RUBRICHE / Dirigere scuole

DiSAL (Dirigenti Scuole Autonome e Libere) è un’ associazione professionale di dirigenti scolastici costituita nel 2001 dall’incontro di amici e colleghi direttori didattici e presidi,  provenienti da esperienze associative e sindacali diverse. L’associazione è scaturita dalla volontà di difendere il futuro di una figura di dirigente scolastico che resti uomo di scuola e di cultura, prima ancora che tecnico o manager di una organizzazione che pur deve fare ben funzionare. Per questo motivo per DiSAL il primo compito del dirigente scolastico è quello di collaborare a creare nella scuola le condizioni che favoriscano esperienze culturali ed educative ricche di significati per i giovani, in un contesto di comunità scolastiche autonome e libere. L’associazione, nata a Milano e ormai diffusa su tutto il territorio nazionale, promuove nelle diverse realtà regionali incontri, attività e iniziative volte a realizzare una reale solidarietà professionale tra dirigenti scolastici delle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado. www.disal.it    

SCUOLA/ Le associazioni professionali e il gemellaggio per l’Abruzzo

Le Associazioni Professionali dei docenti e dirigenti della scuola aderenti al FONADDS (Forum delle Associazioni presso il MIUR), su proposta di DiSAL, hanno avviato il seguente progetto che costituisce una grande iniziativa comune per il bene della scuola tutta. Il progetto è stato presentato al Ministero dell'Istruzione quale proposta di collaborazione alle prime ed urgenti misure avviate per la situazione delle scuole aquilane coinvolte nel terremoto

ISTRUZIONE/ La scuola autonoma abbandonata dal MIUR

Nelle Istituzioni Scolastiche Autonome Statali è giunta nei giorni scorsi la circolare prot. n. 3338 del 25 novembre scorso che detta, come di consueto, ai dirigenti scolastici disposizioni per la predisposizione del Programma Annuale finanziario per l’anno 2009. Più che di indicazioni utili sarebbe il caso di parlare di indicazioni omissive

SCUOLA/ Passiamo dalla protesta alla proposta

Dopo la conversione in legge del decreto n° 137 voltiamo pagina e proponiamo le seguenti riflessioni per l’attuazione del PIANO PROGRAMMATICO presentato dal ministro Gelmini di concerto con il ministro dell'economia il 25/09/08 ai sensi dell’art. 64 c. 3 del DL 112/2008, convertito in L. 133/2008. VOTA IL SONDAGGIO.

GLI ARCHIVI DELLE RUBRICHE