Diretta/ Finale, Farfalle nella ginnastica ritmica: Italia splendida ma quarta, beffata all’ultimo dalla Bulgaria (Squadre, Olimpiadi Rio 2016)

- La Redazione

Diretta ginnastica ritmica a squadre con l’Italia: le Farfalle sono splendide nella finale alle Olimpiadi Rio 2016, ma chiudono al quarto posto dietro a Russia, Spagna e Bulgaria

ginnastica_ritmica_rio
(LaPresse)

L’Italia deve accontentarsi del quarto posto nella finale del concorso generale di ginnastica ritmica alle Olimpiadi di Rio 2016. Le farfalle azzurre si sono viste soffiare il podio all’ultimo dalla Bulgaria, autrice di un velenosissimo sorpasso con uno straordinario esercizio con clavette e cerchi. Il podio, però, era assolutamente alla portata dell’Italia, reduce dal bronzo di Londra 2012 e dall’argento di Atene 2004. La prestazione di grande impatto nell’esercizio misto non è bastata a coprire qualche imprecisione nell’esercizio ai nastri proprio a causa del colpo finale della Bulgaria. Per la quinta volta consecutiva nella sua storia, invece, trionfa la Russia, che però ha faticato più di quanto ci si aspettasse. A soli due decimi dalla Spagna a metà gara, la Russia ha dovuto tirare fuori il meglio di sé e, infatti, si è scatenata con clavette e cerchi per trionfare ai danni delle spagnole con mezzo punto di vantaggio.

Russia, Spagna, Bulgaria: è un verdetto crudele per lItalia nella finale di ginnastica ritmica alle Olimpiadi Rio 2016. Le Farfalle non confermano il podio che avevano ottenuto a Londra: sono soltanto quarte, per questione di centesimi. La Bulgaria, ultima nazionale a esibirsi in pedana, ha ottenuto un punteggio di 35.766 (peraltro lo stesso della Spagna): lItalia ha avuto invece 35.549. E una vera beffa, che certamente non cancella la splendida prova delle nostre ragazze ma le fa tornare con lamaro in bocca per non essere riuscite a mettere le mani sulla seconda medaglia consecutiva. Medaglia doro quasi annunciata per la Russia (36.233), medaglia dargento alla Spagna che a Londra era rimasta giù dal podio e ora si è rifatta. Peccato: lItalia era riuscita a lasciarsi alle spalle la temibilissima Bielorussia, medaglia dargento quattro anni fa, ma non è bastato. Alle nostre Farfalle va comunque un grandissimo applauso per come sono riuscite a condurre la gara; sono giovanissime e si potranno certamente rifare.

Le ragazze dellItalia nella Ginnastica Ritmica in finale alle Olimpiadi di Rio 2016 hanno piazzato una prova sui cerchi e calette da oscar: con 18,033 ottenuto dopo lesercizio della seconda rotazione balziamo al terzo posto provvisorio dietro a Russia e Spagna. Siamo davanti ad Israele e con lUcraina che con un piccolo errore si ritrova ora fuori sostanzialmente dai giochi. Che prova per le nostre Farfalle che su un tema di musica classica realizzano una prova davvero maestosa, con una parte lenta e continuativa che intermezza salti e acrobazie con i cerchi. Da notare un colpo di tacco meraviglioso con cui le nostre Farfalle si sono passate più volte il cerchio, mentre con le clavette non sono stati commessi errori. Ora si attende lultima rotazione con lItalia che deve sforzarsi per mantenere il bronzo provvisorio: occhio alla Bulgaria e Israele che ci insidiano poco dietro in classifica generale. Una gara finora davvero incredibile con lItalia che sta dimostrando classe e leggiadria degne della Nazionale che 4 anni fa conquistò loro a Londra 2012.

Sta per cominciare la finale di ginnastica ritmica ai giochi olimpici di Rio 2016. E’ il momento dell’Italia e delle farfalle, piazzatesi dietro alla Spagna nelle qualificazioni. Le favorite sono sicuramente la Russia (35.516) e la Bielorussia (35.433), per gli addetti ai lavori sono loro le nazionali da battere. Le azzurre sono in quarta posizione, un risultato ottimo considerato che le ragazze sono riuscite a superare rivali molto pericolose come Israele e Giappone. L’Italia ha debuttato con i nastri sulle note di  ‘Tu si na cosa grande”, un esordio che ha caricato il tecnico Emanuela Maccarni: “Sono soddisfattissima della gara delle nostre ginnaste – riporta il sito dellAnsa – peccato la qualifica sia partita con punteggi troppo bassi. La Spagna ha fatto benissimo, ma nel nostro secondo esercizio mi aspettavo una nota di difficoltà più alta. La Russia è stata fallosa, la Bulgaria invece molto pagata ai nastri. Comunque abbiamo raggiunto il primo obiettivo, adesso nella finale a otto partiremo per quarte”.

La finale del concorso all around a squadre di ginnastica ritmica alle Olimpiadi Rio 2016 sta per iniziare. LItalia difende la medaglia di bronzo conquistata quattro anni fa a Londra: una finale fantastica per la nostra nazionale, che si era qualificata con il secondo posto alle spalle della Russia e poi aveva retto il ritorno delle avversarie, chiudendo con mezzo punto di vantaggio sulla Spagna ma sorpassata dalla Bielorussia. Elisa Bianchi, Romina Laurito, Marta Pagnini, Elisa Santoni, Anzhelika Savrayuk, Andreea Stefanescu: queste le nostre sei ginnaste che erano riuscite a mettere le mani su una medaglia fantastica. Rispetto ad allora sono rimaste soltanto Marta Pagnini, oggi titolare (allora era la riserva) e Andreea Stefanescu, che è oggi la nostra riserva; sono invece entrate nella squadra Martina Centofanti (18 anni), Sofia Lodi (18 anni), Alessia Maurelli (compirà 20 anni domani) e Camilla Patriarca (21 anni); una nazionale decisamente giovane, che non ha ancora lesperienza delle colleghe ma sicuramente può centrare un grande risultato qui a Rio. Noi facciamo il tifo sperando che arrivi unaltra medaglia olimpica, qui a Rio de Janeiro, da questo concorso all around di ginnastica ritmica.

Ginnastica ritmica, finale del concorso all around a squadre: lItalia entra nellultima giornata delle Olimpiadi Rio 2016 con le possibilità intatte di mettere le mani su una medaglia in questa competizione. Lo dice il risultato delle qualificazioni: la nostra nazionale è quarta con 35.349 punti e si è ampiamente qualificata tra le prime otto. Nessuna delle squadre che hanno raggiunto la finale è imbattibile o irraggiungibile: la Spagna che comanda la classifica ha 35.749 punti, vale a dire poco più di 3 decimi sullItalia che ragionevolmente può sperare anche di mettersi al collo la medaglia doro. Seguono Russia e Bielorussia; questultima ha appena 1 decimo sulla nostra nazionale che però, allo stesso modo, deve guardarsi le spalle dal Giappone e da Israele (Bulgaria e Ucraina sono più staccate). Sarà difficilissimo conquistare una medaglia, ma per il momento siamo assolutamente in quota; staremo a vedere quello che succederà.

Giorno di finale per la gara a squadre della ginnastica ritmica alle Olimpiadi Rio 2016, unappuntamento molto importante anche per lItalia e per le nostre Farfalle azzurre, ancora una volta protagoniste fra le otto squadre più forti del mondo nella ginnastica ritmica. Lobiettivo sarà salire sul podio per la terza volta nelle ultime quattro Olimpiadi, anche se la concorrenza sarà ancora una volta molto forte, a partire dalla Russia che come sempre nella ginnastica ritmica sarà il punto di riferimento, ma saranno avversarie temibilissime anche le solite Bielorussia e Bulgaria e pure la rediviva Spagna, che dopo il lontano oro di Atlanta 1996 – nella prima edizione della gara a squadre della ginnastica ritmica – non era più tornata ai massimi livelli e invece questanno fa davvero sul serio. Sarà dunque una battaglia durissima quella che dovranno affrontare le nostre ragazze, dalla veterana Marta Pagnini (classe 1991, nella ginnastica ritmica 25 anni sono una bella età) che è lunica reduce dal bronzo di Londra 2012 alle sue compagne di squadra, cioè Camilla Patriarca, Alessia Maurelli, Martina Centofanti e Sofia Lodi. Ricordiamo che tutte le Nazionali in gara saranno impegnate nella prima rotazione con lesercizio con i cinque nastri, mentre nella seconda rotazione sarà la volta dellesercizio con le tre clavette e i due cerchi. La prima rotazione avrà inizio alle ore 16.00 del pomeriggio italiano, quando a Rio de Janeiro saranno invece le 11.00 del mattino. Appuntamento poi circa 50 minuti dopo, da programma ufficiale con inizio alle ore 16.50, con linizio della seconda rotazione che stabilirà definitivamente la classifica e designerà il podio e la vincitrice del concorso generale di ginnastica artistica alle Olimpiadi Rio 2016. Di sicuro sarà un pomeriggio tutto da vivere, perché le nostre Farfalle sapranno regalarci grandi emozioni con il loro coinvolgente esercizio!

Chiuse le qualificazioni della ginnastica ritmica per la gara a squadre, tutto bene per l’Italia: le nostre Farfalle si sono qualificate per la finale delle Olimpiadi Rio 2016 che si disputerà domani nella giornata conclusiva dei Giochi. Al termine delle due rotazioni le azzurre sono entrate fra le migliori otto Nazionali che hanno conquistato l’accesso alla finale a squadre: era nelle previsioni, però la ginnastica ritmica è uno sport nel quale può bastare un piccolo errore per cambiare radicalmente la situazione. Al termine di questa giornata delle qualificazioni possiamo dire che tutto è andato liscio e domani ci si potrà giocare una medaglia, stesso obiettivo delle tre precedenti Olimpiadi. Naturalmente la grande favorita per l’oro sarà la Russia, attenzione a una Spagna in grande crescita e alle solite Bulgaria e Bielorussia. Completano il quadro delle otto finaliste Ucraina, Giappone e Israele, che sulla carta dovrebbero avere qualcosa di meno. L’appuntamento adesso è alle ore 16.00 di domani: le nostre Farfalle vanno a caccia di medaglie!

E’ da poco cominciata la seconda rotazione in programma per oggi per la qualificazione della ginnastica ritmica a squadre alle Olimpiadi di Rio 2016. Al termine del primo turno che prevedeva come strumento i cinque nastri le farfalle di Emanuela Maccarani hanno chiuso con il quinto posto, totalizzando 17.516 punti e collocandosi alle spalle di Russia (a quota 18.583) Spagna, Bielorussia e Bulgaria. Se le slave non erano una sorpresa ad ammaliare davvero il folto pubblico brasiliano accorso ad ammirare le ginnaste in gara oggi a Rio 2016 è stata proprio la formazione spagnola, che con un’esibizione di potenza hanno travolto diverse avversarie, ribaltando il pronostico stilato per loro alla vigilia della prova olimpica di oggi. Tra poco inizierà la seconda rotazione che prevede le tre clavette e i due cechi come specialità. Ricordiamo che come per la prima rotazione l‘Italia, rappresentata a Rio 2016 dalle farfalle scenderanno in pedana per terze, dopo Israele e Brasile. 

Inizia ora la qualificazione per la finale della ginnastica ritmica a squadre alle Olimpiadi di Rio 2016, dove la formazione italiana, le famose farfalle tenteranno di bissare il successo ottenuto a Londra 2012, dove vinsero la medaglia di bronzo. Due le rotazioni previste per oggi dove l’Italia scenderà in pedana per terza, anticipata da Egitto e Brasile e seguita da Ucraina, Cina e la temibile Russia, vera dominatrice nella specialità. A chiudere la classifica delle nazionale qualificatesi al giochi brasiliani ci sono anche Giappone e Grecia. Nella prima rotazione la specialità eletta in cui si esibiranno le farfalle sarà quella dei cinque nastri mentre nella seconda gli strumenti utilizzati dalle ginnaste saranno quelle delle tre clavette e dei due cerchi. L’Italia approda a questa eliminazione sicura di poter ottenere non solo un posto in finale ma anche di poter seriamente concorrere per una medaglia: difficilmente però le farfalle potranno ambire a quella d’oro, ormai da anni in mano alla Russia. Le ragazze  azzurre però sono forti di un oro nei cinque nastri e un argento vinto negli ultimi mondiali, per cui sono loro l’avversario da battere nella finale di domani alle Olimpiadi di Rio 2016.

Si avvicinano le qualificazioni della ginnastica ritmica per quanto riguarda la gara a squadre delle Olimpiadi Rio 2016. LItalia ha giustificate ambizioni di podio con le sue Farfalle, già sul podio in due delle ultime tre edizioni delle Olimpiadi, anche se ovviamente nella ginnastica ritmica il ricambio è molto forte. Allora andiamo a conoscere meglio le ragazze che compongono la nostra squadra: Martina Centofanti è nata a Roma il 19 maggio 1998, figlia dellex calciatore Felice ed è tesserata per lAeronautica; Sofia Lodi è nata a Brescia il 29 gennaio 1998 ed è tesserata per la storica società cittadina, la Brixia Brescia; Alessia Maurelli è nata a Rivoli (Torino) il 22 agosto 1996, è tesserata per lAeronautica e speriamo che lunedì possa festeggiare i suoi 20 anni con la medaglia al collo; Marta Pagnini è la veterana del gruppo, nata a Firenze il 21 gennaio 1991, gareggia per lAeronautica, è la capitana ed era già in gara a Londra, dove lItalia vinse il bronzo; Camilla Patriarca è nata a Sondrio il 4 novembre 1994, cresciuta nella San Giorgio 79 Desio, adesso è tesserata per lAeronautica. 

Oggi la ginnastica ritmica propone le qualificazioni della gara a squadre delle Olimpiadi di Rio 2016, nella quale speriamo che possa essere grande protagonista anche lItalia con le sue Farfalle. Ricordando che la finale sarà in programma domani, nellultima giornata di queste Olimpiadi, facciamo adesso un breve tuffo nel passato ripercorrendo la storia della gara a squadre, che fu introdotta nel programma olimpico a partire da Atlanta 1996. Allora vinse la Spagna davanti a Bulgaria e Russia, podio decisamente diverso da quelli successivi: le iberiche infatti non sono più entrate fra le prime tre, mentre da Sydney 2000 è cominciata la dittatura della Russia, che ha ottenuto quattro ori consecutivi e andrà a caccia del quinto a Rio. Non sono mancate le soddisfazioni per lItalia, grazie allargento di Atene 2004 e al bronzo di Londra 2012, anche se resta nella memoria pure la rabbia per il quarto posto di Pechino 2008, quando avremmo meritato un piazzamento sul podio che però ci fu negato per i discutibili punteggi assegnati dalla giuria.

E in programma per oggi 20 agosto alle ore 15 secondo il fuso italiano la qualificazione alla finale della ginnastica ritmica a squadre, dove le nostre farfalle, la nazionale della ritmica italiana tenteranno di passare il turno per accedere quindi alla finalissima in programma alle Olimpiadi di Rio 2016 per domenica 21. Lobbiettivo dischiarato delle azzurre è chiaramente il podio e la medaglia più preziosa: dopo aver vinto la medaglia di bronzo ai giochi di Londra 2012, lambizione delle farfalle è altissima. Tante atlete cercheranno di ottenere un buon punteggio collettivo per poter competere poi nella fase successiva della competizione, ma le vere e proprie favorite sono le ragazze di nazionalità russa.

La Russia ha ottenuto con la propria nazionale tantissimi successi in questa specialità , tra cui proprio la medaglia doro alle Olimpiadi di Londra 2012. Le ragazze russe, tra le quali spicca l’agile Bliznjuk e la giovane Tatareva, dovranno cercare di fare il possibile per tentare di passare questo turno di qualificazione, che tutto sembra tranne che semplice da affrontare. Da mettere in risalto anche il fatto che, le diverse atlete, sono già riuscite a distinguersi in passato in competizioni continentali, nazionali e mondiali e che hanno sempre ottenuto il trofeo massimo oppure una buona posizione finale nella classifica generale. Molto attese anche le giapponesi che scenderanno in campo e cercheranno di impressionare positivamente la giuria che dovrà attribuire i vari punteggi durante le diverse gare che si svolgeranno durante la competizione olimpionica stessa. La nazionale del Giappone, nella quale formazione spiccano i due nomi di Yokota e Sugimoto, potrebbero riuscire a strappare una prima posizione rubando la scena alle atlete italiane stesse. Le atlete ucraine non perderanno di certo l’occasione per mettersi in mostra e tentare di qualificarsi come le migliori in assoluto della competizione, per poi puntare alla medaglia nella fase finale delle olimpiadi stesse. Da mettere in rilievo il fatto che, le due atlete che potrebbero riuscire ad effettuare una grande differenza durante la prestazione, sono Gomon e Gridasova, le quali potrebbero offrire quella qualità unica che garantirà, alla loro formazione, la sicurezza di poter accedere alla fase successiva della competizione stessa.

Dopo la medaglia di bronzo agli ultimi giochi londinesi anche lItalia si ripresenta in pedana per le Olimpiadi di Rio 2016. Il team italiano si è sempre distinto per la sua compattezza e ha tutte le carte in mano per tentare quindi l’assalto a quel titolo molto importante che rientra nella competizione della ginnastica ritmica femminile. Le due atlete che spiccano per grande esperienza nella disciplina sono Martina Centofanti e Marta Pagnini, che assieme formano quel duo in grado di offrire delle ottime emozioni durante la competizione stessa.

Ricordiamo che la qualificazione per la ginnastica ritmica alle Olimpiadi di Rio 2016, ove scenderà in pedana anche lItalia delle farfalle sarà trasmessa in diretta tv sulla Rai: è ormai noto che la tv di stato italiana ha acquistato lesclusività dei diritti di trasmissione degli eventi olimpici di Rio de Janiero ai quali ha riservato ben tre canali del proprio bouquet, ovvero Rai Due, Raisport 1 e Raisport 2, disponibili ai canali 2, 57 e 58 del digitale terrestre. Ricordiamo inoltre che la Rai ha messo a disposizione sul proprio portale ufficiale www.rai.tv lo streaming video degli appuntamenti trasmessi, disponibile per coloro che non potranno sedersi di fronte alla tv.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori