DIRETTA / Elia Viviani, Omnium ciclismo su pista: è medaglia d’oro! Gara straordinaria (Olimpiadi di Rio 2016, oggi 15 agosto)

- La Redazione

Diretta Elia Viviani, ciclismo su pista omnium: il veneto vince una strepitosa medaglia d’oro, l’ottava della spedizione italiana alle Olimpiadi Rio 2016, davanti a Cavendish e Hansen

riodejaneiro_panoramica
(LaPresse)
Pubblicità

Ha vinto la medaglia doro nellOmnium di ciclismo su pista. E lottavo oro per lItalia alle Olimpiadi Rio 2016, la medaglia numero 23 di questa spedizione: lo straordinario Viviani, presentatosi in testa allultima prova (quella a punti) è stato più forte anche di una caduta provocata dal sudcoreano Sanghoon Park, che lo ha travolto dopo essersi toccato con Mark Cavendish. Viviani ha condotto alla grande i suoi 160 giri: ha controllato, ha visto Cavendish e soprattutto Lasse Norman Hansen avvicinarsi sempre più (il danese a un certo punto era a -1) ma poi si è giocato alla grande lo sprint, ha vinto il penultimo e ha messo 10 punti tra sè e i due avversari. Allultimo sprint Viviani aveva bisogno di un solo punto per loro, ne ha presi 5 al passaggio ai -10 giri e a quel punto doveva soltanto preoccuparsi di non perdere un giro (che gli avrebbe fatto perdere 20 punti). Così non è successo: Elia Viviani è medaglia doro nellOmnium ed è un grandissimo risultato per lui e per lItalia; la medaglia d’argento è Mark Cavendish, bronzo per Lasse Norman Hansen.

Pubblicità

, appuntamento con la storia: lultima gara dellOmnium maschile, allinterno del programma di ciclismo su pista alle Olimpiadi Rio 2016, sta per cominciare. Viviani affronta questa gara a punti, sulla distanza dei 160 giri con punti assegnati ogni 10 tornate, dal primo posto nella classifica generale: ha 178 punti come abbiamo detto, e difende 16 lunghezze di vantaggio sul fenomenale britannico Mark Cavendish e 26 sul danese Lasse Norman Hansen. Cè ancora molto da fare per salire sul podio, e magari prendersi la medaglia doro che sarebbe lottava per lItalia in questa Olimpiade; Viviani fino a questo momento ha avuto una giornata fantastica e ora la vuole coronare nel migliore dei modi. Riuscirà a far gioire tutti gli italiani? Lo scopriremo presto, a noi non resta che fare il tifo e sperare che lazzurro ottenga un risultato fantastico, per lui – innanzitutto – e per tutta lItalia che lo spinge.

Pubblicità

Dopo il quinto turno dellOmnium maschile alle Olimpiadi Rio 2016, Elia Viviani che era al comando della classifica generale chiude in seconda posizione ed è sempre al comando della graduatoria, quando manca ormai una prova per terminare questa gara e assegnare le medaglie. Viviani gira in 12.660, secondo solo al 12.506 di Dylan Kennet: la buonissima notizia, al di là dei 38 punti conquistati che mandano Viviani al comando prima della corsa a punti, è che Mark Cavendish perde altri due punti dal veneto: il britannico gira in 12.793 ed è terzo, mentre in quarta posizione cè il danese Lasse Norman Hansen con 12.832. Elia Viviani dunque ha 178 punti, 16 in più di Cavendish e 26 in più di Hansen; il quarto classificato, che potrebbe far perdere il podio al ciclista italiano, è Dylan Kennet che ha 150 punti e dunque 28 lunghezze da recuperare a Viviani. Siamo messi benissimo dunque: alle ore 22:30 italiane sapremo se lazzurro riuscirà a mettersi al collo una medaglia doro.

Sta per tornare in pista nell’Omnium di ciclismo su pista alle Olimpiadi di Rio 2016. Siamo ormai giunti alla quinta e penultima prova sulle sei in programma, cioè il giro lanciato: Elia Viviani, essendo il primo nella classifica generale, scenderà in pista per ultimo fra i 17 pistard ancora rimasti in gara, visto che l’ordine di partenza sarà ottenuto rovesciando la graduatoria parziale. Subito prima di lui prenderanno dunque il via gli avversari più pericolosi, compresi il britannico Mark Cavendish e il colombiano Fernando Gaviria. Il margine di vantaggio di Elia Viviani per ora è buono, 14 punti sulla coppia formata dallo stesso Cavendish e dal francese Thomas Boudat, 22 su Gaviria e sul danese Lasse Hansen. Tuttavia di punti ce ne sono ancora tantissimi in palio, soprattutto nell’ultima prova che sarà la corsa a punti (prevista per le ore 22.23), quindi non si possono fare calcoli, tanto più nel giro lanciato. Adesso dunque non c’è più spazio per le parole: l’Omnium sta per ricominciare, tutti a fare il tifo per Elia Viviani! 

Torna in gara alle ore 21.00 con la quinta prova dell’Omnium di ciclismo su pista alle Olimpiadi di Rio 2016. Si tratta del giro lanciato, che concettualmente è con ogni probabilità la specialità più semplice da capire anche per chi non segue abitualmente il ciclismo su pista e si metterà a seguire stasera la diretta tv attirato dalla possibilità di conquistare una medaglia, dal momento che Elia Viviani è al comando della classifica dopo le prime quattro prove. Ogni ciclista percorre un giro completo della pista del velodromo, che viene cronometrato: si stila una classifica che naturalmente vedrà al primo posto chi impiegherà meno tempo a completare il giro. Come in tutte le precedenti prove, saranno assegnati 40 punti al primo e poi a scalare di due per ogni posizione (38 al secondo, 36 al terzo…). In ogni caso tutto si deciderà con la corsa a punti finale, che assegna il punteggio più alto di tutte le prove.

Stasera si gioca una medaglia nell’Omnium del ciclismo su pista alle Olimpiadi di Rio 2016. Per ora tutto è andato nel migliore dei modi, dal momento che il pistard azzurro guida la classifica dopo quattro delle sei prove in programma con 140 punti, anche se l’Omnium è una gara imprevedibile, che riserva colpi di scena fino all’ultimo e decisivo atto, cioè la corsa a punti che prenderà il via alle ore 22.23 italiane di questa sera – prima ci sarà il giro lanciato, alle ore 21.00. Il precedente più recente è quello dei Mondiali di ciclismo su pista che si sono disputati nel mese di marzo di quest’anno a Londra: Elia Viviani in quella occasione chiuse al quarto posto ma a due sole lunghezze dalla medaglia d’oro al termine di una gara dalla classifica incredibilmente corta. Infatti Elia Viviani chiuse con 189 punti mentre a quota 191 trovammo un incredibile terzetto a pari merito, situazione che fece gioire soprattutto Fernando Gaviria che – pur se a parità di punteggio – vinse la medaglia d’oro davanti a Roger Kluge e Glenn O’Shea, rispettivamente argento e bronzo. Precedente dunque non fortunatissimo, ma che ci lascia pure la certezza che potrebbe bastare poco per trasformare il legno in metalli anche molto più nobili…

al comando dell’Omnium di ciclismo su pista dopo quattro delle sei prove della gara che designerà il pistard più completo alle Olimpiadi di Rio 2016. Nelle prossime ore dunque vivremo grandi emozioni dal velodromo di Rio de Janeiro: mancano ancora il giro lanciato e la corsa a punti, per cui è ancora abbastanza presto per tracciare dei bilanci, ma la cosa certa è che per Elia Viviani è vicina una medaglia che colmerebbe quello che per l’Italia è un vuoto incredibile. Infatti è da Sydney 2000 che non saliamo sul podio nel ciclismo su pista, che per decenni ci aveva visti grandi dominatori: in Australia arrivarono l’oro di Antonella Bellutti nella corsa a punti femminile e il bronzo di Silvio Martinello e Marco Villa nell’americana maschile. Poi il grande vuoto: in questi ultimi anni ci sono stati segnali di rinascita, innanzitutto proprio grazie a Viviani, che ormai da qualche anno è ai vertici mondiali dell’Omnium, poi anche con la crescita di nuovi talenti quale ad esempio Filippo Ganna che a marzo si è laureato campione del Mondo nell’inseguimento individuale a soli 19 anni d’età. Adesso Viviani potrebbe colmare il vuoto di medaglie olimpiche: faremo tutti il tifo per lui!

Terzo nella prova a cronometro dell’Omnium di ciclismo su pista alle Olimpiadi di Rio 2016 e soprattutto primo nella classifica generale dopo le prime quattro prove di questa gara che premia il pistar più completo al termine di sei diverse fatiche nel giro di due giorni. Dunque la seconda giornata dell’Omnium inizia benissimo per Elia Viviani, che ha ottenuto il terzo miglior tempo in 1’02″338 e di conseguenza 36 punti per la classifica generale in una prova nella quale invece gli altri big sono andati tutti piuttosto male. Si salva Fernando Gaviria con il quarto posto, ma il colombiano è comunque a quota 118 punti nella generale contro i 140 di Viviani. Solamente undicesimo il francese Thomas Boudat, che di conseguenza porta a casa solo 20 punti e sale a quota 126 punti, agganciato al posto d’onore da Mark Cavendish, sesto nel chilometro (dunque cede altre 6 punti a Viviani). Lontano anche il tedesco Roger Kluge, i migliori sono stati il neozelandese Dylan Kennett e l’australiano Glenn O’Shea, i quali però nella generale sono già piuttosto lontani. Riepilogando, adesso Viviani è primo con 140 punti, poi ecco Boudat e Cavendish a quota 126, poi con 118 punti un’altra coppia formata dal danese Lasse Hansen e da Gaviria. Si tornerà in pista con il giro lanciato alle ore 21.00 italiane.

Sta per tornare in azione: la seconda giornata dellOmnium maschile di ciclismo su pista alle Olimpiadi di Rio 2016 infatti avrà inizio fra pochi minuti, quando tutti i protagonisti di questa lunga e faticosa gara si sfideranno nella prova a cronometro sulla distanza di 1 km. Si tratta della quarta gara su sei in totale che compongono lOmnium, la prima delle tre odierne che definiranno la classifica. Al momento ricordiamo che Elia Viviani occupa la seconda posizione con 104 punti, alle spalle solamente del francese Thomas Boudat che ha 106 punti. Sono dietro a Viviani per ora i due avversari più temuti e più noti al grande pubblico, cioè il britannico Mark Cavendish e il colombiano Fernando Gaviria. Naturalmente però tutto è ancora possibile, dal momento che siamo giunti solamente alla metà dellOmnium: la parola dunque deve passare al velodromo di Rio de Janeiro, dove una nuova giornata con il ciclismo su pista (la più attesa in chiave italiana) sta per cominciare!

NellOmnium di ciclismo su pista è per lItalia alle Olimpiadi di Rio 2016 una delle più concrete speranze di medaglia nella giornata odierna, nonché la nostra migliore carta da giocare nel ciclismo su pista per tornare sul podio in una specialità che a lungo abbiamo dominato ma che nelle ultime edizioni delle Olimpiadi non ci ha più regalato soddisfazioni. LOmnium consiste nella somma di sei specialità distribuite su due giornate: dopo le tre disputate ieri Elia Viviani è secondo con 104 punti, a due sole lunghezze dal leader che è il francese Thomas Boudat a quota 106. Terzo posto per Mark Cavendish che completerebbe il podio virtuale con 96 punti, quarto il tedesco Roger Kluge con 90 punti, stesso punteggio fin qui ottenuto dal colombiano Fernando Gaviria. La lotta per le medaglie si chiude con il danese Lasse Hansen, sesto con 86 punti, mentre tutti gli altri appaiono già troppo lontani. Analizzando più nel dettaglio la gara di Viviani, essa è iniziata con un settimo posto nello scratch che gli ha dato 28 punti (40 al primo di ogni gara, 38 al secondo, 36 al terzo e via così a scalare), ma poi ecco il terzo posto nellinseguimento e la vittoria nelleliminazione, dunque 36 e poi 40 punti, appunto per un totale di 104. Oggi le ultime tre prove definiranno il podio.

Oggi, lunedì 15 agosto 2016, alle Olimpiadi di Rio 2016 si completa il programma di gare del ciclismo su pista, specialità Omnium. Dopo che ieri, domenica 14 si sono svolte le prove di scratch, inseguimento individuale e corsa ad eliminazione, oggi sarà la volta della prova a cronometro, giro lanciato e corsa a punti. Ci sarà Elia Viviani a tenere alte le speranze azzurre in una disciplina molto tecnica e in grado sempre di regalare sorprese e capovolgimenti di fronte, con l’italiano attualmente secondo della generale. Per lui parlano cinque europei su pista e tredici titoli nazionali: questa Olimpiade per lui dovrà rappresentare la consacrazione. La lotta sarà serrata, visto che Viviani dovrà vedersela con vecchie volpi del ciclismo mondiale come il britannico Mark Cavendish, attualmente terzo, che può vantare un oro Mondiale su strada e tre su pista alle spalle, senza considerare uninnumerevole quantità di tappe vinte nelle corse più prestigiose del mondo. Sarà il colombiano Fernando Gaviria a partire però con i galloni di favorito, sebben al momento sia quarto, in questa prestigiosa disciplina, forte della medaglia doro conquistata nellOmnium ai Mondiali del 2015 disputati a Saint-Quentin-en-Yvelines.  Attenzione però al francese Boudat, che al momento guida il gruppo con 106 punti. La prova a cronometro avrà inizio alle 15.21 italiane, il giro lanciato alle ore 21.00 e la corsa a punti 40km alle ore 22.23. Questanno non è il favorito per la medaglia doro, ma non va dimenticato che Lasse Norman Hansen è stato oro per la Danimarca a Londra 2012 e si presenterà da campione Olimpico in carica nellOmnium di ciclismo a Rio. Dietro di lui fu argento il francese Bryan Coquard e bronzo il britannico Ed Clancy. Londra 2012 si è trattata della prima edizione Olimpica in cui nel ciclismo su pista è stata presente la specialità dellOmnium. Le quote Snai prima del via dell’Omnium maschile di ciclismo a Rio 2016 vedevano Elia Viviani quotato 4.00 per la vittoria finale, davvero a un passo da quello che era il favorito numero uno per la medaglia doro, il colombiano Fernando Gaviria proposto ad una quota di 3.00. Attenzione anche al britannico Mark Cavendish, il cui successo avrebbe pagato 5.00 volte la posta scommessa. Quota 7.00 per leventuale medaglia doro dellaustraliano Glenn OShea, mentre il leader della generale, il francese Thomas Boudat, avrebbe moltiplicato per 12.00 la posta scommessa.

Per seguire la diretta tv delle qualificazioni delle gare di Omnium (Omnium 1 km, Omnium giro lanciato, Omnium corsa a punti 40 km) di ciclismo su pista alle Olimpiadi di Rio 2016, lunedì 15 agosto a partire dalle ore15:21, ci si potrà sintonizzare sui canali 2, 57 e 58 del digitale terrestre free, ovvero sui canali della tv di Stato dedicati ai Giochi Olimpici. Rai 2, Rai Sport 1 e Rai Sport 2, tre reti che per tutto il periodo dei Giochi saranno visibili anche in alta definizione sui canali Sky 226, 227 e 228. In streaming via internet si potranno invece seguire passo dopo passo tutte le gare. Collegandosi tramite personal computer o dispositivi mobili sul sito rai.tv si potranno seguire tutti gli sport, dalle qualificazioni alle finali, in maniera integrale senza interruzioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori