Bertolaso/ “Per convincere i no vax dobbiamo dire a Gesù di scendere in terra?”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il consulente della regione Lombardia, Guido Bertolaso, ha parlato di terza dose e non solo, intervistato dai microfoni di Stasera Italia News

bertolaso stasera italia 2021 640x300
Bertolaso a Stasera Italia

Il consulente della regione Lombardia per la campagna vaccinale, Guido Bertolaso, è stato intervistato ieri sera dal programma di Rete 4, Stasera Italia News. Si parla della terza dose, che in Lombardia dovrebbe scattare la prossima settimana, a partire dal 21 settembre, per i più fragili: “La terza dose è importante perchè risveglia i processi immunitari, è la procedura migliore e più sicura per proteggere le categorie più giuste. Estendere la terza dose a tutti? Se l’Italia sarà quasi tutta bianca ritengo che probabilmente ci si fermerà con i richiami ai fragili se invece dovesse peggiorare la situazione le autorità estenderanno il richiamo”.

Sulla campagna di vaccinazione super della regione Lombardia: “La Lombardia è stata la regione che ha saputo reagire meglio di altri, oggi in Lombardia chi si è vaccinato non finisce in terapia intensiva, cos’altro dobbiamo fare, chiedere a Gesù di scendere in terra e far vedere che la vaccinazione è l’unico modo per non finire in croce?”. Sui prossimi vaccini: “Stanno realizzando vaccini aggiornati, oggi usiamo quelli prodotti sul covid di marzo 2020, ma funzionano. Grazie al lavoro di Figliuolo il rischio di un lockdown penso sia davvero escluso sotto tutti i punti di visti”.

BERTOLASO A STASERA ITALIA, E IN LOMBARDIA SCATTA LA TERZA DOSE

E a proposito di terza dose, in Lombardia scatterà dal 21 settembre, come spiegato stamane anche dal governatore Attilio Fontana e riguarderà inizialmente una platea di circa 500mila persone, tutte vaccinate con Pfizer e Moderna. Toccherà ai fragili, quindi immunodepressi e trapiantati, poi sarà la volta degli ospiti delle Rsa, le residenze per anziani, quindi gli over 80.

A partire dal mese di gennaio 2022, al via la terza dose per gli operatori sanitari, e poi si procederà molto probabilmente con tutti coloro a cui sarà scaduto il green pass, anche se al momento si tratta solamente di ipotesi. La cosa certa è che la Lombardia è già pronta e così come avvenuto in questi mesi vuole svolgere il lavoro al meglio e il prima possibile, evitando il ritorno di nuove zone rosse e lockdown.



© RIPRODUZIONE RISERVATA