Anthony Fauci “Covid? In Usa stiamo sbagliando”/ “Rischiamo 100mila casi al giorno”

- Silvana Palazzo

Anthony Fauci sul coronavirus: “In Usa stiamo andando nella direzione sbagliata, rischiamo 100mila casi al giorno”. Il capo della task force lancia l’allarme sull’epidemia

Coronavirus Usa Fauci
Il virologo Anthony Fauci alla Casa Bianca con Donald Trump (LaPresse)

Anthony Fauci lancia l’allarme sul coronavirus: «Stiamo andando nella direzione sbagliata». Il professore che guida la task force della Casa Bianca per gestire l’emergenza e contrastare l’epidemia nell’audizione al Senato ha espresso i suoi timori su come si sta evolvendo la situazione. «Abbiamo oltre 40mila nuovi casi al giorno. Non sarei sorpreso se arrivassimo fino a 100mila al giorno, se questa situazione non cambia». Il rischio che la situazione sfugga di mano è concreto: «Per questo sono molto preoccupato». Il professor Fauci va dritto al punto: «Chiaramente non siamo in totale controllo attualmente». A fronte di una situazione che non gli piace, mette le carte in tavola e avverte il popolo americano: «Penso sia importante dire a voi e al pubblico americano che sono molto preoccupato perché potrebbe andare molto male». A infondergli cauto ottimismo è invece la ricerca sul vaccino, visto che il mese prossimo comincerà la fase III della sperimentazione. Ma non sarà disponibile prima del 2021, perché l’efficacia sarà verificata «in inverno e nella prima parte del prossimo anno».

CORONAVIRUS USA, FAUCI “SONO PREOCCUPATO”

La speranza del professor Anthony Fauci è di avere dosi disponibili di vaccino all’inizio del 2021, ma l’attenzione deve restare alta sul presente, anche perché la situazione è tutt’altro che positiva al momento. Fauci è preoccupato in particolare per i quattro Stati che contano circa il 50% delle nuove infezioni: si tratta di Texas, California, Arizona e Florida. Per contenere il coronavirus consiglia di interrompere visite e ritrovi di gruppo al bar. Ma non vuol dire che bisogna limitare tutto, anche perché Fauci è consapevole che la gente non lo sopporterebbe. «Dobbiamo essere in grado di convincere le persone a uscire e divertirsi nell’ambito delle linee guida sicure che abbiamo», ha aggiunto. E infatti la governatrice dell’Alabama, la repubblicana Kay Ivey, ha prorogato fino a fine luglio, ad esempio, il divieto di raduni, anche quelli politici, nei quali non è possibile rispettare il distanziamento interpersonale. Per questo tra l’altro il presidente Donald Trump ha dovuto celebrare un comizio che si sarebbe tenuto lì la settimana prossima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA