BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Colombia-Argentina (risultato finale 0-1) streaming video Gazzetta.tv, il tabellino: decide Biglia (17 novembre 2015, qual. Mondiali 2018)

Diretta Colombia-Argentina, streaming video Gazzetta.tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca a Barranquilla, valida per la quarta giornata di qualificazione ai Mondiali 2018

Foto Infophoto Foto Infophoto

L’Argentina espugna lo stadio Roberto Melendez di Barranquilla per una rete a zero grazie ad un gol di Lucas Biglia al minuto 21 del primo tempo e conquista così i primi tre punti nel girone di qualificazione del gruppo sudamericano al Mondiale di Russia 2018. La formazione di coach Martino sale così al quarto posto a quota 5. Brutto stop per la Colombia che, dopo il pari con il Cile, incassa la seconda sconfitta e rimane a quota 4 punti.

Parte bene la Colombia, ma è l’Argentina che si rende pericolosa al 13’ con un’ottima azione di Di Maria che mette una palla al centro per Higuain che manda alto. La formazione albiceleste va in vantaggio al minuto 21 grazie ad un’ottima azione di Banega che vede libero sulla destra Lavezzi; l’attaccante argentino mette la palla al centro, Zapata non riesce ad allontanare e Biglia insacca a porta vuota. Primo gol per il centrocampista con la nazionale argentina. La Colombia non reagisce e dopo il meritato vantaggio, l’Argentina cerca subito il gol del raddoppio: sempre Di Maria prova ad andare via in profondità, Zapata lo ferma con un intervento falloso: la formazione ospite chiede il cartellino rosso per fallo da ultimo uomo ma l’arbitro estrae solo il giallo. La Colombia prova a ripartire ma la difesa albiceleste chiude bene tutti gli spazi. Al 35’ la Colombia ha l’occasione di pareggiare: errore grave di Funes Mori che di testa serve Bacca, l’attaccante colombiano si trova solo davanti a Romero ma il portiere argentino riesce a fermare il numero 7 dei Cafeteros. La Colombia chiede il rigore ma l’arbitro fa proseguire. Al 40’ Argentina vicina al raddoppio: strepitoso assist di Higuain per Di Maria che davanti ad Ospina manda a lato. Finisce così il primo tempo sul risultato di 1-0 per la formazione di mister Martino.

Ad inizio ripresa Pekerman inserisce Muriel per M. Torres per cercare di dare maggiore vivacità all’attacco colombiano, ma il secondo tempo riparte con l’Argentina subito in attacco: ci prova Higuain, Ospina para in due tempi. La Colombia cerca i suoi attaccanti con lanci lunghi ma la difesa albiceleste con Otamendi e Mercado chiude bene tutti gli spazi. Al minuto 50 ci prova Fabra per i padroni di casa con un tiro da fuori che esce di poco. Pekerman prova allora a mischiare le carte: fuori Torres e Gutierrez rispettivamente per Muriel e Cardona. L’Argentina aspetta la Colombia e prova a ripartire in contropiede sfruttando gli spazi. Ci prova ancora la Colombia con una punizione dai trenta metri con Rodriguez. ma la difesa albiceleste respinge in angolo. Al minuto 65 Muriel, si libera in area e va al tiro ma la palla finisce alta. Al minuto 70 primo cambio per l’Argentina: esce uno stanco Higuain, dentro Dybala. La partita si fa più cattiva: finiscono sul taccuino dell’arbitro Palacios e Mejia per la Colombia e Mascherano per l’Argentina. La formazione di casa non riesce ad essere pericolosa: troppi lanci lunghi e la difesa argentina riesce a chiudere bene gli spazi. Gioco fermo per un qualche minuto per un infortunio occorso a Mercado che esce in barella, al suo posto Peruzzi. Al minuto 75 ultimo cambio per mister Pekerman: fuori un centrocampista, Mejia, dentro un attaccante, Ramos. Ci prova poi Cardona con un tiro da fuori che non impensierisce Romero. Al minuto 80’ contropiede della formazione ospite che porta al gol Dybala ma l’arbitro annulla per un fuorigioco dubbio. La formazione ospite controlla agevolmente gli ultimi minuti di gioco andando vicinissima al raddoppio con Dybala che colpisce il palo. Negli ultimi minuti la Colombia prova a rendersi pericolosa dalle parti di Romero: ci prova prima Rodriguez, che viene chiuso bene dalla difesa argentina, e Cardona poi su punizione. In pieno recupero la formazione di casa va vicinissima al pareggio: Rodriguez riesce a tenere in gioco un pallone difficilissimo e mette la palla al centro, Muriel va al tiro ma viene ribattuto dalla difesa argentina; la palla finisce a Murillo che manda alto. E’ l’ultima occasione per i Cafeteros, che perdono così la prima partita casalinga. (Emanuele Rufini)

L’Argentina espugna lo stadio Roberto Melendez di Barranquilla grazie ad un gol di Biglia al minuto 21 del primo tempo e conquista così la sua prima vittoria nel girone di qualificazione del gruppo sudamericano al Mondiale di Russia 2018. Nella parte finale del match, la formazione ospite controlla agevolmente gli ultimi minuti di gioco andando vicinissima al raddoppio con Dybala che colpisce il palo. La Colombia prova a rendersi pericolosa dalle parti di Romero: ci prova prima Rodriguez, che viene chiuso bene dalla difesa argentina, e Cardona poi, su punizione. In pieno recupero la formazione di casa va vicinissima al pareggio: Rodriguez riesce a tenere in gioco un pallone difficilissimo e mette la palla al centro, Muriel va al tiro ma viene respinto dalla difesa argentina; la palla finisce a Murillo che manda alto. E’ l’ultima occasione per i Cafeteros, che perdono così la loro prima partita casalinga. 

Al minuto 67, Higuain smarca Lavezzi, Palacios commette un intervento falloso e l’arbitro estrae il giallo. Sulla punizione successiva, Banega prova dai trenta metri ma la difesa respinge. Al minuto 70 primo cambio per la formazione albiceleste, esce uno stanco Higuain, dentro Dybala. Altro giallo poi per la Colombia: a finire sul taccuino dell’arbitro è Mejia al minuto 71. La Colombia non riesce ad essere pericolosa: troppi lanci lunghi e la difesa argentina riesce a chiudere bene gli spazi. Gioco fermo per qualche minuto per un infortunio occorso a Mercado che esce in barella, al suo posto Peruzzi. Al minuto 75 ultimo cambio per mister Pekerman: fuori un centrocampista, Mejia, dentro un attaccante, Ramos. Ci prova poi Cardona con un tiro da fuori che non impensierisce Romero. Al minuto 80’ gol annullato a Dybala per un fuorigioco dubbio.

La Colombia prova a rendersi pericolosa, ma l’Argentina chiude bene tutti gli spazi. La formazione di casa ha operato due sostituzioni: fuori Torres e Gutierrez rispettivamente per Muriel e Cardona. L’Argentina prova a ripartire in contropiede sfruttando gli spazi con Lavezzi, copre bene la difesa dei Cafeteros. Ci prova ancora la Colombia con una punizione dai trenta metri con Rodriguez fermato da Mascherano (giallo per il centrocampista argentino nell’occasione) ma la difesa albiceleste respinge in angolo. Al minuto 65 Muriel si libera in area e va al tiro ma la palla finisce alta.

Il secondo tempo riparte con l’Argentina subito in attacco ancora con Lavezzi che crossa al centro per Di Maria. Il numero 10 della formazione ospite va al tiro, ma Ospina para in due tempi. La Colombia prova con lanci lunghi ma chiude bene la difesa albiceleste con Otamendi e Mercado. Al minuto 50 la formazione di casa va vicina al pareggio con un gran tiro da fuori di Fabra che esce di poco.

Nella quarta giornata delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018 per il girone sudamericano Conmebol Colombia e Argentina si affrontano al Roberto Melendez di Barranquilla. Dopo il pareggio 1-1 della nazionale albiceleste contro il Brasile, alla squadra di mister Martino serve una vittoria. La Colombia sceglie il classico 4-4-2 con Bacca e Gutierrez davanti mentre l’Argentina risponde con il trio Higuain-Lavezzi-Di Maria. Partita molto fisica da entrambe le parti. Dopo un ottimo inizio della Colombia, l’Argentina riesce ad uscire dalla propria metà campo e si rende pericolosa al 13’ con un’ottima azione di Di Maria che mette una palla al centro, Higuain manda alto. Al 21’ Argentina in vantaggio con un gol di Biglia che raccoglie un ottimo assist al centro e a porta vuota porta in vantaggio la formazione di Martino. 

Comunicate le formazioni ufficiali, Colombia ed Argentina stanno per scendere in campo a Barranquilla per disputare il match di qualificazione ai prossimi mondiali. Nell'Albiceleste c'è anche Gonzalo Higuain, che nei giorni scorsi aveva lavorato a parte per una botta al piede destro. COLOMBIA (4-3-1-2): 1 Ospina; 17 Palacios, 2 C.Zapata, 22 Murillo, 18 Fabra; 8 Cardona, 16 D.Torres, 15 Mejia; 10 J.Rodriguez; 9 Muriel, 21 T.Gutierrez In panchina: 12 C.Vargas, 23 Bonilla, 3 Meza, 5 Carbonero, 7 Bacca, 11 F.Pardo, 13 Guarin, 14 Mojica, 19 A.Ramos, 20 M.Torres, Espinosa, Quintero Allenatore: José Pekerman ARGENTINA (4-2-3-1): 1 Romero; 3 Mercado, 17 Otamendi, 13 R.Funes Mori, 16 Rojo; 14 Mascherano, 6 Biglia; 10 Di Maria, 19 Banega, 22 Lavezzi; 9 Higuain In panchina: 12 N.Guzman, 23 Marchesin, 2 Maidana, 4 Peruzzi, 5 Kranevitter, 7 Dybala, 8 E.Perez, 11 Lamela, 15 Demichelis, 18 A.Correa, 20 Gaitan, 21 Mas Allenatore: Gerardo Martino 

La partita fra Colombia e Argentina è senza dubbio una delle grandi classiche del calcio sudamericano. Basti pensare che nella loro storia le due nazionali si sono incontrate esattamente 34 volte. Un bilancio che è ovviamente in favore della selezione albiceleste che conta 18 vittorie, mentre sono sole 6 le vittorie colombiane, con 10 pareggi. Il primo precedente risale addirittura al 1945 quando la Seleccion batté i Cafeteros con il risultato tennistico di 9 a uno. Due anni dopo, sei a zero per l’Argentina, mentre nel 1957, successo 8 a 2 sempre per la squadra albiceleste. Per attendere il primo trionfo della Colombia bisogna andare al 1984, amichevole vinta per uno a zero. L’ultimo precedente è lo zero a zero della Copa America del 2015, gara chiusasi ai rigori con il risultato di 5 a 4 per l’Argentina.

, diretta dall’arbitro ecuadoreno Carlos Vera, si gioca alle ore 21:30 italiane (le 15:30 locali) presso il Metropolitano Roberto Melendez di Barranquilla; è valida per la quarta giornata delle qualificazioni ai Mondiali 2018. Il girone sudamericano comprende le 10 nazionali della Conmebol; le prime quattro accedono direttamente alla fase finale mentre la quinta giocherà uno spareggio in andata e ritorno.

E’ curioso notare che allo stato attuale delle cose sia Colombia che Argentina sarebbero eliminate: i Cafeteros hanno ottenuto finora 4 punti, la Seleccion addirittura 2 e va in cerca della prima vittoria in queste qualificazioni. Naturalmente la strada è lunga (mancano ancora 15 partite, compresa questa) e c’è tutto il tempo di recuperare, ma è innegabile che le due nazionali stiano attraversando vari problemi. Entrambe erano uscite benissimo dal Mondiale brasiliano: la Colombia, eliminata ai quarti, era quella che aveva forse espresso il miglior gioco ed era destinata a un futuro radioso, mentre l’Argentina pur con qualche singhiozzo di troppo si era giocata il titolo fino al tempo supplementare della finale.

La Coppa America ha ridimensionato le aspettative: entrambe hanno giocato male, ancora una volta la Colombia è uscita ai quarti (proprio contro l’Albiceleste) mentre l’Argentina ha raggiunto una finale nella quale ha sprecato tante occasioni per poi perdere ai rigori contro i padroni di casa del Cile.

Sicuramente sulla nazionale che Gerardo Martino ha ereditato da Sabella pesano gli infortuni: certamente c’è ampia varietà di scelta, ma giocare senza elementi come Leo Messi e Sergio Aguero non è semplice per nessuno. Vero è anche che alcuni giovani devono crescere a livello internazionali: i vari Rojo e Dybala sono grandi talenti ma arrivare a vincere un Mondiale è una strada lunga e tortuosa. La Colombia invece non riesce a esprimere tutta la qualità di cui dispone; ha sofferto il grave infortunio di Radamel Falcao e la sua solidità difensiva non è pari alla forza d’urto messa in campo in attacco. 

La partita è importante per entrambe: vincere significherebbe prendere fiducia dopo i risultati negativi (la Colombia ha perso nettamente in Uruguay, l’Argentina addirittura è stata battuta in casa dall’Ecuador). Naturalmente è ancora presto per fare calcoli ed entrare in ansia per la possibile esclusione dal Mondiale, ma anche in termini assoluti questa sfida conta molto per il prestigio e bisogna dare una risposta convincente.

A noi non resta che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere quello che succederà in questa sfida potenzialmente bellissima di Barranquilla: la diretta di Colombia-Argentina, valida per la quarta giornata delle qualificazioni ai Mondiali 2018, sta per cominciare…

La diretta tv di Colombia-Argentina sarà trasmessa da Gazzetta Tv, il canale che dalla scorsa estate offre tante partite del calcio sudamericano; lo trovate al numero 59 del digitale terrestre, ma per tutti sarà disponibile anche la visione in diretta streaming video accedendo al sito www.gazzetta.it nella sezione dedicata ai live. Per quanto riguarda aggiornamenti e informazioni utili sulla sfida, potete rivolgervi al sito www.fifa.com, visitando l’apposita sezione dedicata alle qualificazioni ai Mondiali 2018.