SPECIALI / Diario olimpico

Il reportage quotidiano dei Giochi di Pechino: Silvano Danzi, allenatore della squadra di mezzofondo prolungato racconta l'avventura dei suoi azzurri. Le gare e le emozioni degli atleti italiani, i risultati e le speranze di chi, tutti i giorni, si è impegnato per questo grande appuntamento sportivo.

DIARIO OLIMPICO/ Gli atleti kenyoti: quando correre significa entrare nel mito

Prosegue il diario olimpico de ilsussidiario.net con le emozioni e i racconti di GIANNI GHIDINI, responsabile del mezzofondo veloce italiano, già tecnico delle stagioni d’oro di Andrea Benvenuti. Ci descrive l'attesa, la tensione e le emozioni vissute dagli atleti Kenyoti che si allenano con lui a Bussolengo e che negli 800 e nei 1.500 lotteranno per il podio. Fra allenamenti in patria e fuori, durissime selezioni e trials, gli atleti del Kenya affrontano le Olimpiadi con uno spirito del tutto particolare, ricco di significati a metà fra la dimensione agonistica e quella mitologica. Un atteggiamento che ha molto da insegnare a tutti i protagonisti del mondo sportivo

DIARIO OLIMPICO/ Che emozioni! Ma nella esaltazione o nella delusione conta solo l'attenzione alla persona

Continua il diario di SILVANO DANZI, allenatore della squadra italiana del mezzofondo prolungato alle Olimpiadi di Pechino. Oggi ci racconta il mix di emozioni provato dopo la delusione di Noemi Cantele nella gara di ciclismo su strada e la gioia per i successi degli atleti che ieri hanno vinto uno storico oro nella spada, un argento nel tiro al volo e un bronzo con la gran prova della Guderzo nel ciclismo. Guarda le foto scattate per ilsussidiario.net a Pechino

DIARIO OLIMPICO/ «Che emozione vivere i Giochi con questi ragazzi, ve li vogliamo raccontare»

SILVANO DANZI e PIERINO ENDRIZZI, sono i respondabili del mezzofondo prolungato della squadra Olimpica italiana. Da Pechino racconteranno a ilsussidiario.net le emozioni, le gioie e le delusioni delle atlete e degli atleti che in Cina si misurano con i propri sogni e i propri limiti. Inseguendo una medaglia, ma soprattutto affrontando da protagonisti la sfida con se stessi

DIARIO OLIMPICO/ Un'azzurra ai giochi di Pechino con la voglia di vincere per riscattare l'immagine del ciclismo

Ventisette anni, originaria di Arcisate in provincia di Varese. La ciclista NOEMI CANTELE ci trasmette il suo entusiasmo per le prossime olimpiadi, le seconde alle quali gareggia, raccontandoci come si è appassionata a questo sport, i suoi esordi e il duro allenamento quotidiano. Una limpida testimonianza proveniente da un mondo ultimamente troppo spesso offuscato dai numerosi casi di doping