Pagelle/ Macedonia-Italia (2-3): i voti della partita (qualificazioni Mondiali 2018, girone G)

- La Redazione

Pagelle Macedonia-Italia: i voti ai protagonisti della partita che si è giocata all’Arena Filip II di Skopje per la terza giornata del girone G delle qualificazioni al Mondiale 2018

Immobile-Macedonia
Foto LaPresse

L’Italia rischia tantissimo a Skopje ma batte la Macedonia 3-2 nel finale: ecco allora le pagelle della partita valida per il girone G di qualificazione ai Mondiali 2018. Analizziamo tutti i giocatori che sono scesi in campo con i relativi voti, e la prestazione delle due nazionali che si sono sfidate nella serata di domenica 9 ottobre. Un’Italia per lunghi tratti del match inguardabile, che si fa mettere sotto clamorosamente dalla Macedonia, vince in rimonta grazie a Ciro Immobile la sfida di Skopje: finisce 3-2 per gli azzurri la terza partita delle qualificazioni a Russia 2018, con vantaggio firmato da Belotti e poi uno-due a inizio ripresa di Nestorovski e Hasani, che fanno tremare Ventura. La punta della Lazio però ribalta nuovamente tutto nel finale, segna la sua prima doppietta in Nazionale maggiore e consegna 3 punti fondamentali al proprio ct. Che torna a respirare dopo il triplice fischio dell’arbitro, dopo un’apnea pericolosa durata troppi minuti…

Paga a caro prezzo le disattenzioni difensive ma sfodera una prestazione fantastica dalla cintola in su, mettendo in grave imbarazzo l’Italia. Meritava certamente il pari Difficile dare un voto a questa Nazionale. Premiamo la reazione di carattere, già vista conto Israele e Spagna nelle prime due partite del girone. Ma è impossibile non rimanere interdetti dagli alti e bassi esagerati della squadra Non arbitra male ma rischia di compromettere tutto (colpa del guardalinee) nel finale, annullando un gol regolare a Parolo. “Salvato” da Immobile, anche lui…

Eccoci arrivati all’appuntamento con le pagelle del primo tempo di Macedonia-Italia: vediamo insieme come si sono comportate le due squadre nel primo tempo e i voti a migliori e peggiori fino a qui. Dopo un primo tempo piuttosto deludente e ricco di occasioni da gol per la Macedonia, l’Italia di Ventura è in vantaggio grazie al primo gol in Nazionale del ‘Gallo’ Belotti, pur avendo concesso davvero troppo ai volenterosi ma modesti avversari di serata… Tanti gli errori, in tutti i reparti, per gli azzurri: si comincia subito con un’offensiva di Pandev (voto 6), anticipato in uscita bassa di Buffon (voto 6); si prosegue con un errore banale di Romangoli (voto 5,5) al passaggio, con azione personale ma non pericolosa di Alioski (voto 6). Ma proprio nel momento in cui l’Italia sembra più confusa, ecco il colpo di Belotti (voto 6,5): cross dalla bandierina e spaccata volante senza marcatura della punta del Toro, abile a finalizzare e portare avanti i suoi. Poco prima era arrivata anche una clamorosa traversa di Nestorovski (voto 6,5), più volte pericoloso anche nel finale, seppur senza trovare la via della rete. Per la Nazionale prestazione non trascendentale di quasi tutti i singoli, da Verratti e Immobile (voto 5,5), troppo poco convinti. Servirà una ripresa di stampo molto differente per allontanare la sensazione di una squadra ancora un po’ troppo bloccata, come nella prima ora di gioco contro la Spagna…

Meritava il gol per quantità di occasioni prodotte, anche se il gol concesso è dovuto ad una marcatura totalmente sballata su Belotti. Spesso pericolosa negli ultimi 30 metri Una traversa colta da fuori area, a Buffon battuto, oltre ad una presenza costante e utile anche al gioco di squadra in avanti Un paio di uscite a farfalle potevano aiutare gli azzurri a segnare anche un secondo gol, anche se sul tiro di Belotti poteva farci poco

Primo tempo insufficiente, gol a parte. E’ vero che conta soprattutto il risultato stasera, ma si deve pretendere decisamente di più… Conferma la sua continua crescita con il primo sigillo in Nazionale, è lui il centravanti del presente e del futuro PEGGIORE Tanto bene aveva fatto contro la Spagna quanto impreciso si è rivelato finora, il difensore del Milan. Cercasi concentrazione e precisione, immediatamente (Luca Brivio)

Tante le parate importanti ma altrettanto evidenti i vuoti, in particolare sui palloni alti. Sbaglia diverse uscite nel primo tempo e incassa il gol finale di Immobile con un pallone in area piccola, che si poteva leggere meglio

Colpevole alla pari con tutta la retroguardia sul primo gol di Immobile, che si rialza dopo uno scivolone e va a colpire senza marcatura, riaprendo la partita

Vicino al gol del KO tecnico sul 2-1 per la Macedonia, viene respinto da Buffon. Da quel momento in poi, il buio: ha responsabilità su entrambi i gol di Immobile

Anche lui non impeccabile sul 2-2 di Immobile, il movimento della linea a 5 è tutto da rivedere sul cross di Candreva

Candreva serve i due assist decisivi dalla sua parte, ma dopo la sua uscita dal campo…

De Sciglio non lo mette granchè in difficoltà, presente in entrambe le fasi di gioco

Molto positivo nel primo tempo, giocando dalla metà campo in su. Arretrando il suo raggio d’azione invece viene “risucchiato” dai vortici difensivi ricchi di imprecisione dei compagni

Il gol del momentaneo sorpasso e diversi numeri di alta scuola nel secondo tempo, il migliore con Nestorovski

Si perde Belotti sul calcio d’angolo che porta allo 0-1 e poi rischia di regalare un rigore all’Italia, per trattenuta su Bonucci

Regista d’attacco dei suoi, non trova il gol ma spesso è pericoloso, guidando le ripartenze della Macedonia

La sua uscita aiuta l’Italia, dalla traversa colpita in avvio al gol del pari è il trascinatore della squadra. Alla faccia di chi derideva il Palermo per averlo acquistato…

Come Hasani regala diverse giocate offensive da urlo, che esaltano il pubblico, nel momento peggiore per l’Italia. Ma non basta per vincere…

Sorpreso come tutta la squadra dal colpo di coda degli azzurri, quando la Macedonia sembrava poter prendere il largo

Sfiora nuovamente l’impresa, come gli era già successo nei due match precedenti. Ma ancora una volta perde e resta a 0

Una grandissima parata, decisiva, su Mojsov. Ma anche qualche sofferenza di troppo, nel momento peggiore per l’Italia, ad esempio sul 2-1…

Negativo fin dall’inizio, non replica la grande prova fornita contro la Spagna

Cerca di metterci una pezza ma non basta il suo lavoro al centro. Ad un certo punto gli avversari arrivano da tutte le parti

Anche per lui serata complicata contro Nestorovski e Pandev soprattutto

Stavolta uniforma il rendimento al De Sciglio versione-Milan, piuttosto che al giocatore che di solito apprezziamo in Nazionale. Quando Hasani sale in cattedra, soffre troppo

Mezzo voto in più per ognuno dei due assist decisivi per Immobile, a fronte di una prestazione non esaltante

In difficoltà in entrambe le fasi, non combina quasi mai con De Sciglio e prova solo una volta la conclusione. Giustamente sostituito

Si salva solo grazie alla classe con cui innesca Candreva, nell’azione del 2-2. Ma che errore sul gol di Nestorovski!

Cala con il passare dei minuti, fino all’imprecisione che porta al 2-1 della Macedonia. Anche lui tolto dal campo a ragione

Un gol molto importante, il primo in Nazione, nel primo tempo. E poco altro

Ribalta tutto nel pazzo finale con due sigilli da bomber vero. Si era parlato tanto di Pellè, Belotti etc. Il vero insostituibile in questo momento, per Ventura, è lui

Entra con l’atteggiamento giusto, regala un po’ di brio all’attacco azzurro

Si fa “scherzare” da Hasani poco dopo il suo ingresso ma segna anche un gol regolare, annullato dall’arbitro, subito prima del 3-2 definitivo

Salvato da Immobile e dalla reazione del gruppo, per la terza volta di fila. Ma inizia ad esserci un po’ di preoccupazione attorno a questa Italia…

(Luca Brivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori