Young resta all’Inter/ Calciomercato: inglese ok, poi rivoluzione sulle fasce

- Mauro Mantegazza

Young resta all’Inter, calciomercato: con l’inglese verrà esercitata l’opzione a fine stagione, per il resto ci sarà una rivoluzione sulle fasce nerazzurre.

Young
Ashley Young (LaPresse)

Ashley Young si è preso l’Inter in sole sette partite, per il resto sulle fasce potrebbe esserci una vera e propria rivoluzione di calciomercato in vista della prossima stagione nerazzurra. Cominciamo dalla certezza: Ashley Young resterà all’Inter anche dopo la scadenza del suo contratto di sei mesi – e non solo perché la stagione attuale (anche nella migliore delle ipotesi) certamente proseguirà oltre il 30 giugno. L’esame è stato superato in fretta, l’opzione di rinnovo adesso è solo una formalità burocratica da sbrigare. Ashley Young malgrado i suoi 35 anni a luglio ha conquistato tutti.

Antonio Conte lo aveva indicato come primo nome per rinforzare le fasce a gennaio e l’ex Manchester United ha impressionato: pronto da subito, sia per la fascia destra sia a sinistra, che è d’altronde la sua collocazione naturale. Sette presenze e un gol contro la Lazio in un mese e mezzo in nerazzurro prima dello stop per Coronavirus bastano per fare di Young un punto di riferimento per l’Inter della prossima stagione, anche se naturalmente per il futuro a lunga scadenza non può essere un classe 1985 la soluzione.

YOUNG E POI? RIVOLUZIONE INTER SULLE FASCE

Ashley Young comunque è oggi l’unica certezza tra gli esterni dell’Inter, mentre La Gazzetta dello Sport riferisce che tutti gli altri sono sotto esame: ad esempio solo uno tra Antonio Candreva e Victor Moses resterà in nerazzurro. Il futuro di Cristiano Biraghi, che è tornato nella “sua” Inter in prestito con diritto di riscatto è ancora tutto da scrivere così come quello di Dalbert, che nello stesso affare era andato in prestito secco alla Fiorentina. Per Kwadwo Asamoah ovviamente pesano i troppi problemi fisici mentre per Federico Dimarco la soluzione dovrebbe essere un altro prestito, al Verona oppure altrove.

Almeno un grande acquisto nel settore è fondamentale, tenendo anche conto che Antonio Conte chiede agli esterni un grande dispendio di energie: servono dunque più soluzioni. Marcos Alonso ed Emerson Palmieri del Chelsea restano in primo piano, ma attenzione anche alla pista che porta a Barcellona, con cui l’Inter potrebbe avere molto di cui parlare. Nelson Semedo e Junior Firpo sono profili compatibili col nuovo progetto nerazzurro, che passerà sicuramente da un restyling delle fasce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA