Calciomercato/ Tra Diego e la Juve l’ostacolo è Ranieri

- La Redazione

L’allenatore bianconero non gradirebbe l’arrivo del brasiliano, incompatibile con il 4-4-2

Tra Diego e la Juve si frappone un ostacolo che non è di carattere economico. Non è la volontà del giocatore, che ha già da tempo fatto “outing” dichiarando di essere ben felice di arrivare in Italia per vestire la casacca bianconera. E non è nemmeno il Werder che, oramai fuori dalla Champions, sarà costretto a fare cassa privandosi di qualche suo giocatore a partire dal suo gioiello più scintillante. L’ostacolo maggiore per la Juve è la Juve stessa. Nel senso che all’interno dello staff bianconero sembra esserci una divergenza d’opinione riguardo al brasiliano sul quale Secco è in pressing dall’estate scorsa. Chi non è così convinto dell’operazione è proprio Ranieri, che apprezza le doti del giocatore ma che teme che un suo inserimento nell’organico juventino potrebbe sconvolgerne gli equilibri. Il 4-4-2 del tecnico romano porta inevitabilmente a cercare centrocampisti di qualità, abili in fase di copertura e capaci di inserirsi: in tal senso va letto, ad esempio, l’interessamento estivo per Xabi Alonso. Questo,aggiunto al fatto che la Juve non sembra aver mostrato problemi in attacco, avrebbe portato Ranieri a rifiutare l’acquisto del 23enne. Il giocatore rimane comunque un obiettivo di corso Galileo Ferraris che ha ancora un mese per definire la strategia da adottare: solo il 7 gennaio, data di apertura del mercato, si inizierà a capire chi porta i pantaloni in casa Juve.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori