Rubriche / Il Sicomoro

Il comunismo è crollato con il Muro. Ma è chiaro a tutti che “un certo” comunismo è crollato con la Lehman Brothers? Forse no, o non ancora. L’iperliberismo “yankee” che ha impazzato per vent’anni tra le due sponde dell’Atlantico avrebbe dovuto essere definitivamente archiviato, con la grande crisi, ma così non è stato. E contro il rischio che il sistema non abbia ancora imparato la lezione, o comunque si rifiuti di impararla, vale la pena spendersi. E’ l’obiettivo di questa rubrica, che si ispira al tentativo illuminato del pubblicano Zaccheo di arrampicarsi sul sicomoro – lui, professionista contaminato dal denaro – per guardare da lontano quel predicatore chiamato Gesù e capire in quale direzione potesse indirizzarlo (Lc 19, 5). Obiettivo ambizioso, ma non presuntuoso. Perché è con umiltà che “Il sicomoro” tenterà di interpretare i grandi fatti dell’economia cercando in essi gli elementi capaci di conciliare le regole del capitalismo con i valori della persona e della solidarietà.