Leicester Campione d’Inghilterra/ Ranieri ha vinto la Premier League: Vardy-simbolo, tutti da lui per Chelsea-Tottenham (oggi, lunedì 2 maggio 2016)

- La Redazione

Leicester campione d’Inghilterra: le Foxes guidate da Claudio Ranieri hanno vinto la Premier League 2016. Il pareggio del Chelsea contro il Tottenham decide la corsa: è una grande impresa

Ranieri_Monaco_urlo
Ranieri Infophoto

Il Leicester è Campione d’Inghilterra, ha vinto la sua prima storica Premier League con Claudio Ranieri alla guida. Uno dei simboli di questo incredibile viaggio è sicuramente l’attaccante Jamie Vardy che con le sue reti ha trascinato la squadra. E se il tecnico romano ha deciso di non seguire la partita, almeno così ha dichiarato, la squadra invece si è riunita proprio a casa di Vardy per seguire la partita Chelsea-Tottenham. Il due a zero degli Spurs sembrava aver rimandato per l’ennesima volta la festa. I gol nella ripresa però della squadra di Gus Hiddink hanno regalato il due a due che da la matematica conquista del titolo da parte della squadra di Ranieri. Un successo che i calciatori hanno festeggiato tutti insieme.

Il Leicester è campione d’Inghilterra. La squadra di Claudio Ranieri ce l’ha fatta: festeggia una memorabile impresa a distanza, grazie alla rimonta del Chelsea che, sotto 0-2 in casa al termine del primo tempo, segna due gol al Tottenham con Gary Cahill e Eden Hazard. La rete del belga all’83’ minuto fa esplodere tutta Leicester: le Foxes, lo scorso anno salve nelle ultime giornate, vincono un campionato clamoroso che è il primo della loro storia (c’era stato un terzo posto nel 1928 e un secondo, per un punto, nel 1929). La classifica recita Leicester 77, Tottenham 70: i 7 punti di vantaggio che il Leicester ha sugli Spurs lo rendono irraggiungibile nelle ultime due giornate del campionato inglese. E’ un titolo straordinario, sul quale ovviamente si tornerà ampiamente a parlare; un’impresa pazzesca, una delle più impensabili nella storia del calcio (se non altro moderno) con un pizzico di Italia in questa festa. Anzi, un gran bel pezzo di Italia: Claudio Ranieri ha raccolto una squadra in zona retrocessione e l’ha condotta al titolo di campione d’Inghilterra. Adesso le celebrazioni possono davvero cominciare.

Siamo all’intervallo a Stamford Bridge e il Tottenham è in vantaggio contro il Tottenham: nel Monday Night della trentaseiesima giornata di Premier League gli Spurs vincono 2-0 a Stamford Bridge grazie ai gol realizzati dal solito Harry Kane, giunto alla rete numero 25 in campionato, e da Son Heung-Min, rispettivamente al 35’ e al 44’ minuto di gioco. Con questo risultato il Leicester non può ancora festeggiare la vittoria del campionato: all’intervallo infatti la situazione di classifica ci dice che le Foxes hanno 77 punti contro i 72 del Tottenham, che con due giornate da giocare potrebbe ancora operare il sorpasso in vetta alla classifica. Vedremo cosa succederà nel secondo tempo a Stamford Bridge: il Chelsea ha ancora tempo per ribaltare il risultato, o comunque per segnare quei due gol che consentirebbero a Claudio Ranieri e tutta Laicester di esplodere di gioia. 

Claudio Ranieri potrebbe tornare in Inghilterra in serata, visto che ora si trova in Italia per trovare la mamma. Può darsi che riceverà l’esito della partita tra Tottenham e Chelsea direttamente dall’aereo, dal suo allenatore in seconda Paolo Benetti, intervistato da La Gazzetta dello Sport. “Stiamo cercando di trascorrere questo lunedì come se fosse il solito giorno di riposo. Stasera poi potrebbe esserci la festa, ma nel calcio mai anticipare i tempi. Aspettiamo il risultato e vediamo. L’appuntamento con i giocatori è per domani mattina alle 10:30. Questa sera vado al pub con Andrea e ci beviamo una birra con i tifosi. La festa grande, se vinceremo il titolo e io tocco ferro, ci sarà il 16 maggio, il giorno dopo il match in casa del Chelsea” conclude Benetti, con il miglior auspicio. 

La città di Leicester è pronta ai grandi festeggiamenti. Questa sera il Tottenham dovrà fare risultato pieno a Stamford Bridge contro il Chelsea, e se così non fosse il Leicester sarebbe matematicamente Campione d’Inghilterra. Per le strade della città non si parla di altro, i lavoratori non vedono l’ora di andarsi a sedere in un pub questa sera per assistere alla partita. “Sono sicuro già stasera festeggeremo” le parole di un tassista a Leicester – “Questa stagione è stata fantastica, irripetibile. Ormai ci siamo”. Ci sono anche le persone più caute che vogliono la matematica certezza prima di parlare: “La penso come Ranieri, finché la matematica non ci dà la certezza di avercela fatta non mi sbilancio” commenta un barista vicino la stazione ferroviaria. Tutta la città è piena di sciarpe, “C’mon Foxes” sarà l’urlo complessivo. 

Il Leicester è pronto alla festa se questa sera il Tottenham non batterà il Chelsea. Tutti a tifare Blues questa sera in Inghilterra, visto che ieri il pareggio contro il Manchester United ha solo rimandato la festa del club allenato da Claudio Ranieri. ‘We’re going to win the league’, stiamo per vincere il campionato, è proprio questo il coro che si sente in tutta Leicester, il sogno sta per diventare realtà. La Premier ha negato di poter mettere i maxischermi per assistere alla partita, i tifosi questa sera si ritroveranno da  Hogarth’s, grande pub in Hotel street, vicino alla cattedrale di San Martino oppure all’Holiday Inn a Granby street. Ieri c’era anche il sindaco di Leicester che ha svelato: “Voglio che il Leicester vinca la Premier, ma non volevo lo facesse a Old Trafford”. Tutto rimandato a questa sera? 

Il Leicester si prepara alla grande festa se questa sera il Tottenham non dovesse riuscire a far risultato con il Chelsea, a Stamford Bridge. Tutti saranno incollati al televisore per assistere al match ed agli eventuali festeggiamenti, tranne una persona che in caso di vittoria del titolo non sarà in Inghilterra in quelle ore. Parliamo di Claudio Ranieri che ieri ha così dichiarato: “Domani sarò in volo, sarò l’ultimo in tutto il Regno Unito a sapere il risultato della gara del Tottenham. Tornerò in Italia a pranzare con mia mamma di 96 anni e stare un po’ con lei” conclude il tecnico dei Foxes che potrà assistere in televisione a quello che potrà accadere in tutta Leicester in caso di vittoria del Chelsea o di pareggio del Tottenham. Una storia un po’ atipica, ma per festeggiare ci sarà modo e tempo. 

Oggi potrebbe essere una giornata magica per il Leicester di Claudio Ranieri. I Foxies hanno pareggiato ieri a Old Trafford 1-1 contro il Manchester United, andati sotto per il gol di Martial hanno saputo reagire trovando il pari con Morgan. Oggi il Tottenham va in casa del Chelsea per una gara non facile. Per i blues è stata una stagione molto complicata che ha regalato al momento un decimo posto che non può bastare. L’anno prossimo arriverà Antonio Conte e la società al momento sta dando la possibilità a molti giovani di mettersi in mostra. Se gli Spurs dovessero uscire con un risultato diverso dalla vittoria aprirebbero i festeggiamenti del Leicester che diventerebbe Campione d’Inghilterra. La squadra di Ranieri è al momento otto punti sopra la seconda in classifica con due giornate ancora da affrontare. Staremo a vedere quindi se si farà festa oppure se tutto sarà rimandato a sabato 7 maggio quando al Leicester servirà solo voglia e volontà per vincere questa Premier League.

Pareggia il Leicester questo pomeriggio all’Old Trafford contro il Manchester United, un 1-1 grazie alle reti di Martial e Morgan. Ovviamente non c’è stato alcun festeggiamento nel post partita visto che servivano i tre punti per alzare matematicamente la Coppa della Premier League 2015/2016. Ora tutti i tifosi dei Foxes dovranno attendere il match di domani tra Tottenham e Chelsea, visto che un pareggio o una sconfitta dei secondi in classifica farebbe festeggiare Ranieri & Company. I punti in classifica attualmente sono 77, ad otto punti di distanza dal Tottenham che dovrà necessariamente vincere per restare in corsa per il primo posto altrimenti il Leicester potrà dichiararsi Campione d’Inghilterra a due giornate dal termine del campionato. 

Si è concluso il primo tempo all’Old Trafford tra Manchester United e Leicester ed il risultato attualmente è di 1-1. I padroni di casa sono partiti subito forte quest’oggi con Martial che all’8′ ha portato in vantaggio i Red Devil raccogliendo in area un ottimo cross di Valencia. Il Leicester di Ranieri, di certo, non si fa abbattere da questo gol e Wes Morgan, di testa, riesce a pareggiare i conti alimentando le speranze dei tifosi del Leicester sugli spalti che sperando di potersi portare in vantaggio nel secondo tempo contro il Manchester United. Un pareggio, infatti, servirebbe solo se domani il Tottenham contro il Chelsea non dovesse vincere nel posticipo. I quasi quattromila tifosi Foxes sugli spalti stanno costantemente supportando i lori giocatori, Ranieri predica calma in panchina. 

Tra un’ora scenderà in campo il Leicester di Claudio Ranieri, pronto a scrivere la storia contro il Manchester United all’Old Trafford. Saranno circa settantacinque mila gli spettatori a Manchester, tra questi circa 3.150 tifosi del Leicester che sono riusciti a trovare il biglietto per assistere a questo big match. I bagarini davanti allo stadio stanno vendendo biglietti anche a 10 mila sterline, tutto pur di vedere la propria squadra del cuore vincere la tanto ambita Premier League. Il Leicester per avere matematicamente lo Scudetto in pugno deve necessariamente vincere contro il Manchester questo pomeriggio, un pareggio servirebbe solo in caso il Tottenham non riuscisse a vincere domani contro il Chelsea. Claudio Ranieri dovrà fare a meno di Vardy, grande assente per squalifica questo pomeriggio. 

Il Leicester di Claudio Ranieri è davvero ad un passo dallo storico ‘scudetto’, che per la squadra sarebbe il primo titolo in Premier League della loro storia. Mancano soltanto tre punti per coronare una cavalcata storica che ha consentito al piccolo battello di Ranieri di solcare le ripide della Premier League fino a raggiungere la meta, conquistando più punti di formazioni come Chelsea, Manchester City, Arsenal e Manchester United costruite per dominare in Europa a suon di milioni di sterline. Basterà un successo all’Old Trafford per brindare al titolo, ma se questo successo non dovesse arrivare, Vardy e compagni potrebbero comunque festeggiare lo scudetto nella sfida interna contro l’Everton del week end prossimo.

Agli uomini di mister Ranieri potrebbe anche bastare un pareggio a Manchester se il Tottenham non riuscisse a vincere a Londra sul difficile campo del Chelsea, e addirittura potrebbe festeggiare lo scudetto pur perdendo se il Chelsea riuscisse a prevalere sugli Spurs. Una serie di combinazioni che rende ormai quasi certo il titolo per Vardy, Mahrez e compagni tanto che è già tutto pronto nella piccola città di Leicester (285 mila abitanti) per rendere gli onori alla banda di Ranieri al quale il primo cittadino ha già promesso che sarà dedicata una via della città. Un’impresa che ricorda i fasti del Verona che nel 1986, che contro ogni pronostico, riuscì a conquistare il primo scudetto della propria storia prevalendo sulla Juventus di Platini e il Napoli di Maradona.

Dal momento che il Tottenham però giocherà nel posticipo di domani sera, per conquistare la premier League già oggi il Leicester sarà chiamato a vincere nel fantastico scenario di Old Trafford, in casa del Manchester United che oggi sarà avversario delle Foxes. Difficile chiedere uno scenario migliore, se dovesse succedere già oggi…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori