LAZIO-MARIBOR/ Ruznic (ag.Ilicic): ecco i segreti della Juventus di Slovenia (esclusiva)

- int. Armin Ruznic

Amir Ruznic, procuratore sloveno e agente tra gli altri di Ilicic, Bacinovic e Kurtic, presenta il Maribor che oggi affronta la Lazio nella seconda giornata del gruppo J di Europa League

klose_tottenham_lazioR400
Miroslav Klose (Infophoto)

Per la seconda giornata di Europa League la Lazio affronta all’Olimpico il Maribor nel gruppo J. Che attualmente vede in testa proprio la squadra slovena, impostasi sui greci del Panathinaikos per 3-0 nella prima giornata (reti di Beric, Ibraimi e Tavares su rigore). Dal canto suo la Lazio ha pareggiato a reti bianche nella tana del Tottenham, portandosi ad un punto in classifica assieme agli inglesi, col Panathinaikos che chiude a quota zero. E’ già un match importante per gli uomini di Petkovic, che devono vincere per incanalare la strada europea su binari tranquilli. Di fronte ci sarà il Maribor, formazione sconosciuta al grande pubblico ma proprio per questo molto insidiosa, da prendere con le pinze. Gli sloveni hanno partecipato all‘Europa League anche l’anno scorso, quando si classificarono ultimi nel girone H raccogliendo un solo punto contro Bruges, Braga e Birmingham. Per presentare la squadra di mister Darko Milanic abbiamo interpellato in esclusiva Amir Ruznic, procuratore sloveno che assiste tra gli altri anche Josip Ilicic, Armin Bacinovic e Jasmin Kurtic, tre talenti sbarcati in Italia negli ultimi anni. Ecco le sue impressioni:

Che squadra è il Maribor? E’ una squadra slovena top, potremmo dire la Juventus della Slovenia. Ha già vinto dieci scudetti ed è anche la società che vende di più all’estero; ma nonostante cedano ogni anno i pezzi pregiati riescono a riconfermarsi in campionato.

La squadra ha esperienza internazionale? Questo è il secondo anno consecutivo in cui disputa l’Europa League, e per il budget che hanno, non più di cinque-sei milioni di euro, penso si possa definire un miracolo. Questo dice tutto dell’organizzazione e del valore della squadra.

Tecnicamente sono attrezzati per competere in Europa League? Sicuramente il Maribor non è al livello della Lazio. Però già il fatto che abbiano battuto per 3-0 il Panathinaikos fa capire che non si tratta di una squadra di sprovveduti.

Tatticamente invece come giocano? Fanno dell’organizzazione di squadra il punto di forza, hanno una formazione molto compatta. Quando sono al completo e al top della forma possono mettere in difficoltà diverse squadre, e anche la Lazio. Anche se i biancocelesti sono molto più forti.

Come va affrontata una squadra del genere?

Sicuramente il Maribor quando gioca in casa si trasforma, è molto più forte perchè ha un pubblico molto caloroso che fa valere il fattore campo. Diciamo che se il Maribor ha delle chances di passare il girone se le gioca in casa: in trasferta resteranno compatti e chiusi in difesa, aspettando gli avversari. Per questo la Lazio dovrà provare ad aggredirli.

Può dirci qualcosa dell’allenatore, mister Darko Milanic? Lo conosco molto bene, posso anche dirvi che è stato molto vicino al Palermo. E’ un tecnico all’avanguardia, potremmo dire, giovane e molto preparato, e una persona seria. Ha fatto una grande carriera da calciatore, e da mister sta cominciando altrettanto bene. Ne sentiremo parlare, perchè credo che dopo quest’anno abbia grosse possibilità di andare ad allenare qualche squadra all’estero.

 

(Carlo Necchi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori