BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS SIRIA/ Aleppo, l'Onu sta coi jihadisti: ecco le prove

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

Per diffondere un orientamento favorevole, la campagna di Siria è stata appaltata a una società di PR internazionale chiamata Purpose. Il suo motto, che è "We build movements", (Costruiamo movimenti) è eloquente. Tutti gli indizi portano a pensare che l'appaltatore sia il governo degli Stati Uniti. La società ha creato diversi "gruppi di pressione" finalizzati a sostenere la necessità di una rivoluzione siriana ed a demonizzare Assad. 

La prima di queste creazioni è stata l'organizzazione The Syria campaign. In particolare, se seguite il link di "The Syria campaign" vedrete che il "back office" è costituito da Oxfam, Greenpeace, le Nazioni Unite e la Bbc. Per quando possa sembrare incredibile, l'Organizzazione delle Nazioni Unite è parte integrante del "gruppo di pressione" finalizzato a porre fine alla "dittatura" di Bashar al Assad.

Altra creazione di Purpose è l'organizzazione White Helmets, un gruppo di soccorso sul campo di battaglia al seguito di al Nusra, usato principalmente per giustificare il supporto dell'occidente all'opposizione armata e screditare il governo siriano. Condividono gli stessi obiettivi Avaaz (ha promosso la no fly zone in Libia ed in Siria ed il presidente di Purpose ne è coofondatore), Amnesty International (Suzanne Nossel, direttore esecutivo di Amnesty International Usa, è stata "prelevata" direttamente dal Dipartimento di Stato americano), Human Rights Watch, Medici Senza Frontiere ed altre organizzazioni (connesse a una miriade di interessi corporativi-finanziari che influiscono sulla loro linea). 

La comunità internazionale, autoproclamatasi "amici della Siria", ha subito privato ogni possibilità per lo stato siriano di comunicare con i propri cittadini utilizzando il satellite Arabsat perché le trasmissioni sarebbero stati di parte. Nello stesso tempo, tutti i nostri media hanno iniziato ad utilizzare come unica fonte di notizie provenienti dalla Siria l'Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus) con sede a Londra, diretta espressione dei ribelli siriani e finanziato dal ministero degli Esteri britannico (che a sua volta si avvale anche di un'altra società di media marketing, la Innovative Communications & Strategies

Il resto è cronaca: nelle zone gestite dai terroristi, dove vige la sharia e si usano i bambini soldato, l'occidente ha rimosso l'embargo mentre invece i cittadini siriani soffrono di stenti per le sanzioni inflitte da Europa ed Usa (anche su medicinali e beni di prima necessità). 

Inoltre, quando il dialogo era più urgente, ogni attività diplomatica è stata vietata. Oggi i media ed i leader politici europei ed americani denunciano le operazioni militari russo-siriane su Aleppo est come una "orrenda barbarie". Ma è il linguaggio dei due pesi e delle due misure: l'assedio dell'esercito siriano è identico a quello che le forze armate irachene e americane hanno fatto per la liberazione della città di Ramadi in Iraq dai terroristi dell'Isis. In quel caso, quando la città è stata liberata, l'80 per cento degli edifici era stato distrutto dai bombardamenti. E le vittime civili a Ramadi come in analoghi assedi sono state molto alte.  


  PAG. SUCC. >


COMMENTI
03/10/2016 - Sì, la viltà di animo... (ALBERTO DELLISANTI)

L'America fu pure gloriosa. Nell'intervenire due volte in Europa come fece nel 900. E comunque non dimentichiamo che il merito di salvarci dal nazismo va fortemente ascritto pure alla Russia/URSS. Solo lei pagò il gigantesco martirio di 20 m. di persone). Nell'intervenire - dicevo - gli USA seguirono anche ovvie valutazioni di convenienza economica e geopolitica, ma resta la generosità di un ingente sforzo bellico per sottrarre l'Europa all'Inferno tedesco. Ma nell'ultimo venticinquennio (Clinton B. / Bush II°/ Obama/ e Clinton H.) gli USA hanno posto la viltà di animo al servizio dell'essere IL SOLO N°1 del MONDO. Non c'è Russia che tenga ... (gli Stati con lei confinanti? tutte pertinenze di USA e UE!) Non vi è Cina che tenga... Vedranno i posteri... Intanto l'avida stolta Potenza N°1, invece di promuovere con UE un Piano Marshall degli anni 2000 nell'Africa arretratissima, governata da immondi satrapi (dalla quale fuggono masse di persone per venire in una Europa che non le vuole, e almeno in parte non può non volerle!) si occupa di politica imperiale. Alleanza di ferro (avviata da Roosevelt!) con l'Islam Sunnita. Non quello che convive con altre religioni, ma il retrogrado oscurantista jiahdistico violento WAHABISMO, della dinastia dei Saud, padroni dell'Arabia Saudita, e dei Monarchi Sunniti/Wahabiti del Golfo Arabico. Tutti scelti, perché STRARICCHI DA PETROLIO. Il martirio della Siria (dove Assad lasciava convivere tutti) è voluto dai Wahabiti e dagli USA.

 
03/10/2016 - Grazie anche per il commento (Giuseppe Crippa)

Sottoscrivo ogni affermazione della signora Petrazzini e in particolare il grazie a Patrizio Ricci (ed al Sussidiario che lo ospita) per il loro coraggio e l’amore per la verità. E aggiungo che la politica americana, focalizzata a sostenere le mire egemoniche di un alleato storico impresentabile (ma ricco sfondato come l’Arabia Saudita retta da una monarchia assoluta islamista di confessione sunnita) e a combattere qualunque presenza russa in medio oriente e sul mediterraneo, ha avuto negli ultimi otto anni un responsabile preciso: Barack Obama, premio Nobel per la Pace.

 
03/10/2016 - articolo su Aleppo (Maria Elena Petrazzini)

Milano, 3/10/2016. Che questa guerra fosse più sporca delle altre lo si era capito da tempo, che gli Stati Uniti portassero avanti solo i loro sporchi e vigliacchi interessi anche. Il solo loro scopo è quello di eliminare il presidente, non quello di combattere l'ISIS o di aiutare/salvare i siriani. Come in Iraq hanno usato la scusa delle armi, per poi dire che non c'erano ed intanto hanno portato quella nazione alla situazione odierna. Così in Siria: mascherano le loro vere intenzioni ed intanto muoiono innocenti in continuazione. Sono solo degli ipocriti vigliacchi e non meritano di essere considerati nell'impegno per terminare la guerra. Sono interessati a vendere armi ed è questo lo schifo della faccenda. Grazie! Mariele