Anna Vagli/ “Saman Abbas? Sconcertante la calma dei genitori prima dell’omicidio”

- Alessandro Nidi

Anna Vagli, criminologa, a "Storie Italiane" ha commentato l'omicidio di Saman Abbas: "I genitori hanno teso una trappola alla loro figlia"

Anna vagli 1 640x300 Anna Vagli (Storie Italiane, 2022)

La criminologa Anna Vagli è intervenuta in qualità di opinionista e in collegamento audiovisivo ai microfoni di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele e andata in onda nella mattinata di oggi, martedì 29 novembre 2022. In particolare, l’esperta ha commentato il caso legato all’uccisione di Saman Abbas, il cui corpo (si attende l’esame del Dna per confermare che si tratti realmente della 18enne pachistana scomparsa tra il 30 aprile e il 1° maggio 2021, ndr) è stato riesumato nelle scorse ore.

ANNA VAGLI: “SAMAN TRATTA IN TRAPPOLA DALLA MADRE”

Nel prosieguo del suo intervento a “Storie Italiane”, Anna Vagli ha voluto sottolineare che “Saman Abbas ha cercato aiuto, ma è stata tratta in trappola dalla madre. Lei ha cambiato più volte comunità e non si aspettava di subire una cosa simile. A me ha colpito tantissimo la calma e la tranquillità dei suoi genitori, che l’hanno guardata in faccia e le hanno teso la trappola. Lei è stata uccisa per rivendicare l’onorabilità del clan Abbas, ma cosa lascia agghiacciati è che tutto è stato pianificato e il padre e la madre hanno avuto molte occasioni per cambiare idee. Hanno abbandonato il Paese solo dopo essersi assicurati che la figlia fosse morta. Questo secondo me peserà moltissimo, al di là di chi sia l’esecutore, ovvero lo zio Danish”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Storie Italiane

Ultime notizie