Bonus congedo matrimoniale/ Lo stato lo “regala” a chi si sposa, ecco come ottenerlo

- Maria Melania Barone

Bonus congedo matrimoniale, che cos’è e che importo garantisce e chi sono i beneficiari? Ecco una guida su come presentare domanda attraverso il sito dell’INPS.

matrimonio famiglia 1 pixabay1280 640x300
Pixabay

Per coloro che hanno diritto all’assegno per il congedo matrimoniale a pagamento diretto INPS, è stata aperta una nuova procedura telematica per la presentazione della domanda, utile a tutti coloro che ne hanno diritto. L’INPS ha messo a disposizione una piattaforma unificata per la ricezione delle domande relative all’indennità e ai servizi di vario genere. In particolare dal 23 maggio 2022 sarà possibile presentare anche l’assegno di congedo matrimoniale a pagamento diretto INPS.

Bonus congedo matrimoniale: chi può richiederlo

Il contributo può essere chiesto entro un anno dalla data di matrimonio e dell’unione civile. Si tratta di una prestazione previdenziale che corrisponde esattamente a 7 giorni di retribuzione previsti dal contratto del lavoratore, che si innalzano ad 8 giorni per i lavoratori marittimi. Questo contributo può essere richiesto anche prima del matrimonio per alcune tipologie di lavoratori che decidano di stipulare l’unione o il matrimonio civile, oppure un matrimonio concordatario.  Il contributo Non può essere corrisposto in caso del solo rito religioso.

Il contributo del bonus congedo matrimoniale spetta ai lavoratori che non siano in servizio anche nei casi in cui siano richiamati alle armi, oppure ai disoccupati che hanno prestato attività lavorativa in aziende industriali, artigiane o cooperative almeno 15 giorni di lavoro nei 90 giorni precedenti.

Bonus congedo matrimoniale: come richiederlo

Il servizio INPS ha messo a disposizione un’area del sito dedicata e raggiungibile attraverso il seguente percorso:

  • Prestazioni e servizi;
  • servizi;
  • assegno congedo matrimoniale.

È possibile anche farne richiesta attraverso il contact center che risponde al numero 803 164 da rete fissa oppure 06 164 164 da rete mobile, i CAF e i servizi di patronato abilitati e intermediari INPS, attraverso il web con accesso mediante SPID, CNS o CIE.

Bonus congedo matrimoniale: come avviene il pagamento

Una volta che sia stata completata la procedura di compilazione della scheda informativa relativa alla prestazione, si potrà inserire la domanda che garantire all’invio telematico per l’ottenimento dell’assegno relativo al bonus congedo matrimoniale. Ci si renderà conto che, durante la compilazione, alcune voci sono già precompilate. In questo caso basterà verificare la veridicità delle informazioni contenute e, qualora qualche informazione sia stata omessa, basterà aggiungerla. Nel caso vi sia una inabilità temporanea da infortunio Inail, basterà inserirla se questa è mancante tra le informazioni precompilate.

Il pagamento del bonus congedo matrimoniale sarà accreditato sul proprio conto corrente nel caso si sia in possesso di un IBAN dell’area Euro aderente al circuito Sepa, in alternativa si potrà optare per il bonifico domiciliato presso l’ufficio postale più vicino.

Una volta completato l’invio sarà possibile anche consultare la lista delle domande ed i relativi esiti.





© RIPRODUZIONE RISERVATA