ANNA FOGLIETTA/ Interpreta la Fortuna per Renato Zero: “messo nella culla giusta”

- Hedda Hopper

Anna Foglietta, dal ruolo di Madrina al Festival del Cinema di Venezia al set di Alfredino nei panni di Franca Rampi: “Devo tutto alla mia famiglia”

anna foglietta 2019 vienidame 640x300
Anna Foglietta a Vieni da me

Anna Foglietta protagonista nel concerto di Renato Zero, in onda questa sera su Canale 5 in occasione del settantesimo compleanno del cantautore romano. Va in scena un curioso dialogo nel dietro le quinte tra la famosa attrice e l’artista. Lei indossa i panni della Fortuna e dice di aver fatto la sua parte nei confronti di Zero, anche se l’affetto della gente se lo è guadagnato da solo. “Io coinvolgo, trascino, esalto. Nessuno mi resiste, è stata mia cugina Invidia a stroncarmi la carriera”, dice la Foglietta. “Sono costretta a mentire, io sono stata generata dai ricchi, privi di immaginazione e gratitudine. Però ti ho ho fatto nascere nella culla giusta, ora proseguirai questo viaggio senza di me”, dice la Foglietta nei panni della Fortuna a Zero. Zero non vuole ‘favori’ dalla fortuna: “Non ho bisogno di altri! Io scommetto solo su di me, mia cara fortuna”, gli risponde prima di tornare sul palco. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

ANNA FOGLIETTA DA VENEZIA AL SET DI ALFREDINO

Da madrina al Festival del Cinema di Venezia al ritorno sul set nei panni della madre di Alfredino, nella serie tv dedicata alla tragica caduta del bambino rimasta nella storia della televisione e della cronaca italiana. Tutto questo ha un solo volto e un solo nome, quello di Anna Foglietta. Attrice italiana di talento, la bella Anna ha calcato il red carpet in veste di madrina nella particolare edizione 2020 all’insegna del distanziamento sociale, delle mascherine e della pandemia. Presto toccherà proprio a lei prendere posto sul set della serie che Sky ha deciso di dedicare alla storia di Alfredino e in cui proprio lei sarà la combattiva madre, quella di Franca Rampi. L’attrice romana ha confermato di voler regalare un riscatto alla donna che ha permesso che tragedie come quella del figlio non accadessero ancora permettendo la nascita della Protezione Civile e proprio per questo si è detta emozionata al solo pensiero che un onere così pesante sia toccato a lei.

ANNA FOGLIETTA METTE LA FAMIGLIA AL CENTRO DI TUTTO MA..

Anna Foglietta sa bene il valore della famiglia e lei stessa, in più di un’intervista, ha sottolineato il valore del marito e dei suoi tre figli (avuti in cinque anni) come se fossero il nucleo intorno al quale gira tutto il resto, la sua carriera compresa. Proprio per questo ci tiene a sottolineare il fatto che essere un’attrice, e lei lo sa essere davvero bene, non cozza con l’idea di una mamma di famiglia che riesce ad occuparsi di tre figli, amarli ed essere glamour durante gli eventi e le serate. La ciliegina sulla torta è proprio il suo rapporto con il marito Paolo che, a differenza di altri, è felice quando vede la moglie riuscire nel suo lavoro e presentarsi bellissima e preparata sul set senza mai essere geloso o pretendere qualcosa limitando la sua libertà. Ma se le chiedete come tutto questo è possibile, lei di sicuro risponderà ancora una volta che è la famiglia il perno di tutto e che le radici sono importanti anche in questo e a Iodonna.it spiega: “Sono essenziali le radici familiari. Paolo è nato in un’atmosfera positiva, una madre affettuosa e simpatica, un padre molto presente e anche assai “uomo”. E poi c’è la personalità di mio marito, che è andato a vivere da solo a 16 anni costruendo la propria autonomia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA