BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

COMPLOTTISMI / Video, l'attentatore di Nizza non è morto, ma libero? Su Facebook la "controverità", ma è solo una bufala (Oggi, 18 luglio 2016)

Complottismi: un video rivelerebbe che l'attentatore di Nizza è libero. Su Facebook si diffonde la notizia che Mohamed Bouhlel è in Tunisia. Omonimia e superficialità: ecco la bufala

Attentato a Nizza (LaPresse) Attentato a Nizza (LaPresse)

La strage avvenuta a Nizza nei giorni scorsi continua ad avere un'eco di terrore che spesso sconfina in dubbi riguardo alla reale morte del responsabile, Mohamed Lahouaiej Bouhlel. A provocare qualche punto interrogativo in più, riporta davidpuente.it, è la notizia che Bouhlel sia in realtà vivo e si trovi in Tunisia. Si tratta in realtà di un caso di omonimia, rivelato subito da askanews, ma il video dell'uomo con le sembianze simili a quelle di Bouhlel ha provocato un tam tam su internet senza fine. Il Messaggero rimanda infatti al sito egypttoday in cui si mette in dubbio che l'attentatore di Nizza ucciso in seguito alla strage sia realmente Bouhlel: "le immagini pubblicate tramite YouTube pongono un inquietante interrogativo sull'identità dell'autore della strage di Nizza", scrive il quotidiano online. L'uomo del video conferma di chiamarsi Bouhlel, ma di trovarsi a Msakna, a sud di Sousse. "Non so nulla di questa vicenda", riferisce, "vi prego per favore di fare accertamenti prima di mettere nei guai la gente". L'uomo è stato spinto a pubblicare questo video, diventato virale nel giro di pochi istanti, per via di una sua fotografia diffusa su Facebook ed associata a quella dell'attentatore di Nizza. In base alle immagini originali del permesso di soggiorno di Bouhlel, appare chiaro che il cittadino preoccupato sia stato vittima di uno scambio di fotografie, oltre che confuso con l'omonimo perché entrambi provengono dalla stessa città. Con l'era dei telefonini e della diffusione sui social, che rendono possibile conoscere le notizie nel giro di pochi secondi, altre teorie si fanno strada riguardo all'attentato di Nizza ed al fatto che esisterebbe la prova che in realtà Bouhlel non è stato ucciso dalla Polizia. Un video riportato da vari account twitter, tagliato ad hoc per sembrare verosimile, "rivela" che il terrorista è stato infatti catturato ancora vivo. Davidpuente.it ed altri siti hanno invece smascherato la bufala, grazie ad altre riprese fatte da italiani presenti, confermando che la dinamica della vicenda descritta dalla Polizia è reale e cioè che Mohamed Lahouaiej Bouhlel è stato ucciso durante lo scontro a fuoco, mentre si trovava ancora all'interno dell'abitacolo del camion bianco. A gettare ancora più carne sul fuoco è un altro video che riprende invece il momento della cattura di un uomo, vestito di bianco, che subito dopo la sparatoria si trovava alla sinistra del veicolo. Le immagini mostrano l'attimo in cui viene messo a terra dagli agenti, motivo che spinge a credere che si tratti di Bouhlel. In realtà in quel frangente il terrorista è già stato ucciso da alcuni minuti, mentre l'altro uomo è stato fermato dagli agenti perché armato di coltello. Secondo alcune ipotesi potrebbe trattarsi in realtà di Gwenaël, come rivelato dal francese Nicematin.com, un 26enne che ha cercato di fermare Bouhlel e scambiato inizialmente dalle forze dell'ordine come suo complice. Clicca qui per vedere il video dell'arresto durante l'attentato a Nizza

© Riproduzione Riservata.