SPECIALI / Santo Natale 2012

Anche oggi, 25 dicembre 2012, accade quello che l'evangeli sta Luca ci racconta:  "In quel tempo. Appena gli angeli si furono allontanati da loro, verso il cielo, i pastori dicevano l’un l’altro: «Andiamo dunque fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere». Andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore. I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro."

Il Natale e il nostro destino

La divisione tra il corpo e lo spirito è una semplificazione del tempo in cui viviamo. Nell'arte cristiana e nel Mistero del Natale si scopre che non è così. Ne parla LORENZO ALBACETE

Vigilia di Natale

Per noi "vigilia" significa semplicemente il giorno che ne precede un altro, soprattutto se quest’ultimo ha una particolare importanza. Ma in realtà è molto di più. PIGI COLOGNESI

La fonte della giovinezza

Quest’anno vivo l’Avvento pensando a mia madre. Una «ragazzina» di quasi 87 anni, piena di passioni, interessi, scoperte. Grazie alla Fede. Ne parla VINCENT NAGLE