BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

VIDEO/ Spal-Juventus (0-0): Chiellini salta la nazionale. Highlights della partita (Serie A 29^ giornata)

Video Spal Juventus (0-0): highlights della partita di Serie A per la 29^ giornata. Impresa degli estensi che rallentano la corsa dei bianconeri verso il settimo titolo consecutivo.

Video Spal Juventus - La PresseVideo Spal Juventus - La Presse

Giorgio Chiellini è uscito malconcio da Spal Juventus, sostituito nei minuti finali da Andrea Barzagli appena ha accusato un fastidio alla coscia. Dopo la partita ha parlato l'inviato a Ferrara di Mediaset Premium Gianni Balzarini che ha sottolineato le sue impressioni: "Giorgio Chiellini è passato qui e abbiamo capito qualcosa. Ha subito un fastidio al flessore della coscia destra. E' stato proprio lui a parlare di fastidio e ha sottolineato che non andrà in nazionale, potrebbe andare a Coverciano per fare ritorno a Torino. Non potrà partecipare a questo giro di gare amichevoli con l'Italia. Ci sarà contro il Real Madrid il 3 aprile? Il ragazzo è sempre sorridente anche in queste circostanze. E' stato molto bravo in questo senso ad uscire subito appena ha avvertito questo fastidio. Ha chiesto il cambio subito e questo potrebbe essere un vantaggio. Verrà sottoposto ai controlli strumentali, c'è il tempo tecnico di 24-36 ore da far passare. Pensare a un recupero per il Real Madrid al momento non è facile". Clicca qui per il video. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL RACCONTO DELLA PARTITA

Nelle precedenti 28 giornate di campionato la Juventus non aveva vinto solamente in 4 occasioni: basta questo semplice dato a rendere bene l'idea della portata dell'impresa compiuta dalla squadra di Semplici (il gioco di parole non è voluto) che tra le mura amiche del Mazza rallenta l'incredibile corsa della compagine di Allegri verso il settimo titolo di fila. La Spal interrompe così la striscia di vittorie che mercoledì scorso era salita a quota 12 con il successo dei bianconeri nel recupero contro l'Atalanta e soprattutto mantiene il campionato ancora aperto: ora sta al Napoli approfittarne per riportarsi a -2 e rimanere un'autentica spina nel fianco per la Vecchia Signora. Certo che in un percorso così lungo ci può stare qualche piccolo incidente di percorso, già un paio di settimane fa all'Olimpico di Roma contro la Lazio la Juve ha rischiato seriamente di lasciare altri due punti per strada, e se ciò non è successo è solo per l'invenzione di Dybala a tempo scaduto. A questo giro la Joya non è riuscita a tirar fuori il coniglio dal cilindro e a portare le zebre a 77 punti. Gli estensi hanno giocato una partita molto volenterosa e non si sono limitati a difendere e a parcheggiare i pullman davanti alla porta di Meret, va comunque detto che in novanta minuti la Spal non ha mai tirato in porta: Buffon non è mai stato chiamato al dovere e avrebbe potuto tranquillamente ingannare il tempo consultando le notifiche per lo smartphone, anche perché ci ha sempre pensato Rugani a sventare i pericoli sul nascere portando via un mucchio di palloni agli attaccanti avversari. Probabilmente la vera nota stonata della serata non è tanto il pareggio ma l'infortunio di Chiellini che a dieci minuti dal novantesimo è stato costretto a lasciare il campo per un problema muscolare: in attesa degli accertamenti quasi certamente il difensore classe 1984 non potrà rispondere alla chiamata del CT Di Biagio in vista delle amichevoli internazionali contro Argentina e Inghilterra.

LE DICHIARAZIONI

Le parole di Mirco Antenucci, attaccante e capitano della Spal: "Noi pensavamo a fare il nostro dovere, siamo in ballo per la salvezza. Questo punto, oltre a darci morale, ci dà forza: non era per niente facile fermare la Juve, è servita la partita perfetta e noi l'abbiamo disputata. Pareggio meritatissimo, a conferma che il nostro gruppo è più unito che mai, ognuno non gioca mai per se stesso, abbiamo intrapreso la strada giusta e dobbiamo mantenerla, ora c'è la sosta e penseremo a riposarci. Mi trovo molto bene qui, la piazza è molto calorosa come se fossimo al sud. Ho chiesto la maglia a Chiellini, spero tanto me la dia".

Le dichiarazioni di Leonardo Semplici, allenatore della Spal: "Serviva una grande partita per fare risultato contro la Juventus, una gara di personalità e coraggio senza snaturare la nostra identità. Lo abbiamo fatto alla perfezione concedendo appena due tiri in porta alla miglior squadra d'Italia e tra le più forti d'Europa, questo dato mi gratifica enormemente e sono contento per i ragazzi che si meritavano questa soddisfazione. Ci tenevamo a regalare una serata da ricordare alla nostra gente e alla città di Ferrara, ma non dimentichiamo che la strada per la permanenza in Serie A è ancora lunghissima, ci attendono nove finali da qui fino al 20 maggio, tuttavia c'è la consapevolezza che la squadra sta maturando e tutti stanno dando il meglio".

Il commento di Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus: "Oggi ci è mancato il gol, bisogna saper accettare anche serate come questa. Dopo la lunga striscia di vittorie e un dispendio di energie fisiche e mentali non da poco ci può stare un piccolo rallentamento. Le defezioni mi hanno costretto a spostare Alex Sandro in avanti, i giocatori della Juve non sono dei robot e anche loro hanno bisogno di rifiatare ogni tanto. Complimenti alla Spal che ha giocato una partita cattiva e non ci ha permesso di giocare la palla, noi siamo stati poco lucidi sfruttando male le poche occasioni che ci hanno concesso. Rimaniamo comunque in testa alla classifica e questo è un buon segnale. Chiellini ha lamentato un dolore al flessore, fortuna per lui che c'è la sosta, tra due settimane speriamo di recuperare qualcuno".

Nel post-gara è intervenuto anche il terzino della Juventus, Mattia De Sciglio: "Come ha detto il mister quando giochi contro squadre come la Spal ti devi mettere al pari loro, sarà lo stesso discorso quando affronteremo il Crotone o il Benevento. In alcune giocate ci siamo incaponiti un po' troppo, dovevamo avere un po' più di pazienza e aspettare il momento giusto. La Spal ha fatto la sua partita difendendosi molto bene e rendendoci innocui nella loro trequarti. Eccesso di presunzione? Assolutamente no, ci può stare una battuta d'arresto soprattutto quando trovi avversari così chiusi che non ti lasciano giocare, questa serata ci serva da lezione per il futuro".

SPAL JUVENTUS, HIGHLIGHTS DELLA PARTITA: IL VIDEO

© Riproduzione Riservata.