Zona rossa Alzano e Nembro, ricostruzione Conte/ Video: “Situazione compromessa e…”

- Mirko Bompiani

Zona rossa Alzano e Nembro, il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa ha ripercorso le tappe relative al dossier discusso in queste ore.

Zona rossa Alzano e Nembro, ricostruzione Conte
Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte (LaPresse)

Zona rossa ad Alzano e Nembro, arriva la ricostruzione del premier Giuseppe Conte. Intervenuto in conferenza stampa per presentare il dl Agosto, il presidente del Consiglio è tornato sul “famoso” verbale del 3 marzo 2020 del Comitato Tecnico Scientifico, ribadendo ancora una volta che il suo Governo si sempre assunto la responsabilità politica delle proprie decisioni. Dopo aver evidenziato di non poter ripetere determinati passaggi riferiti ai pm di Bergamo, Conte ha iniziato il suo racconto: «Ne sono venuto a conoscenza il 5 marzo, arrivato al segretario generale della Presidenza di Chigi. A margine del CdM, fermandomi con i ministri competenti, facciamo una valutazione su questa proposta di adottare una cintura rossa per questi piccoli comuni di Alzano e Nembro. A quel punto maturiamo la convinzione che sia opportuna un’interlocuzione col Cts».

ZONA ROSSA ALZANO E NEMBRO, LA RICOSTRUZIONE DI CONTE

Il premier Conte ha poi messo in risalto di trovarsi di fronte ad una situazione diversa rispetto ai focolai di Lodi e di Vo Euganeo: «Il ministro della Salute ha chiesto un parere al dottor Brusaferro, il quale elabora un parere già la sera del 5 marzo. A notte inoltrata, io e il ministro della Salute ci confrontiamo: io gli anticipo che sarei andato io al Cts per confrontarmi con gli esperti. Avevamo predisposto quella zona rossa, ma avevamo un dubbio: in una situazione compromessa, che senso ha introdurre una cintura rossa solo per Alzano e Nembro?». «Mi sono recato alla Protezione Civile, ho dialogato con il Cts. Ho posto questa questione: non è il caso di pensare a misure più radicali», ha aggiunto Conte: «Il Cts rivede le posizioni e si convince che sia necessario introdurre misure più restrittive:il parere del Cts è del 7 marzo. In poche ore, ricevuto il parere, ci confrontiamo con i ministri competenti, con i presidenti di regione, ed io alle 2.00-3.00 di notte firmo il nuovo Dpcm, zona rossa per la Lombardia».



© RIPRODUZIONE RISERVATA