Ballottaggio c’è alle Elezioni Regionali Sardegna 2024?/ Cosa dice la legge su voti, soglie e riconteggi

- Lorenzo Drigo

Ci sarà il ballottaggio alle Elezioni Regionali 2024 della Sardegna? La legge elettorale sarda non prevede nessuna seconda votazione: cosa succede dopo lo spoglio dei voti

elezioni schede seggio 2 ansa1280 640x300 Scrutinio in un seggio elettorale (Ansa)

Risultati Elezioni Regionali Sardegna 2024: c’è il ballottaggio?

Cresce l’attesa per le Elezioni Regionali della Sardegna in questo 2024, e con essa anche le domande degli elettori, tra cui: ci sarà il ballottaggio? Per rispondere al quesito dovremo, ovviamente, fare riferimento alla legge elettorale sarda, che così come accade in ogni Regione italiana definisce tutti i parametri elettorali di riferimento, tra i quali il riconteggio dei voti, l’eventuale necessità di recarsi una seconda volta alle urne e le soglie di sbarramento.

Alle Elezioni Regionali della Sardegna del 2024 si presenteranno quattro differenti candidati. Il primo nome, che sembra quello che potrebbe riscuotere maggiori preferenze, è quello di Paolo Truzzu, attuale sindaco di Cagliari, sul quale il centrodestra è riuscito a raggiungere un accordo dopo gli ‘scontri’ sul presidente uscente Christian Solinas, e che conta sul sostegno di 9 liste. Il centrosinistra, invece, proporrà Alessandra Todde, del Movimento 5 Stelle, con un accordo tra Pd e M5S e il sostegno di 10 liste. Renato Soru, invece, proprio perché contrario all’accordo Pd-5S, ha deciso di correre alle Elezioni Regionali 2024 della Sardegna come indipendente, sostenuto da 5 liste. Infine, il quarto nome è quello di Lucia Chessa, del partito Rossomori con la lista unica Sardigna R-Esiste.

Risultati Sardegna 2024: chi vince senza ballottaggio alle Elezioni Regionali?

Ma, dunque, alle Elezioni Regionali della Sardegna del 2024 ci sarà il ballottaggio? La risposta apparirà forse scontata per i molti che hanno memoria del precedente appuntamento elettorale regionale (del 2019), dopo il quale non ci fu alcun ballottaggio. Quest’anno le cose sono rimaste invariate e dunque l’appuntamento con le urne sarà unicamente oggi, domenica 25 febbraio, dalle ore 6:30 alle 22.

Dato che non vi è alcun ballottaggio nelle Elezioni Regionali della Sardegna 2024, non vi è neanche una soglia di sbarramento eccessivamente alta per coalizioni e liste. Questa, infatti, è rispettivamente fissata al 10% e al 5%, mentre non vi alcuno sbarramento per le liste che sono all’interno delle coalizioni (purché queste, ovviamente, superino il 10%). Le liste collegate al presidente che uscirà vincitore delle Elezioni Regionali Sardegna 2024 otterranno un premio di maggioranza variabile tra il 60% (nel caso il candidato ottenga il 40% delle preferenze) e il 55% (per preferenze tra il 25% e il 40%).







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Politica

Ultime notizie