Malagò ingaggia l’avvocato maestro del Premier Conte/ Vuole un parere sulla regola dei 3 mandati: ecco perché

Giovanni Malagò ha deciso di ingaggiare l’avvocato maestro del Premier Conte, Guido Alpa, vuole un parere sulla regola dei tre mandati.

02.01.2019 - Matteo Fantozzi
Malagò ingaggia l'avvocato maestro del Premier Conte

Giovanni Malagò ha deciso di ingaggiare l’avvocato maestro del Premier Conte, vuole un parere sulla regola dei tre mandati per le cariche sportive. L’insigne avvocato Professor Guido Alpa è ora diventato consulente del Coni. Poco prima di Natale la giunta del Comitato ha deciso di ratificare per lui l’incarico di acquisire un parere sull’interpretazione e l’applicazione della Legge n.8 del 2018. La riforma presa in esame è quella che ha introdotto il limite dei tre mandati per le cariche sportive e voluta dall’ex ministro Luca Lotti. Questa ha regalato la possibilità di una nuova rielezione proprio a Giovanni Malagò che era fermo a quota due incarichi. La sensazione, come riporta Il Fatto Quotidiano, è però che questo consiglio dell’illustre Alpa serva a Malagò più per la nuova riforma che ha in mente e a cui sta lavorando che per la vecchia. La novità è quella della creazione di una nuova società chiamata “Sport e Salute Spa” e gestita da Palazzo Chigi a cui affidare il 90% dei contributi statali compresi i fondi alle Federazioni.

Malagò ingaggia l’avvocato maestro del Premier Conte: la biografia

Guido Alpa è stato assunto dal Coni di Giovanni Malagò per un parere sulla riforma dei tre mandati sportivi. Considerato il maestro del Premier Giuseppe Conte questi è nato a Ovada il 26 novembre del 1947. Dal 2004 al 2015 è stato il Presidente del Consiglio Nazionale Forense e inoltre è Professore Ordinario di diritto civile alla Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza di Roma. Nel 2014 è entrato nel Cda di Finmeccanica. La sua carriera è iniziata come avvocato, iscritto all’Albo dell’Ordine diGenova dal 1974 e abilitato al patrocinio davanti a delle giurisdizioni superiori. L’abilitazione arrivava quattro anni dopo la laurea col massimo dei voti presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Genova. Era stato poi per due anni borsista di Istituzioni di Diritto Privato diventando poi in pochi anni prima assistente e poi professore dello stesso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA