DIRETTA / Boston Cleveland (risultato live 108-83) streaming video e tv: Boston la chiude (NBA finali Est)

- Claudio Franceschini

Diretta Boston Cleveland, streaming video e tv: al TD Banknorth Garden va in scena gara-1 delle finali della Eastern Conference nei playoff NBA. LeBron James verso un’altra finale?

Boston_Celtics_lapresse_2018
Diretta Boston Cleveland, finali Est gara-1 (Foto LaPresse)

DIRETTA BOSTON CLEVELAND (108-83 FINALE): BOSTON LA CHIUDE

Scorre veloce il tempo nell’ultimo quarto, con Cleveland che non riesce nell’impresa di completare una rimonta molto difficile. I Boston Celtics chiudono avanti di 25 punti, praticamente ripristinando quello che era il vantaggio all’intervallo. Alla fine Jaylen Brown resta il miglior realizzatore della partita, 23 punti nei 108 complessivi per i Celtics, che hanno davvero sfoderato una grande prova offensiva, fatta eccezione per un terzo quarto nel quale, di fatto, hanno ripreso fiato. 17 punti per Kevin Love e 15 per Lebron James per Cleveland che, per proseguire con fiducia in questa serie dei play off, dovrà sicuramente trarre insegnamento da questa lezione. 108-83 il risultato finale a favore di Boston. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BOSTON CLEVELAND (78-64): RIENTRA CLEVELAND

Rientra Cleveland e i Boston Celtics rischiano ora di vivere un ultimo quarto di fuoco. E’ il bello dell’NBA, partite sempre aperte anche quando sembrano chiuse. E arrivare a -14 alla fine del terzo quarto dopo essere partiti da -26 è sicuramente un buon segnale per i Cavs, con Kevin Love che resta il miglior marcatore della formazione con 17 punti e 8 rimbalzi, ma i 9 assist indicano un Lebron James che lentamente sta tornando protagonista di una partita che resta per lui comunque difficile. 23 punti per Jaylen Brown e 8 rimbalzi, buon livello per i Celtics che ne hanno segnati però solamente 17 nel secondo quarto, una sorta di tracollo considerando i livelli dei primi due quarti. Boston chiude il terzo quarto avanti 78-64, ma c’è ancora da lavorare per portare a casa la vittoria per i Celtics. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BOSTON CLEVELAND (61-35): IPOTECA BOSTON

I Boston Celtics ipotecano la vittoria già a meta gara: almeno questo sembra dire il parziale di 61-35, e nonostante i Celtics abbiano ridotto la loro media realizzativa (girando comunque oltre i 60 punti), Boston ha segnato ancor meno del primo quarto: solo 17 punti nella seconda frazione per i Cavs, con 8 punti per Kevin Love e Lebron James ancora ampiamente al di sotto delle aspettative, nonostante 7 assist. Oltre ai 18 punti di Jalyen Brown, Boston ha portato in doppia cifra anche Al Horford, con 14 punti individuali. Davvero i Celtics non potevano chiedere di più a questa prima metà di gara, per i Cavaliers troppi protagonisti sottotono per credere nella rimonta, almeno per il momento. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BOSTON CLEVELAND (36-18): CELTICS DIROMPENTI!

Primo quarto con i Celtics dirompenti ai danni dei Cavs. Vantaggio già considerevole per Boston grazie a una prestazione di valore assoluto di Jaylen Brown nel primo quarto, con 13 punti e 5 rimbalzi a livello individuale che fanno capire quanto sia pesata la prestazione, di fronte a un Lebron James che sta faticando invece moltissimo a entrare in partita. Solo 5 punti finora, col solo Tristan Thompson che ha provato a limitare i danni per Cleveland in questa prima frazione della gara. Alla fine del primo quarto i Boston Celtics hanno già doppiato nel punteggio i Cleveland Cavaliers, 18-36 il primo parziale con Lebron e compagni che dovranno scuotersi per provare a non restare scottati in questa gara 1. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA BOSTON CLEVELAND (0-0): PALLA A DUE!

Siamo finalmente alla palla a due di Boston Cleveland: i Celtics entrano nella serie con 8 vittorie e 4 sconfitte, avendo penato tantissimo per eliminare i Milwaukee Bucks in una serie nella quale il fattore campo non è mai stato violato. Contro Philadelphia si prospettava un lavoraccio per i verdi, e invece dopo le due vittorie al Garden la squadra del Massachusetts ha anche vinto gara-3, quella del giallo legato al tiro di Marco Belinelli con il piede sulla riga da 3 punti, e che dunque ha portato “solo” all’overtime poi perso dai 76ers. Alla fine è stato un 4-1; ha fatto meglio allora Cleveland che ha un record nei playoff di 8-3. Per la prima volta da sei anni LeBron James ha perso una gara-1 del primo turno e i Cavs se la sono vista bruttissima contro gli Indiana Pacers; alla fine è arrivato il 4-3 ma anche in gara-7 la franchigia dell’Ohio ha dovuto arrivare punto a punto. I Toronto Raptors non sono stati un problema, come negli ultimi anni: nonostante avessero il miglior record della Eastern Conference i canadesi sono stati spazzati dal campo per 4-0, senza il minimo appello e con DeMar DeRozan e Kyle Lowry spariti nel momento del bisogno. Ora dunque è tutto apparecchiato per la grande serie: non ci resta che metterci comodi e stare a vedere quello che succederà, finalmente siamo pronti a cominciare al Garden ricordando che la vincente affronterà in finale una tra Houston e Golden State con la concreta possibilità che Cavs e Warrios si trovino per il quarto anno consecutivo. Ci siamo dunque: gara-1 di Boston Cleveland comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Boston Cleveland verrà trasmessa in diretta tv su Sky Sport 2, e dunque sarà un’esclusiva per tutti gli abbonati alla televisione satellitare; in assenza di un televisore sarà ovviamente possibile seguire gara-1 della finale della Eastern Conference anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche il sito ufficiale nba.com, da qualche tempo collegato direttamente a quello di Sky Sport; qui troverete informazioni utili sulla partita – il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori – e sui playoff in generale.

FOCUS SU COACH BRAD STEVENS

A poche ore da gara-1 di Boston Cleveland bisogna necessariamente approfondire il tema legato a Brad Stevens: il giovane coach che ha sfiorato per due volte il titolo NCAA con Butler (nella prima occasione c’era anche Gordon Hayward, che ebbe il tiro della vittoria) allena i Celtics dal 2013 e li ha presi in mano in un contesto difficile, ovvero appena dopo lo smantellamento del gruppo che nel 2008 era tornato sul tetto del mondo e due anni più tardi aveva perso la finale in gara-7, ancora contro i Los Angeles Lakers. In breve tempo ha portato Boston agli antichi splendori o quasi: nella scorsa stagione ha ottenuto il miglior record nella Eastern Conference, quest’anno è giunto secondo alle spalle di Toronto (55-27) ma bisogna considerare che ha giocato tutta la regular season senza Hayward e ha trascinato alle finali di Conference un gruppo privo anche di Kyrie Irving e riuscendo a far diventare leader giocatori come Jayson Tatum (rookie) e Jaylen Brown (secondo anno) facendo esplodere anche Terry Rozier che sembrava un back up di Irving e nulla più. Tanti appassionati lo indicavano come coach of the year; il premio è invece andato a Dwayne Casey (Raptors) peraltro appena esonerato, ma la particolarità incredibile è che Stevens non ha ricevuto nemmeno un voto. Forse un po’ troppo per un allenatore del genere, ma ora potrebbe prendersi la rivincita portando Boston alla finale NBA. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Boston Cleveland va in scena alle ore 21:30 di domenica 13 maggio: si tratta di gara-1 della finale della Eastern Conference, all’interno dei playoff NBA 2017-2018. Siamo alla resa dei conti: la finale (o semifinale, contando l’intero tabellone) che tutti aspettavano da questa parte, LeBron James ancora una volta a giocarsi l’accesso alla serie per il titolo contro la squadra che nelle ultime due stagioni ha dimostrato di poter essere la vera minaccia a Est ma che ancora non ha fatto il definitivo salto di qualità. Un roster di attori navigati ed esperti contro dei giovani magistralmente allenati: l’anno scorso i Cavs vinsero 4-1 sovvertendo il fattore campo, quest’anno tanti dei pronostici puntano nella stessa direzione ma è sempre interessante scoprire quello che succederà.

IL CONTESTO

Questa serie va necessariamente presentata come quella tra LeBron James e Kyrie Irving: purtroppo l’incrocio tra i due ex compagni non ci sarà perchè il playmaker si è infortunato ancora prima che i playoff avessero inizio, e ha dovuto alzare bandiera bianca (non tornerebbe nemmeno per un’eventuale finale). Salta così la grande sfida tra il Re e il suo scudiero che con lui ha giocato tre finali vincendo quella epica e storica del 2016, e che l’estate seguente ha deciso di voler essere protagonista altrove; Irving ha guidato i Celtics a una grande regular season dovendo abdicare sul più bello, e raggiungendo in infermeria Gordon Hayward che, firmato come free agent, ha saltato tutta la stagione per un gravissimo infortunio nella prima partita della regular season, proprio contro Cleveland. Anche così, Boston è arrivata in finale: gruppo giovane nel quale giocatori come Terry Rozier, Jayson Tatum e Jaylen Brown sono diventati stelle di prima grandezza facendo fuori prima i Milwaukee Bucks (in sette partite) e demolendo poi le speranze dei Philadelphia 76ers, che sembravano essere più profondi e favoriti.

Cleveland ancora una volta vede una finale: sarebbe la quarta consecutiva, ed è la dimostrazione che contro LeBron non si scherza mai. Il Re sta giocando dei playoff di un livello assurdo; i Cavs venivano dati (come sempre) in calo, non troppo profondi per arrivare in fondo e per di più questa volta giocavano senza il fattore campo. Risultato? 4-3 a Indiana soffrendo tantissimo ma venendone fuori nei momenti topici, e poi 4-0 a quella Toronto che aveva vinto la Eastern Conference ma ci ha capito poco o nulla. Gira e rigira, ancora una volta Cleveland è la favorita: non si può dire altrimenti perchè James riesce sempre e comunque a fare la differenza. Resta il rammarico – comunque finirà – di non poter vedere una serie con entrambi i roster al completo, ma anche così lo spettacolo dovrebbe essere assicurato e la speranza è che le premesse non vengano tradite.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori