Carla Bruni/ “L’addio all’Italia? È stata triste ma grazie a mia nonna ho amato Parigi” (Verissimo)

- Francesca Pasquale

Carla Bruni, torinese naturalizzata francese, è tra le donne più potenti del mondo dopo essere diventata la premiere dame di Francia. Una vita sotto i riflettori, ora dedicata alla musica.

carla_bruni_silvia_toffanin_verissimo_cs_2018
Carla Bruni Silvia Toffanin

Voce calma e sensuale quella di Carla Bruni, che a Verissimo si racconta in tante sfumature. Si parte però dall’infanzia e dall’addio all’Italia per la Francia; ecco le sue dichiarazioni a Silvia Toffanin: “Io ho avuto un’infanzia bellissima, facilissima, piena d’affetto. – esordisce la cantante e modella, che continua – Del passaggio da Torino a Parigi mi ricordo la tristezza di lasciare quella città ma mia nonna era francese e questo ha reso le cose più semplici perchè lei ci raccontava spesso di questa città, rendendocela quindi più semplice”. Carla parla poi di sua figlia e delle affinità con la sua persona: “Mia figlia Giulia ha appena 6 anni, fa la prima elementare e mi somiglia molto, soprattutto per l’amore che ha per la musica. Lei canta molto, Bella Ciao, Frozen, e le colonne sonore dei film Disney. Caratterialmente invece assomiglia molto al padre perchè è tutta energia, solare come Nicolas”. (Anna Montesano)

Il dolore per la morte del fratello e l’amore per Sarkozy

La super modella, premiere dame e ora cantante di successo, Carla Bruni, sarà l’ospite di punta della prima puntata del nuovo anno di Verissimo. Intervistata da Silvia Toffanin, Carla Bruni che il 23 dicembre ha compiuto 50 anni, si aprirà come non ha mai osato fare mostrando un lato inedito del suo carattere. La sua fortuna comincia tra gli anni Ottanta e Novanta quando, grazie a Gianni Versace diviene una delle regine delle passerelle di moda. Passa poi al cinema e alla musica, passione che le è sempre rimasta nel cuore anche quando era la premiere dame di Francia e che ultimamente ha rispolverato lanciando un nuovo album, French Touch con in progetto l’idea di realizzarne un altro in italiano.

Sposata con l’ex presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy, ha una figlia di sette anni di nome Giulia. Secondo le anticipazioni presenti in rete, Carla Bruni in questa intervista esclusiva a Verissimo ha parlato con amore di suo marito, uomo forte e padre affettuoso: “Sono molto innamorata. Nicolas mi protegge e sostiene. E’ un papà affettuosissimo. Quando ho conosciuto i suoi figli e ho visto il rapporto che avevano con il padre mi sono detta ‘questo uomo devo sposarlo assolutamente’. Lui è pieno di energia e forza”.

IL LEGAME CON LA SUA FAMIGLIA E IL RICORDO DI GIANNI VERSACE

Dalle sue parole traspare una donna disponibile e schietta, molto diversa da quella che siamo abituati a vedere sulle copertine patinate dei grandi magazine. Una Carla Bruni molto legata alla sua famiglia che racconta come la morte di suo fratello di quarant’anni a causa dell’Aids, l’ha cambiata per sempre: “E’ un dolore che non passa”. Sempre ai microfoni della Toffanin ha parlato anche di sua madre e di sua sorella, l’attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi: “Quando è morto mio fratello ero molto preoccupata per mia madre, perché credo che non ci possa essere di peggio per una mamma. Ma lei ha una forza vitale incredibile. Valeria è stata ed è una sorella maggiore stupenda. Mi ha coccolata e protetta. Le chiedo spesso consiglio perché lei mi dà forza e fiducia”.

Ha avuto anche modo di parlare della recente reunion delle super top model voluta da Donatella Versace in occasione della sfilata della Settimana della Moda di Milano: “E’ stato commovente rivedere Cindy Crawford e Claudia Schiffer che non vedevo da anni. E’ stato molto emozionante essere lì, tra lacrime e riso”. Ha quindi ricordato con affetto e stima l’amico stilista Gianni Versace: “Mi manca ancora. Gianni ci trattava benissimo, come se fossimo la sua famiglia. Voleva dare un’immagine della donna forte e potente. Per lui la donna era una star, non una vittima”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori