Bollettino coronavirus Lombardia/ Dati 23 settembre: nessun decesso, +196 contagiati

- Carmine Massimo Balsamo

Coronavirus, il bollettino della Lombardia di oggi, mercoledì 23 settembre: le ultime notizie su morti, casi positivi e guariti.

bollettino coronavirus lombardia
Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia (Foto LaPresse)

Pochi istanti fa è stato reso noto il bollettino coronavirus della Lombardia con i dati sull’emergenza sanitaria aggiornati ad oggi, mercoledì 23 settembre 2020. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 196 casi positivi, di cui 29 debolmente positivi e 6 individuati a seguito di test sierologici. Dati in lieve rialzo rispetto a ieri, ma va messo in risalto l’aumento di tamponi processati: 22.805 tamponi effettuati, 8 mila in più di martedì. Nessun nuovo infettato nelle province di Cremona, Lodi e Sondrio, mentre la provincia più colpita resta quella di Milano con 96 nuovi contagiati. Fortunatamente non è stato registrato nessun nuovo decesso: bilancio fermo a 16.9256 vittime di Covid-19 dall’inizio dell’epidemia. Il conto dei guariti è salito di 119 unità, totale di 79.197. In ribasso il conto dei ricoverati in terapia intensiva, -1 per un totale di 33 pazienti, mentre c’è stato un aumento di 14 pazienti negli altri reparti Covid, totale 308.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA: LE ULTIME NOTIZIE

L’assessore Giulio Gallera ha reso noti i primi dati per quanto riguarda la riapertura delle scuole. Ebbene: dall’1 al 18 settembre 2020 in Lombardia «sono stati effettuati 30.257 tamponi a bambini e ragazzi in età scolare (40.14 per bambini del nido, 5.644 per le scuole dell’infanzia, 6.654 per le primarie, 4.235 per le secondarie di primo grado e 9.710 per le secondarie di secondo grado). Sono stati accertati complessivamente 439 positività, pari all’1,45 per cento», mentre i contagi accertati sono «69 per il nido, 71 per le scuole dell’infanzia, 92 per le primarie, 66 per le secondarie di primo grado e 141 per le secondarie di secondo grado». Qui di seguito il bollettino coronavirus della Lombardia diffuso dalla Regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA