Bonus trasporti 2023, click day 1 settembre/ Cos’è, come funziona e come richiederlo

- Lorenzo Drigo

Bonus trasporti 2023: l'1 settembre scatta l'ultimo click day per richiedere i pochi fondi rimasti disponibili. Cos'è l'incentivo, come funziona e come presentare la propria domanda

treno mascherina sbagliata polizia (LaPresse)

Sta per chiudersi la possibilità di richiedere il bonus trasporti per il 2023, con l’ultimo (per ora) click day previsto l’1 settembre. Il sussidio, infatti, ha visto un numero impressionante di richieste, che hanno ben presto esaurito il budget inizialmente previsto, che ammontava a 100 milioni di euro a metà aprile, diminuiti fino ai poco più di 2 milioni attualmente rimasti. L’appuntamento di settembre con il bonus trasporti 2023, insomma, potrebbe facilmente esaurire i fondi disponibili, ai quali tuttavia vanno ancora sommati gli eventuali scarti di agosto, ricavati da coloro che non usufruiranno dell’incentivo, pur avendolo richiesto ed ottenuto.

Cos’è e come funziona il bonus trasporti 2023

Insomma, il click day di settembre per richiedere il bonus trasporti 2023 potrebbe, salvo nuovo aumento dei fondi a disposizione, essere l’ultima occasione utile per richiedere l’incentivo. La misura sarebbe dovuta durare fino a dicembre 2023, con erogazioni mensili regolari a partire da aprile, ma l’ampio successo ha ridimensionato rapidamente le aspettative. Si tratterebbe di un vero e proprio successo, che è andato soprattutto a vantaggio degli under 30, il 56% dei richiedenti.

Ricordiamo che il bonus trasporti 2023 altro non è che un incentivo valido per l’acquisto di abbonamenti di qualsiasi tipo ai mezzi pubblici di determinate aziende (consultabili semplicemente cliccando su questo link). Il bonus consiste in 60 euro fissi, che dovranno essere necessariamente usati entro la fine del mese solare in cui si è presentata la domanda, pena la revoca del sussidio e la sua reintegrazione nei fondi complessivamente disponibili. Per richiedere il bonus trasporti 2023 l’unico vincolo è rappresentato dal reddito complessivo relativo all’anno 2022, che non deve essere superiore ai 20mila euro.

Bonus trasporti 2023: come richiederlo

Per richiedere il bonus trasporti 2023, insomma, non si dovrà far altro che controllare il valore del proprio reddito complessivo, verificando che non superi i 20mila euro. Il primo di settembre sarà possibile prenotare gli ultimi fondi disponibili per l’incentivo, procedendo con le consuete modalità. La richiesta deve essere presentata tramite il portale ufficiale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Una volta utilizzate le proprie credenziali SPID o CIE per accedere al portale dedicato, non si dovrà far altro che compilare il modulo di richiesta, attendendo poi la conferma di avvenuta ricezione per ottenere il voucher dal valore di 60 euro, utile per l’acquisto di abbonamenti dei mezzi pubblici.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Trasporti e Mobilità

Ultime notizie