia di mostrare nuove vie per tendere tangibile l’energia.

Vincitore dell’edizione 2020 è MIDORI, startup che realizza strumenti di smart metering e di analisi energetica rivolti ad aziende e cittadini, tra i quali NED: un dispositivo intelligente per il controllo e il monitoraggio dell’abitazione e degli elettrodomestici che aiuta le famiglie a migliorare la sicurezza, il controllo, l’efficienza energetica e la qualità della vita domestica.

I migliori progetti selezionati sono stati protagonisti del Pitch day del Contest, che si è svolto quest’anno in una formula completamente digital per dare l’opportunità ai giovani startupper di entrare in contatto tra loro e con l’azienda nel pieno rispetto delle normative vigenti. I concorrenti hanno anche potuto ascoltare la testimonianza di Federico Grom, ideatore della catena di gelaterie di successo internazionale Grom e affermato motivatore imprenditoriale.

Per i progetti finalisti, l’opportunità di partecipare a un business training tenuto dall’Executive Business Coach di Illumia. Anche quest’anno è stato fortemente voluto dalla giovane azienda energetica il coinvolgimento di tutta la popolazione aziendale: al voto della giuria tecnica si è infatti sommato quello della “giuria popolare Illumia”. Tutti i dipendenti sono stati chiamati ad assistere via web ai pitch delle startup e a valutare il grado di innovazione e il potenziale dei progetti, diventando giudici di startup per un giorno pur rimanendo nelle loro case, in smart working.

Il progetto di MIDORI sarà oggetto di una fase di studio da parte di Illumia per valutare l’inizio di una collaborazione con il primo family business del mercato energetico. “Quest’anno più che mai c’è bisogno di uno stimolo e di un esempio nel vedere in ogni limite un’opportunità. L’attitudine di queste start up è un meraviglioso pungolo per chi lavora in azienda.” – ha dichiarato Marco Bernardi, Presidente di Illumia – “Nel nostro piccolo abbiamo voluto lanciare un segnale di controtendenza e resilienza, scegliendo di non rinunciare alla possibilità di realizzare anche quest’anno il nostro contest pur dovendoci adattare a circostanze insolite e sicuramente sfidanti”.

“Siamo molto felici di questa collaborazione, che continua ad andare avanti in maniera molto interessante” – ha confermato la Presidente di Wylab, Vittoria Gozzi – “Quella con Illumia è certamente una partnership di prestigio, che contiamo non solo di rinnovare ma anche di rafforzare nel corso degli anni, perché remiamo esattamente nella stessa direzione. Anche in epoca di emergenza sanitaria, siamo riusciti a realizzare il contest e abbiamo potuto intravedere delle idee vincenti. Noi, come Wylab, siamo da sempre alla ricerca di innovazione e mi pare proprio che, anche quest’anno, il livello sia stato veramente alto”.

“Ringrazio Illumia e Wylab per avermi invitato a partecipare a questa giornata di confronto con tante giovani realtà imprenditoriali che si affacciano sul mercato” – ha commentato Federico Grom, brillante ideatore della catena internazionale di gelaterie Grom e affermato speaker motivazionale – “Con la mia testimonianza spero di aver dato qualche spunto di riflessione su cosa significa fare impresa per una giovane startup con un progetto in cui crede. Penso siano tanti gli ingredienti necessari ad accendere l’innovazione: curiosità, spirito creativo, un po’ di incoscienza, tanta fortuna e l’errore, che è sempre occasione di reale apprendimento. Non bisogna avere paura di sbagliare, perché solo da grossi errori ben fatti nascono vere opportunità di crescita.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA