Andrea Crisanti/ “Ho il covid e sono molto contagioso, potrei circolare liberamente e infettare”

- Davide Giancristofaro Alberti

Andrea Crisanti ha pubblicato un post polemico su Twitter attraverso cui ha fatto sapere di aver contratto il covid e di essere molto contagioso, ma senza misure di restrizione...

andrea crisanti Andrea Crisanti, virologo eletto in Senato con il Pd (LaPresse, 2022)

Il professor Andrea Crisanti, noto microbiologo dell’università di Padova, in prima fila durante la pandemia di covid e in seguito eletto con il Partito Democratico, ha spiegato di aver contratto il covid. Lo ha comunicato attraverso il proprio profilo X (social ex Twitter), non senza polemica per via del fatto che non vi siano al momento in corso delle misure di restrizione per provare a contenere la pandemia. Nelle ultime settimane i casi di covid sarebbero in rialzo complice l’abbassamento delle temperature e il maggior affollamento degli spazi chiusi, e dalle parole di Andrea Crisanti traspare forse la necessità di reintrodurre qualche misura per evitare che il numero di contagi esploda.

“Sono positivo al Covid con leggero raffreddore e con una carica virale elevatissima”, scrive su X il noto camice bianco che poi aggiunge: “Grazie all’eliminazione delle misure di contenimento, potrei andare liberamente in giro a diffondere l’infezione con il rischio di causare una malattia grave in una persona fragile”. Il covid, come ben noto, resta altamente pericoloso per le persone fragili, quindi coloro che hanno delle patologie pregresse, nonché per gli anziani.

ANDREA CRISANTI HA IL COVID, I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

Per queste due fasce di popolazione i virologi e gli esperti consigliano il vaccino anti covid, a cominciare dal professor Matteo Bassetti, primario di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, che pochi giorni fa a Storie Italiane ha segnalato la presenza di casi solo over 70 e 80 nel suo ospedale, tutte persone che si sono ammalate di covid ma che si sono fermate alla prima dose di vaccino, non facendo il richiamo annuale.

I camici bianchi consigliano quindi di effettuare il richiamo ad ogni autunno/inverno, magari associando il vaccino contro il coronavirus a quello antinfluenzale, di modo da essere coperti per tutta la stagione fredda ed evitare conseguenze che per alcune persone potrebbero essere anche molto gravi.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sanità, salute e benessere

Ultime notizie