Andrea Delogu “la dislessia malattia incurabile”/ Sfogo social contro il clickbait

- Elisa Porcelluzzi

Andrea Delogu furiosa sui social contro i titoli clickbait: “La dislessia non è una malattia incurabile, è una mia caratteristica”.

Andrea Delogu lapresse 2020 640x300
Andrea Delogu, conduttrice di La Versione delle Due (Foto LaPresse)

Andrea Delogu ha espresso tutta la sua rabbia sui social dopo aver letto il titolo di un articolo che la riguardava in prima persona: “Andrea Delogu la malattia che si porta dietro: non c’è possibilità di guarigione”. La conduttrice è dislessica, cosa di cui non ha mai fatto mistero. Anzi, nel 2019 ha scritto il libro “Dove finiscono le parole. Storia semiseria di una dislessica”, in cui racconta la sua vita con la dislessia, disturbo specifico dell’apprendimento. “Quando titolate che mi credete amante o fidanzata “di” sorrido e penso “Wow, tutta vita Andrea, che sporcacciona che sei. Ma quando il clickbait diventa questo allora c’è da inca*zarsi davvero”, si è sfogata sui social Andrea Delogu. E ha aggiunto: “Sono anni che si fa informazione sui disturbi specifici dell’apprendimento e nel mio piccolo sono anni che racconto che la Dislessia, una mia CARATTERISTICA, è stata affrontata, capita e accettata senza nessun tipo di tragedia. Perché essere dislessica NON è una tragedia!”.

ANDREA DELOGU FURIOSA SUI SOCIAL CONTRO I TITOLI CLICKBAIT

Andrea Delogu ha condannato il titolo in questione perché fa “un danno enorme e fanno fare dei passi indietro a tutte le associazioni e agli esperti che ci mettono l’anima ogni giorno”. E non solo, articoli del genere “minano la sicurezza di bambin* e adolescenti che sono simili a me, che hanno la mia stessa caratteristica e leggendo questo schifo pensano di farne parte anche loro”. La conduttrice ha aggiunto, con la sua solita ironia: “Mi spiace dar poco materiale sulla mia vita privata ultimamente, cercherò d’impegnarmi di più, così evitiamo queste boiate gravi”. Infine ha voluto ringraziare tutti i professionisti, giornalisti e direttori di testate attenti a questi argomenti. Tantissimi i commenti su Instagram di amici e colleghi della conduttrice: “È assurdo! Che senso ha fare un titolo così dannoso senza informarsi prima sull’argomento e la situazione?!”, ha scritto Natasha Stefanenko. Anche Sandra Milo ha commentato: “Questi titoloni sensazionalistici di testate da strapazzo acchiappa like e/o follower non si possono vedere. Pura spazzatura! Siamo tutti con te, Andrea carissima!”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA