SPECIALI / Verso le europee

Per molti di noi il Parlamento europeo può sembrare un’istituzione lontana, la cui azione non ha un  effetto diretto sulle nostre vite. Se questo può essere in parte vero a causa di una certa rigidità burocratica degli organi di Bruxelles, è però altrettanto importante ricordare che in Europa si sta giocando una partita fondamentale, che non è solo politica ma soprattutto culturale: l’introduzione di nuovi diritti nati sul tronco del principio di non discriminazione e su quello dell’autodeterminazione dell’individuo. L’appuntamento delle elezioni europee è allora fondamentale per difendere una concezione dell’uomo non relavistica, concezione da cui far discendere scelte politiche coerenti

EUROPEE/ Che cosa conta per te?

Questo è l’interrogativo che ho posto in primo luogo a me stesso di fronte all’ormai imminente appuntamento elettorale del 6 e 7 giugno. La risposta è stata sempre la stessa: dare forma all’Europa che abbiamo nel cuore

L’Europa di Benedetto

Il Santo Padre è tornato ieri a parlare di San Benedetto da Norcia, figura esemplare e Santo patrono dell’Europa

EUROPEE/ Giannino: facciamo gli Stati Uniti d’Europa

L'Europa di cui abbiamo bisogno in economia non deve solo essere capace di riflettere su quanto ci sta rivelando la più grave crisi quanto meno dal secondo dopoguerra. Deve anche essere capace di agire, dopo la riflessione. GUARDA IL VIDEO DELL'INCONTRO PUBBLICO DELLA CDO "DIFENDERE LA LIBERTA', SOSTENERE LA RESPONSABILITA'".

EUROPEE/ Ornaghi: l’Europa cristiana è la vera novità politica e culturale

Il rettore dell’Università Cattolica di Milano, Lorenzo Ornaghi, docente di Scienza politica, al tema dell’integrazione politico-istituzionale dell’Europa e al dibattito culturale intorno alla stesura della Costituzione europea ha dedicato molta parte della propria riflessione teorica. A ilsussidiario.net propone le sue riflessioni sull’appuntamento elettorale del 6 e 7 giugno

A cosa serve l’Europa

A cosa teniamo dunque? A cosa tiene l'Europa, qual è il cuore del progetto che chiamiamo Europa Unita? Vorrei dirlo con semplicità e con forza insieme: la persona prima di tutto

ELEZIONI/ In cosa sperare?

Quale sfida lanciano le elezioni europee, quale occasione offrono alla vita di ciascuno di noi abitanti del Vecchio Continente, quale protagonismo è possibile in un evento di simili proporzioni?

L’Europa contro i totalitarismi

Quella che ci lasciamo alle spalle è una settimana importante per Bruxelles. Il Parlamento europeo ha approvato mercoledì scorso la Risoluzione su coscienza europea e totalitarismi

PDL/ Il futuro è nell’Europa

Non è una novità, se in un tempo ricco di sfide (dalla crisi economica ai grandi temi etici) il Pdl sceglie di puntare sull’Unione europea, rivendicando con forza la fiducia nell’Europa

UE/ Dall'Europa un attacco ai diritti e alla vita sociale

Continua il dibattito sui “nuovi diritti” e sulla pretesa della Ue, come dimostra la risoluzione del 14 gennaio scorso, di estendere il controllo comunitario alla tutela dei diritti dei singoli negli Stati membri. E di vigilare sul rispetto dei diritti nelle cosiddette “istituzioni chiuse”, famiglia compresa. Interviene Paolo Carozza, presidente della Commissione interamericana dei diritti dell’uomo e docente di diritto internazionale nell’Università di Notre Dame, Usa

DIRITTI/ Dall’Ue un attacco agli spazi di libertà delle persone

Con una risoluzione del 14 gennaio 2009 il Parlamento Ue è intervenuto in tema di diritti fondamentali. Non sarebbe una novità. Solo che questa volta il Parlamento prende di mira nientemeno che gli Stati membri e le formazioni sociali. Ma è vera difesa dei diritti o una nuova forma di individualismo che attacca “per legge” la libertà dei cittadini?

GLI ARCHIVI DEL SPECIALI