Udinese-Inter/ I friulani rialzano la testa, la Coppa Italia sorride al Mago

- Giovanni Bellina

GIOVANNI BELLINA analizza Udinese-Inter (1-0) con gli occhi del tifoso bianconero: per i friulani preziosa vittoria in un momento difficile e qualificazione ai quarti di Coppa Italia

kuzmanovic_maicosuel
Foto Infophoto

Ha vinto chi aveva più fame di qualificazione e voglia di riscatto. Primo tempo da incorniciare per le riserve friulane: Guidolin, difesa a parte, propone molti cambiamenti a centrocampo e in attacco. Il pressing è alto, concentrazione in difesa, l’attacco è pungente, poco concreto magari, su 18 tiri solo 4 nello specchio della porta, ma sicuramente tiene alta la tensione dei neroazzurri. Il Mago Maicosuel (autore del gol partita) e Nico Lopez corrono per quattro, Pinzi, Allan e Badu sono una diga a centrocampo. È una vivacità che esalta i tifosi friulani che quando possono rivedere la loro squadra giocare con piglio e determinazione se la godono e non poco. Storicamente il tifoso friulano non ha nemmeno un gran feeling con Mazzarri e le sue dichiarazioni post partita. Il pragmatismo tipico da queste parti non si appella per forza a rigori mancati (comunque, onestamente sacrosanto) e decisioni arbitrali non condivisibili. Anche i bianconeri non hanno avuto molta fortuna con gli arbitri quest’anno ma il dito puntato qui indica il proprio petto perché le proprie colpe in questi mesi sono evidenti. E l’altra sera Mazzarri avrebbe dovuto accorgersi che le riserve friulane hanno corso molto di più e solo nel secondo tempo hanno lasciato spazio ai tentativi della squadra milanese quando sono scesi in campo anche i big. In realtà gli interisti dovrebbero leggere fra le righe per trovare la vera chiave di lettura della partita, ossia che non è del tutto vero che le riserve bianconere hanno giocato meglio di quelle neroazzurre o dei loro big. Il trucco c’è ma non si vede. La questione si spiega nel fatto che probabilmente questi panchinari non meriterebbero proprio tutti la pettorina delle riserve. E come già scritto dopo la partita di Napoli adesso la palla torna a Guidolin, con quali motivazioni tener fuori ancora alcuni di questi giocatori? Buona la prova di Badu, anche se i piedi non sono proprio educati la quantità è impressionante, Allan ritrova smalto quando non ha il peso del centrocampo da solo, Widmer non ha sfigurato anche se probabilmente può dare di più. Pinzi ha dedicato la vittoria a Di Natale che ieri ha riposato in panchina, adesso a lui la risposta alle tante parole dette in settimana. Il Mago Maicosuel, l’altra sera migliore in campo, purtroppo sembra intenzionato a partire, destinazione Corinthias, a Udine rischia di esserci carenza di attaccanti se non tornassero in forma il capitano e Muriel. L’obiettivo principale è sempre la salvezza, ma da l’altro ieri è un dovere pensare anche alla Coppa che per i tifosi friulani è un miraggio da molti anni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Blanc&Neri - Alè Udin