SPECIALI / Crocifisso: sentenza della Corte

A seguito della sentenza emanata lo scorso 3 novembre 2009 dalla Corte Europea di Strasburgo per i diritti umani che in pratica ha messo “fuori legge” il crocifisso nelle aule scolastiche italiane ilsussidiario.net ha raccolto diversi interventi da parte di giuristi, politici e opinionisti. Proponiamo all’interno di questo speciale alcune riflessioni riguardo a questo delicato tema, al concetto di laicità dello Stato e di libertà religiosa

La Corte del buon senso

“Ragionevolezza” è il principio giuridico non esplicitato, ma che spiega il rovesciamento della decisione della Corte europea nel caso Lautsi. L’editoriale di MARTA CARTABIA

L’Europa che difende il crocifisso

La Commissione europea ha preso le distanze dalla sentenza della Corte di Strasburgo sull’affissione dei crocifissi nelle aule scolastiche. Un gesto a cui deve seguire una svolta

PETIZIONE/ Ridateci l’Europa che vogliamo

La sentenza contro il crocifisso nelle aulee scolastiche ha lasciato un segno profondo nel cuore della gente, ferita nella propria identità da una falsa giustizia. Cristiana Muscardini e Mario Mauro, del Pdl, e David Sassoli, del Pd, lanciano una petizione per chiedere alla Corte che la cultura e l'identità dell'Europa siano rispettate. LEGGI IL TESTO DELLA PETIZIONE

Moriremo francesi?

In una battuta, questa sentenza chiude un dibattito - quello sulla laicità dello Stato - e ne apre uno nuovo, tutto da esplorare: sul significato della libertà religiosa nello spazio pubblico europeo. VOTA IL SONDAGGIO

Una sentenza contro l’Europa

La decisione della corte di Strasburgo è il manifesto politico di chi vuole il declino definitivo di un progetto che ci ha regalato più di 50 anni di pace e benessere