BAMBINO 3 ANNI MORTO SCHIACCIATO DA CISTERNA/ Salerno, genitori innaffiavano terreno

- Dario D'Angelo

Un bambino di 3 anni è morto schiacciato da una cisterna d’acqua posizionata su un carrello in provincia di Salerno: aperta un’inchiesta.

vincenzo cordì
Immagine di repertorio (Pixabay, 2018)

Terribile tragedia in provincia di Salerno, dove un bambino di 3 anni è morto schiacciato da una cisterna d’acqua mentre i genitori stavano innaffiando il terreno coltivato intorno alla loro abitazione. I tragici fatti si sono verificati mercoledì sera in una zona rurale di Montesano, sulla Marcellana, un paesino del vallo di Diano. Come riferito da “Il Fatto Quotidiano”, la dinamica dell’accaduto non è ancora chiara ma sembra che la cisterna fosse posizionata su di un carrello trainato da un trattore. Per cause ancora in corso d’accertamento da parte degli inquirenti, la cisterna d’acqua è scivolata cadendo addosso al bambino, che è rimasto schiacciato al di sotto. Un impatto che per la sua violenza si è rivelato purtroppo fatale per il piccolo, deceduto in circostanze a dir poco tragiche.

BAMBINO 3 ANNI MORTO SCHIACCIATO DA CISTERNA

Sulla morte del bambino di 3 anni morto schiacciato da una cisterna d’acqua posizionata su un carrello che i genitori utilizzavano per annaffiare il proprio terreno è stata avviata un’inchiesta dalla Procura di Lagonegro, che ha posto la salma della giovane vittima sotto sequestro, così come l’area in cui si è verificata la tragedia, per effettuare tutti i rilievi del caso. Come riportato da “La Repubblica”, a condurre le indagini sono i carabinieri della compagnia di Sala Consilina, diretti dal capitano Davide Acquaviva. Secondo quanto riferisce “Rai News”, la botte sarebbe scivolata addosso al bimbo mentre i genitori stavano provvedendo a riempirla. Vano è risultato il trasporto d’urgenza presso l’ospedale di Polla: ogni tentativo di strappare il bambino alla morte è stato inutile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA