SPECIALI / Caritas in veritate

Con l’enciclica sociale «Caritas in veritate», firmata il 29 giugno scorso, Benedetto XVI ha posto l’accento sull’originalità della fede e sul contributo che i cristiani possono dare alla convivenza sociale e allo sviluppo. Nella situazione attuale di crisi economica, che ha minato la pretesa di autosufficienza dell’uomo, non è più pensabile «eliminare il male presente nella storia solo con la propria azione fino a far coincidere la felicità e la salvezza con forme immanenti di benessere e di azione sociale».

ENCICLICA/ 2. Campiglio: la crisi spiegata a chi ancora non l’ha capita

Poiché comincia a farsi strada l’idea che questa crisi non sia molto diversa dalla altre e quindi fra poco si potrà tornare senza più pericoli all’esuberanza del passato questa lettera enciclica merita di ricevere risposte intellettualmente rigorose e rispettose di una visione dell’economia al cui interno ogni uomo, con la sua vita, è al centro del meccanismo sociale